29 dicembre 2006

Le Ferrovie aumentano le tariffe


In Italia si parla tanto di voler disincentivare l'utilizzo dell'automobile a favore dei mezzi pubblici, ma quando si tratta di mettere in piedi una strategia convincente, l'unica soluzione che si trova è alzare le tariffe. E neppure di poco.

E' notizia di oggi che le Ferrovie dello Stato, come anticipato nei giorni scorsi, dal 1° gennaio 2007 aumenteranno mediamente il costo del biglietto del 9%, sui treni Eurostar e sugli Intercity.
Il presidente Cipoletta si giustifica dicendo che le tariffe erano ferme da 5 anni... peccato che il nostro sistema ferroviario sia quasi immobile da 50 anni!
E non ci si salva in calcio d'angolo dicendo che il costo di un biglietto in Italia è inferiore a quello di Spagna, Germania o Francia, perchè in questi paesi un ritardo di 30 minuti o di 2 ore è un'eccezione, mentre da noi è spesso la regola.
Se poi si pensa a quanto hanno speso in questi anni le Ferrovie in pubblicità (ma un monopolista ha così bisogno degli spot???), invece di utilizzare quei soldi per il potenziamento del servizio, allora l'arrabbiatura è più che legittima!

Ma la Finanziaria del governo Prodi non aveva destinato un'ingente quantità di soldi alle Ferrovie dello Stato???

Che dire... è sempre la solita storia... aumenti ingiustificati che penalizzeranno soltanto il ceto medio-basso, all'insegna di un governo che "di sinistra" ha solo il nome.


· 6 commenti
Read More......

28 dicembre 2006

Risata contagiosa


Credo che sia impossibile non ridere guardando il video di questo bambino... è troppo contagioso!!!




· 0 commenti
Read More......

Software gratis ogni giorno


Su segnalazione di Tuttogratis.it, invito anche voi a visitare Giveawayoftheday.com.

Si tratta di un sito in inglese che ogni giorno mette a disposizione il download gratuito di un programma che normalmente andremmo a pagare diversi soldini.
Si tratta di versioni completamente free, quindi nè con i fastidiosi limiti di tempo nè di tipo dimostrativo.
Ricordatevi però che ogni giorno il software disponibile cambia e che la versione completa, allo scoccare della mezzanotte, non sarà più scaricabile.

Vi consiglio dunque di dare ogni giorno un'occhiata... chissà mai che ci troviate qualcosa che fa al caso vostro...


· 0 commenti
Read More......

27 dicembre 2006

I mitici anni '80 - Eurovisione ed Intervallo


Vi ricordate i mitici anni '80? La televisione era molto diversa da quella di oggi, per molti versi migliore. C'erano programmi che sono passati alla storia e le loro sigle ancora riecheggiano nella nostra memoria... a questo indirizzo, e su Youtube in generale, potete trovare tantissimi spezzoni di quegli anni per farvi tornare la nostalgia... io intanto vi do un'anteprima:






· 0 commenti
Read More......

26 dicembre 2006

Ciao Babbo


CIAO BABBO !


SPERO CHE DA LASSU' LA TUA STELLA
POSSA SEMPRE PROTEGGERMI.
RIPOSA IN PACE, VECCHIA ROCCIA,
SARAI SEMPRE NEL MIO CUORE.





· 0 commenti
Read More......

20 dicembre 2006

Cancellare le parole dai form del browser


In rete non si finisce mai di imparare: come si fa ad eliminare dai form (o moduli) di una pagina web quelle parole che abbiamo digitato erroneamente, le vostre ricerche o tutto quello che vogliamo non sia visto per motivi di privacy?

Finora conoscevo due metodi: o cancellare tutto tramite le opzioni del browser oppure utilizzare, con Firefox, l'add-on Form History Manager, che però non è stato ancoro ancora aggiornato per funzionare con la versione 2.0.
Probabilmente esistono anche programmi apposta per Explorer, ma che non utilizzo.

Un metodo invece semplicissimo per cancellare queste informazioni è il seguente:

Cliccate sul form, cercate la parola o la frase incriminata da rimuovere e posizionatevi sopra con il mouse. Una volta che sarà evidenziata, premete sulla tastiera il tasto SHIFT e contemporaneamente il tasto CANC.

Come di incanto, la parola sparirà dalla lista e non ne rimarrà più traccia.


· 1 commenti
Read More......

Finanziaria 2007 - I furbetti colpiscono ancora


Non credo sia una cosa facile riuscire a leggere tutti i 1.365 commi che compongono il maxi-emendamento della Finanziaria 2007 approvato in Senato, però, considerato l'importanza del ruolo ed il lauto stipendio che viene percepito, credo che sia una cosa doverosa.

Ma evidentemente in Italia non è così, ed i 315 senatori eletti dal popolo (più i senatori a vita), dopo il simpatico scherzetto della prescrizione dei reati contabili (se l'avesse fatta il governo Berlusconi sarebbe successo letteralmente il finimondo), ne hanno combinata un'altra delle loro.

Malafede o svista che sia, di fatto la Finanziaria, attraverso i commi 603 e 604, regalerà la bellezza di 100 milioni di euro agli atenei privati in tre anni, suscitando l' incontrollata gioia di chi frequenta l'università pubblica e dei loro rettori, alle prese con bilanci terrificanti.

Sinceramente non posso credere che tutti abbiano approvato la manovra "al buio".
Chi l' avesse fatto è un delinquente, mentre chi ha letto i 2 commi ed è stato zitto, pur essendo ad essi contrario, è, allo stesso modo, una persona spregevole.
Non parliamo poi di chi, di fatto, li ha scritti personalmente e li ha inseriti nel calderone pensando che passassero inosservati.

E meno male che questo è un governo che si dichiara di sinistra.


· 0 commenti
Read More......

19 dicembre 2006

Una bolletta telefonica folle


Indipendentemente da chi ve le propone, bisogna sempre diffidare di quelle offerte che prevedono dei limiti alla parte gratuita e una tariffa per tutto ciò che eccede questo limite.
E' il caso di uno "sbadato" ragazzo di Bergamo... notizia tratta da Repubblica.it:

Una bolletta di cinquantamila euro (CENTO MILIONI DI VECCHIE LIRE!!!).
E' quanto dovrà pagare un trentenne di Ciserano, in provincia di Bergamo, per aver scaricato tre film da Internet.

Convinto di poter navigare 24 ore su 24 a proprio piacimento - come in una normale connessione "flat"- il giovane si è invece trovato di fronte a una brutta sorpresa: il contratto stipulato due mesi fa con il gestore telefonico prevede sì un canone mensile di 35 euro ma per un traffico fino a 600 megabyte a bimestre. Superata quuesta soglia, scatta la tariffa di 0,2 centesimi al secondo per ogni kilobyte scaricato.

Non essendosi accorto di questo "dettaglio", l'utente è rimasto connesso alla rete a scaricare film per molte ore. Risultato: la bolletta è lievitata oltre i 49mila euro.


· 0 commenti
Read More......

Oggi credito gratis da Skype


Ancora riguardo a Skype, oggi martedì 19/12 se andate sul sito vi regalano un po' di credito per telefonare gratis... Sempre meglio di un cazzotto in un occhio...


· 2 commenti
Read More......

18 dicembre 2006

Rilasciato Skype 3.0


Tratto da TGCom:


Nuovo importante traguardo per Skype che ha rilasciato la versione 3.0 dell'omonimo software Voip (circa 19 Mb il download). La release 3 non è un semplice aggiornamento ma una vera major release.

L'interfaccia utente è stata rinnovata, con schede dei contatti più fruibili (includono ora pulsanti di chiamata e chat), una rivisitazione delle cronologie e una nuova finestra per le chiamate.


La nuova release consente di creare e gestire delle chat pubbliche (Skypecast) che ricordano molto le chatroom Irc. Il moderatore ha pieno controllo sulla chat e può aggiungere e togliere topic, indirizzare le discussioni, definire chi può partecipare alla discussione.
Altra importante novità è l'estensione click-to-call che consente di telefonare tramite Skype a un numero visualizzato dal browser con un semplice clic (sono disponibile estensioni per Internet Explorer e Firefox).
Degna di nota la voce del menu “Fai altre cose” che permette di accedere a una serie di plug-in scaricabili che consentono fra gli altri di giocare e condividere una lavagna virtuale o le applicazioni.

Nel contempo, Skype negli Stati Uniti ha lanciato un'offerta flat per telefonare all'interno degli Stati Uniti e in Canada a un costo di 29,95 dollari all'anno. Di fatto viene ora offerta a pagamento un servizio che a partire da maggio di quest'anno era stato reso gratuito, con l'obiettivo di incentivare gli utenti a passare al Voip. Secondo i dati forniti da Skype sono 136 milioni gli utenti registrati al servizio alla fine di settembre.


· 0 commenti
Read More......

10 dicembre 2006

Addio Alberto D' Aguanno


Era uno dei migliori giornalisti sportivi italiani. E come sempre succede, i migliori e i più grandi sono sempre i primi ad andarsene. Aveva 42 anni, è morto nel sonno a seguito di un aneurisma.
Lascia la moglie e 2 bambini.

Addio, mitico Alberto D'Aguanno.
Ci mancherai.



· 1 commenti
Read More......

Esiste ancora la giustizia in Italia?


Dopo qualche giorno di assenza forzata per gravi motivi familiari, rientro a casa e leggo questa notizia, tratta da Repubblica.it:

MILANO - E' uscito per scadenza dei termini di carcerazione uno dei due omicidi del benzinaio di Lecco. Il tentativo di rapina sfociato in tragedia, due anni, fa socnvolse l'opinione pubblica provocando proteste e polemiche anche politiche.
Elia Di Domenico, ora 19enne, il 25 novembre del 2004 fa insieme all'amico Davide Ciancaleoni uccise, durante una rapina, il benzinaio di Lecco Giuseppe Maver, questa mattina, poco prima di mezzogiorno, è uscito dall'istituto minorile Beccaria di Milano.
La scarcerazione, come hanno scritto anche i giudici d' appello nella sentenza con cui lo hanno condannato a nove anni e 2 mesi di carcere, è avvenuta per scadenza dei termini di custodia cautelare. Termini che, in assenza del verdetto di terzo grado, in questo caso sono di due anni. Il giovane era stato arrestato l'11 dicembre 2004.

"Sono scandalizzata", ha commentato - attraverso il suo legale - Tiziana Maver, la figlia del benzinaio. La donna che ha incaricato l'avvocato Roberto Tropenscovino di cominciare una causa civile per chiedere a Di Domenico il risarcimento dei danni, ha aggiunto: "Il ricordo di mio padre oggi torna vivo più che mai perché a circa due anni dal suo assassinio uno dei suoi carnefici è libero".

Mi ricordo l'episodio perfettamente: il benzinaio fu ucciso, pochi mesi prima che andasse in pensione, da questi 2 assassini per pochi euro e la cosa mi colpì tantissimo.

Di casi come questo purtroppo ce ne sono centinaia all'anno... la domanda da porsi è:
Ma esiste ancora una giustizia in ITALIA??? O dobbiamo forse farcela da soli???

Sono sempre più schifato!!!


· 3 commenti
Read More......

2 dicembre 2006

Una speranza in piu' da Clooney e Pitt


Che l'uomo, molto spesso, invecchiando migliori il proprio aspetto è cosa nota.

Oggi però, voglio regalare una speranza in più a tutti noi... sapete chi sono George Clooney e Brad Pitt?
Oltre ad essere due tra gli attori più noti di Hollywood (ed anche abbastanza bravini, diciamolo...), sono da anni in cima alla lista degli uomini più belli del pianeta, stilata dal magazine "People".
Quest'anno ha vinto Clooney, ma negli anni passati Pitt vinceva a mani basse.

Il fatto di esser stato superato dall'amico George non deve essergli andata molto a genio, cosicchè Brad ha fatto pubblicare una vecchia foto inguardabile di Clooney con tanto di complimenti per esser stato eletto il più sexy. Ovviamente Clooney non è stato a guardare ed ha risposto per le rime durante una trasmissione televisiva.

Ecco qui per voi le foto dei due uomini più sexy del mondo... ragazzi, possiamo davvero giocarcela per il podio!!!








· 0 commenti
Read More......

27 novembre 2006

La Legionella viaggia sul treno


Le Ferrovie dello Stato non finiscono mai di stupire... in negativo!


Dopo i numerosi casi, finiti sulle prime pagine di tutti i giornali, riguardo alla presenza di zecche all'interno degli scompartimenti, adesso è la volta della legionella.
Pare infatti che sui vagoni dei treni nostrani siano state trovate tracce di questo bacillo, che provoca una grave malattia dell'apparato respiratorio, in quantità superiori rispetto alla soglia minima di rischio. In casi estremi, questa infezione può persino portare alla morte.

La Procura di Torino (nella persona del già noto pm Raffaele Guariniello) ha aperto un' inchiesta dopo che i carabinieri del Nas hanno prelevato campioni di acqua nei bagni dei treni, e i tecnici dell' Arpa di Novara hanno svolto le analisi. La scoperta riguarda convogli che hanno percorso le tratte torinesi della rete ferroviaria e preoccupa non poco gli inquirenti, i quali, ora, procederanno a test sugli impianti dei vagoni letto: la legionella, che si annida nelle tubature e nei sistemi di condizionamento dell'aria, diventa pericolosa dopo il passaggio nei nebulizzatori delle docce.
La domanda che mi pongo è: da dove arrivano queste infezioni? Non potrebbe essere correlata con l' aumento smisurato dell' immigrazione?

Ad ogni modo, un grande ed ennesimo applauso alle Ferrovie dello Stato: hanno avuto pure la faccia tosta di aumentare le tariffe su Eurostar ed Intercity, ma dato il servizio sempre più scadente... che coraggio!!!


· 0 commenti
Read More......

24 novembre 2006

Quattro allegri neonati, fantastici !


Guardate come sono fantastici questi 4 bambini con la loro mamma! Fanno morire da ridere... e poi dicono che i figli non rendono felici! A proposito, lo sapete quali sono i migliori pannolini per neonati?




· 1 commenti
Read More......

21 novembre 2006

I numeri dell' Indulto nascondono un segreto...


Finalmente il ministro della Giustizia Clemente Mastella si è deciso a "dare i numeri" relativi alla fantastica trovata dell' indulto (che, per dovere di cronaca, è stato votato anche da una parte dell'opposizione).
Dopo le allarmanti stime dei giorni scorsi (si parlava di circa 24.000 detenuti rimessi in libertà, il doppio di quelli previsti) , il guardasigilli ha così riferito in Senato: "Grazie all'indulto sono stati scarcerati 17.455 detenuti; solo il 7% è rientrato in cella per aver commesso nuovi reati".
Il ministro ha poi aggiunto: "Nel trimestre di applicazione dell'indulto, i reati commessi su tutto il territorio nazionale per i quali era stato effettuato l'arresto, hanno subito un calo sensibile rispetto all'anno precedente".

A prima vista potrebbe sembrare che l'indulto sia stata una scelta "dolorosa" ma, per certi versi, vincente, in quanto solo il 7% degli ex-detenuti è rientrato in carcere da Agosto ad ora.

Invece nessuno ha fatto presente al signor Mastella che in Italia, ogni anno, circa l'80% dei reati rimane impunito! (e dunque per 1 solo reato su 5 si riesce a risalire al colpevole)

Cosa significa questo? Se applichiamo la stessa proporzione, per la legge dei grandi numeri, si deduce che, a fronte di un 7% già rientrato dietro le sbarre, almeno un 35% (7% x 5) ha già provveduto a delinquere dopo la scarcerazione.

In merito alla seconda frase del ministro, è piuttosto evidente che i reati siano calati rispetto allo scorso anno: i delinquenti sono, in larga maggioranza, già in carcere, nonostante l'indulto (vi ricordate le varie operazioni "vie libere" del precedente governo?)

Meno male, però, che questa sinistra piano piano tirerà fuori tutti: ladri, assassini, mafiosi, terroristi, truffatori e chi più ne ha più ne metta, per la gioia nostra e di coloro che rischiano la propria vita e spendono anni del proprio lavoro per arrestare e giudicare questi personaggi, vedendo poi vanificato il tutto a causa di questa misera classe politica.


· 0 commenti
Read More......

19 novembre 2006

Bypassare la registrazione ai siti con Bugmenot


Quante volte ci siamo imbattuti in siti internet che richiedono la registrazione obbligatoria per visitare alcune sezioni al loro interno? Uno stress infinito... bisogna compilare nome, cognome, e-mail, età, scrivere quante volte andiamo in bagno e via discorrendo!

Per ovviare a questo problema, ci viene incontro il sito BUGMENOT.

Inserendo nella barra di ricerca l'indirizzo del sito, ci vengono proposti vari "username" e "password" per fare il login attraverso la registrazione fatta precedentemente da qualcun'altro, con relativa percentuale di successo.
Ovviamente ognuno può contribuire alla causa suggerendo un nuovo "login", ma senza che lo stesso sia riconducibile a chi ha fatto la registrazione (in poche parole, non inserite il vostro vero nome quando vi registrate!).

Badate bene, non c'è nulla di illegale perchè BUGMENOT non permette l'inserimento di username e password per quei siti che richiedono carta di credito o comunque delle forme di pagamento.


· 0 commenti
Read More......

17 novembre 2006

Opere letterarie e Musica Classica gratis


Se qualcuno di voi ama la lettura delle grandi opere letterarie oppure l'ascolto della migliore musica classica, segnalo Liberliber.it, un sito che potrà soddisfare questi piaceri.

Potete trovare oltre 1.000 libri e più di 1.400 brani mp3 gratuiti, in quanto su tali opere sono decaduti i diritti d'autore.
Si va da "La Divina Commedia" a "I Promessi Sposi", da Goldoni a Pascoli, da Deledda a De Amicis e via discorrendo. Riguardo alla musica, abbondano le opere di Bach, Chopin, Verdi, Rossini, ecc.
Un sito in continuo sviluppo ed aggiornamento che vi consiglio di visitare!


· 0 commenti
Read More......

15 novembre 2006

Governo Prodi e Ferrovie dello Stato


Un mio collega di lavoro vuol far sentire la sua voce, pertanto mi ha scritto una mail (che io riporto fedelmente) in merito alla situazione finanziaria delle Ferrovie dello Stato Italiane:


Il precedente Governo Prodi ha sostenuto con grande enfasi e si è adoperato per rendere il Paese più competitivo attraverso un massiccio piano di privatizzazioni alienando così il cosiddetto "Patrimonio di famiglia".
A distanza di 10 anni, a fronte della nascita di un monopolio privato in luogo di quello pubblico, Prodi è chiamato dall'AD di Trenitalia per ricapitolarizzare l'Azienda, pena l'apertura di procedura concorsuale.
Le maggiori società del Gruppo Ferrovie dello Stato (RFI, Trenitalia, Italferr, Ferservizi, Tav ecc.) sono partecipate al 100% poichè nessun privato ha rischiato i propri capitali.

Lo Stato privatizzato sta ricapitalizzando se stesso !!!

Prodi, dove sono andati a finire i soldi ???


· 1 commenti
Read More......

12 novembre 2006

Luciano Spalletti Vs Francesco Guidolin - Le Iene


Qualche settimana fa a "Le Iene" mandarono in onda questa simpatica intervista doppia con Luciano Spalletti, mister della Roma, e Francesco Guidolin, allenatore del Palermo.

Guardatevi il video, perché fanno delle considerazioni interessanti!
Grande Luciano!!! (sono di parte, lo so...)


· 0 commenti
Read More......

Creare il proprio logo su Google


Su internet non sanno più cosa inventare ed abbondano quei siti che si divertono a "fare il verso" a qualcun altro ben più famoso. E' il caso di


http://www.funnylogo.net/create.asp

attraverso il quale è possibile creare la pagina iniziale di Google con il proprio logo e scritta preferita.
Provare per credere!

http://funnylogo.net/engines/Google/White/Salmo69.aspx


· 0 commenti
Read More......

9 novembre 2006

Barzelletta anti francesi


Un italiano in Francia sta consumando il suo "petit déjeuner" (caffè,croissant, pane, burro e marmellata), quando un francese, masticando la sua immancabile gomma, si siede accanto a lui.
L'italiano lo ignora vistosamente, ma nonostante tutto, il francese l' apostrofa:
"Voi il pane lo mangiate tutto?"
L'italiano risponde sorpreso: "Certamente."
Il francese fa un bel palloncino con la gomma:
"Noi No. In Francia noi mangiamo solo la mollica. La crosta la raccogliamo in un contenitore, la ricicliamo, la trasformiamo in croissant e la vendiamo in Italia." prosegue con una smorfietta insolente.
L'italiano resta in silenzio.
Il francese insiste: "Ci mette la marmellata, sul pane?"
L'italiano,con un sospiro paziente: "Certamente."
Il francese, rigirando la gomma tra i denti e ridacchiando, fa:
"Noi No!In Francia a colazione noi mangiamo la frutta fresca, mettiamo tutte le bucce e gli scarti in un contenitore, li ricicliamo, ne facciamo marmellata e li vendiamo in Italia..."
L'italiano allora, guardandolo bene in faccia, chiede: "Voi francesi fate sesso?"
Risposta: "Ma certo!anche più di voi", con un gran sorriso.
"E cosa fate coi preservativi usati?" prosegue l'italiano.
"Li gettiamo via, naturalmente."
"Noi no" conclude l'italiano. "In Italia, li mettiamo in un contenitore, li ricicliamo, li trasformiamo in gomma da masticare e li vendiamo in Francia".


· 0 commenti
Read More......

7 novembre 2006

Contro il crimine, ma non adesso


Se le istituzioni di Napoli volevano inviare un forte segnale contro il degrado e la criminalità che imperversano nella città, beh... hanno fallito completamente.

Ieri sera, 6/11/2006, era in programma la seduta del consiglio comunale per discutere della drammatica situazione napoletana e per trovare le necessarie contromisure agli eventi che stanno devastando questa città.
Peccato che ieri sera si giocasse al San Paolo l'atteso match di serie B Napoli-Juventus: l'aula si è iniziata a svuotare lentamente in prossimità del calcio di inizio della partita, fino al punto che su 60 consiglieri non ne sono rimasti solo 22, soglia al di sotto del numero legale. Pertanto, si è reso necessario sospendere la seduta.

Se questo è il senso civico di certi politici eletti e pagati dal popolo italiano, c'è da preoccuparsi!!!

Con tutto il rumore che c'è stato in questi giorni su Napoli, sarebbero dovuti essere presenti 61 consiglieri su 60!

E' anche vero che ognuno ha la classe politica che si merita e che spesso rispecchia direttamente il popolo che l'ha eletta.

Evidentemente omicidi, rapine e scippi per molta gente contano meno dei palleggi di Calaiò o dei dribbling di Del Piero.


· 0 commenti
Read More......

2 novembre 2006

Emma Bonino come Massimo Ceccherini


Ebbene sì! Sulle orme di Massimo Ceccherini, Francesco Baccini, Roberto Da Crema, Guido del GF e Leopoldo Mastelloni, anche la parlamentare, nonché ministro del Commercio Internazionale, Emma Bonino sembra che si sia lasciata scappare una bestemmia durante un'accesa discussione tra compagni di partito... complimenti! Voi che ne dite? Per caso ha detto "Porcodindino" ? Ecco il filmato video :





Peccato che, a differenza di quanto accaduto ai suddetti personaggi della televisione, il popolo italiano non abbia la facoltà di buttarla fuori dal Parlamento.

Io un rimedio comunque ce lo avrei: perché, invece di rincoglionire la gente con Isole dei Famosi, Grandi Fratelli, Pupe e Secchioni e affini, non viene fatto un bel reality show, in diretta da Camera e Senato, con protagonisti i nostri parlamentari e con la possibilità di buttarli fuori grazie al televoto?


· 44 commenti
Read More......

31 ottobre 2006

Telefonare in USA gratis con Skype


Tratto da Speedblog.net:

Con Skype e un servizio di elenchi al telefono americano chiamare da internet gli USA costa zero.

Altro che 892 892 e vari servizi che hanno sostituito il servizio 12 di Telecom Italia. Negli Stati Uniti d’America esiste un servizio che fornisce numeri di telefono a richiesta, mettendo in collegamento il numero trovato senza alcun costo, né per il numero trovato, né per la chiamata connessa.

Skype, da alcuni mesi, permette di connettersi a costo zero anche ai numeri verdi riservato agli utenti americani. L’unione dei due servizi permette quindi di chiamare numeri presenti sugli elenchi telefonici americani senza spendere neanche un centesimo di euro.

Composto il numero 1800FREE411 (cliccando sul link si attiva Skype e parte la chiamata gratuita) si viene connessi con una voce registrata che ci chiede in quale stato americano e in quale città si trova l’abbonato che stiamo cercando e il cognome dello stesso. Una volta trovato l’abbonato, possiamo scegliere la connessione automatica al numero, sempre a costo zero.

Io questo metodo non l'ho ancora testato, se voi l'avete provato, commentate pure!


· 0 commenti
Read More......

29 ottobre 2006

Litifba, video di un gruppo mitico


Tutti i ragazzi o quasi, almeno una volta nella vita, hanno perso la testa per un gruppo musicale.
Io, tra i 16 ed i 20 anni, non avevo altro idolo al di fuori di Piero Pelù e dei suoi Litfiba, gruppo che, indubbiamente, ha fatto la storia del rock in Italia.
E' passata tanta acqua sotto i ponti da allora: nuovi album, lo scioglimento del gruppo, carriere parallele di Pelù (da solista) e Ghigo Renzulli, che ha mantenuto (sbagliando, a mio avviso) il nome di battaglia del gruppo. Ma così è la vita, anche i migliori sodalizi prima o poi si sciolgono.
In omaggio ai vecchi Litfiba, ecco due, secondo me, tra le loro più belle canzoni, "Istambul" e "Il Vento".








· 0 commenti
Read More......

Marco Delvecchio, amore oltre la maglia


In un calcio sempre meno dipendente dalle qualità umane dei giocatori e sempre più dominato dal business e dai soldi, dagli inciuci e dai tribunali, dai mercenari e dagli scarponi, mi piace sottolineare la figura di Marco Delvecchio.
Per il suo ritorno da ex all'Olimpico contro la Roma, la curva Sud gli ha tributato cori e canti da brividi, cosa che capita solo ai grandi giocatori. Ma non è che Delvecchio sia un fenomeno con i piedi... è semplicemente uno che in campo ha sempre dato tutto ciò che aveva dentro e che si è fatto amare per i suoi numerosi gol ai cugini laziali durante i derby.
Un uomo semplice, senza troppi fronzoli, sincero e spontaneo.
Mercoledì sera, nelle fila dell'Ascoli, ha segnato il classico goal dell'ex alla Roma: ma nonostante ciò, quando è stato sostituito tutto lo stadio lo ha omaggiato con un lungo applauso e con un coro... una scena commovente che mi ha fatto venire i brividi!
Grazie Supermarco, grazie per tutto ciò che hai dato al calcio... ho ancora il tuo poster in camera e credo ci rimarrà ancora a lungo!






· 0 commenti
Read More......

27 ottobre 2006

Donne al volante, traffico costante...


Donne al volante, pericolo costanteSono anni che lo sostengo a parole, ma adesso un'importante ricerca conferma la mia tesi: l'aumento del traffico nelle città è colpa, soprattutto, delle donne al volante.


Secondo questa indagine, condotta dall' Università Bicocca di Milano e pubblicata sul mensile Quattroruote, ogni giorno le donne prendono l'auto per muoversi in media 3,22 volte, contro i 2,95 spostamenti quotidiani degli uomini. Buona parte del traffico nei centri urbani, quindi, è provocato dalle automobiliste.

"Le nuove forme di impiego flessibile e part-time, che si svolgono in luoghi diversi, le incombenze legate alla gestione della famiglia e dei figli" spiega Francesca Zajckzyc, professore ordinario di Sociologia Urbana e coordinatrice dello studio "uniti a una motorizzazione sempre più intensa hanno determinato un utilizzo degli spazi urbani più intenso da parte delle donne".


Le signore, però, si muovono per tragitti più brevi degli uomini - conclude la ricerca- e hanno una maggiore propensione a utilizzare i mezzi pubblici. Il caos sulle strade cittadine è in crescita e i tragitti diventano più lenti, come conferma la ricerca: in 15 anni il tempo medio passato in auto ogni giorno è aumentato di 20 minuti ed è oggi di circa un'ora. Gli italiani, poi, usano ancora poco i mezzi pubblici: nell'81%dei casi gli spostamenti avvengono con mezzi privati.

Se poi si considera che 7 donne su 10 sono delle imbranate totali al volante, la frittata è fatta!


Quest'articolo appartiene a: Il Blog del Salmo 69


· 0 commenti
Read More......

24 ottobre 2006

Replica dell' A.M.A.M.I.


Non si fa attendere la replica ai dati riportati da alcuni quotidiani nazionali (che io ho semplicemente riportato):

L' Associazione per i Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente (A.M.A.M.I.) ha denunciato alla Procura della Repubblica chi ha diffuso i dati sulle morti per errore medico: “Apprendiamo con sconcerto ed incredulità che, ancora una volta, testate giornalistiche nazionali riprendono e diffondono cifre false, riguardo il tema della sospetta malasanità italiana. Il dato, infatti, dei 90 morti al giorno per errori sanitari non solo è falso, ma non ha alcuna provenienza scientifica o statisticamente attendibile. E’ per questo motivo che oggi mi recherò presso l’autorita’ giudiziaria per querelare gli autori del procurato allarme ottenuto con la diffusione di notizie false. Questi dati non derivano da un Osservatorio italiano ufficiale del fenomeno, che non esiste, non provengono dai Tribunali o Procure della Repubblica, che non ne dispongono Come medico e come rappresentante di una associazione no profit che oggi conta 35.000 associati ed ha come unica mission quella di contrastare le denuncie infondate di malpractice per recuperare e proteggere il rapporto medico - paziente, sento il dovere di contestare e rettificare quanto sia lesivo per tutta la classe medica, basato su dati esclusivamente frutto di fantasia, chiaramente non accertati e sicuramente allarmistici”. E’ il commento di Maurizio Maggiorotti, presidente dell’Amami, l’Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente in replica alle affermazioni provenienti da un convegno svoltosi a Milano e riprese dai media nazionali. “Prendendo per vero il dato, oggi riportato, dei 90 morti al giorno per errori sanitari dovremmo estendere il calcolo in proiezione annuale ed ottenere la cifra di 32.850 decessi causati da errori medici che rappresenta un bilancio di vittime assimilabile ad un conflitto di media portata. Sicuramente errori umani esistono – aggiunge Maggiorotti - vanno prevenuti e combattuti, ma non si può continuare a fare cattiva informazione con titoli scandalistici e sensazionalisti che arrecano danno sia alla classe medica che ai cittadini. C’è bisogno di chiarezza e serenità nell’informazione sanitaria e certamente queste cifre non ne offrono.”


· 0 commenti
Read More......

Sanita' ed errori medici in Italia


Errare, come tutti ben sappiamo, è umano.

Premesso questo, mi risulta alquanto difficile accettare la notizia di oggi, secondo la quale ogni giorno in Italia morirebbero circa 90 persone a causa di un errore medico o della cattiva organizzazione sanitaria.
Secondo l'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), in un anno sono circa 14.000 decessi e 10 miliardi di euro di costi, pari all' 1% del PIL. Roba da matti!


Dei medici per natura mi sono sempre fidato poco e per recarmi da loro devo essere proprio all'ultima spiaggia. Di certo queste statistiche non aumenteranno la mia fiducia nella categoria.


Intendiamoci, ci sono tantissimi medici che meriterebbero un monumento per la loro bravura, onestà e professionalità.
Purtroppo però ci sono altrettanti personaggi, se non la maggior parte, che brillano per incompetenza e disonestà. Ho visto con i miei occhi visite mediche della durata di 3 minuti (cronometrate personalmente) fatte pagare 50 euro. Diagnosi e cure completamente sballate, fatture mai rilasciate, interventi non necessari fatti solo per spillar quattrini.
C'è da dire che in Italia ci sono anche strutture ospedaliere (poche per la verità) veramente efficienti; però quasi tutte sono sulle prime pagine dei giornali (o su Striscia la Notizia) per episodi di malasanità...
E intanto leggiamo che la spesa sanitaria aumenta ogni anno... ma con quali risultati?
Possiamo davvero fidarci dei medici?

Nel dubbio, cercherò di curarmi sempre da solo.


· 7 commenti
Read More......

20 ottobre 2006

Emilio Fede Vs. Paolini al Tg4 - Video


Un video che ha fatto la storia della tv e che è troppo divertente: Emilio Fede contro Gabriele Paolini al Tg4. Complimenti al giornalista che ha avuto la brillante idea di passare il microfono invece dell'auricolare al disturbatore televisivo per antonomasia:





· 2 commenti
Read More......

16 ottobre 2006

La Juventus contro Moggi e Giraudo?


Lo scandalo di "calciopoli" è stato il tormentone sportivo di quest'estate e dei mesi successivi.
Non voglio entrare nel merito di chi ha ragione o di chi ha sbagliato, però fin dall'inizio mi sono sempre posto una domanda: se la Juventus si continua ad affermare di essere lei stessa "vittima" del cosidetto "sistema", perchè non intraprende un' azione legale nei confronti di coloro che, secondo i giudici, gestivano e controllavano quel "sistema"?

Ed oggi finalmente il presidente della Juventus Cobolli Gigli ha rilasciato un'intervista nella quale ipotizza un' azione legale contro Moggi e Giraudo: "Ce lo dovranno dire i nostri legali al termine delle varie fasi della giustizia sportiva che coinvolgono la nostra società - dice - Siamo un'azienda quotata in borsa e quindi dobbiamo far di tutto per dimostrare a noi stessi e agli azionisti che noi tuteliamo gli interessi della società".

Premesso che della Juventus non ho la minima stima e non me ne può fregar di meno, credo che quanto ipotizzato da Cobolli Gigli sia il minimo debba fare una qualunque società che ha visto andare in fumo milioni di euro per colpa, secondo i giudici, delle attività illecite svolte da due suoi tesserati, tra l'altro profumatamente pagati.
Speriamo che alle parole seguano i fatti, e che questo sia anche la prima di una serie di azioni per tutelarsi contro chi nello sport vede solo soldi e business ed è disposto a tutto per ottenerli.


· 1 commenti
Read More......

Quiz e concorrenti - Viva l'Italia!


Su segnalazione di un amico, godetevi questo esilarante siparietto avvenuto a "Tira & Molla" tra Paolo Bonolis e un ascoltatore che partecipava telefonicamente da casa.
Da morire dal ridere!






· 2 commenti
Read More......

13 ottobre 2006

Redditi da lavoro autonomo, che bufala!


Mi pare che la musica non sia cambiata... i lavoratori autonomi, in generale, rubano!
E a chi rubano? Allo Stato e quindi ai lavoratori dipendenti.

Tratto da Repubblica.it:

I gioiellieri e i titolari di bar dichiarano al fisco meno dei 21.500 euro dei maestri elementari ad inizio carriera I proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte Lazio e Campania, denunciano un reddito inferiore 16.000 euro, cioè a quello del loro concittadino che, con la tuta blu, varca da 15 anni il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco. Sotto i metalmeccanici anche la media dichiarata dai tassisti. Ma i paralleli possono proseguire. Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto, mentre nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000).

I dati sono delle ultime dichiarazioni, presentate all'erario nel 2005 dai contribuenti. Li rende noti l'agenzia Ansa. Mostrano la geografia tributaria del popolo delle partite Iva, che riserva molte sorprese. Gli incroci informatici hanno oggi molte possibilità e i tecnici dell'amministrazione fiscale hanno elaborato uno spaccato dei redditi di 50 categorie del lavoro autonomo, suddividendolo per regioni.

I risultati appaiono chiari e certamente saranno tenuti in conto per l'offensiva che il governo ha già preannunciato sul fronte dell' evasione. E' un fenomeno imponente tanto che lo stesso vice-ministro per l'Economia, Vincenzo Visco ha detto ieri in Parlamento che "vi sono province e settori in cui i tassi di irregolarità superano il 50%, situazioni che chiaramente richiedono un'attenzione particolare e la definizione di un ordine di priorità per le iniziative di verifica".

Dalle statistiche sulle dichiarazioni presentate nel 2005 emergono subito i forti contrasti di un'Italia che si infiamma nella lettura delle nuove aliquote Irpef e che discute di evasione fiscale. E - dal pasticcere al notaio, dal pescivendolo all'avvocato, passando per sarti, odontecnici e parrucchieri, tassisti, lavandai e farmacisti - le statistiche fiscali aprono uno scenario che talvolta sembra sfuggire anche alla logica dei luoghi comuni.

Un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese, ma - tirando le somme - a dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l'anno), i sarti in Puglia (4.048 euro annui), i parrucchieri in Campania (6.332 euro), i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l'anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro), i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073), i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).

In Calabria, sulle 50 categorie censite, sono ben 12 (dai pasticceri ai pastai, dai sarti ai lavandai, dai fotografi agli ambulanti dalle mercerie ai tassisti) quelle che denunciano ai fini Irpef guadagni inferiori ai 6.700 euro l'anno, come o meno di pensionato sociale. Ma la Calabria è la regione dove la maggior parte delle categorie dichiara, in media, gli importi più bassi.

I contribuenti autonomi con i redditi più alti sono invece a Bolzano e Trento. Un esempio? Nel Trentino i notai, che sono gli autonomi che dichiarano di più in tutta Italia, denunciano un reddito medio di 922.345 euro. La stessa categoria in Lombardia - dove i prezzi degli immobili sono quel che sono e le operazioni societarie numerose - dichiara sempre un'enormità, ma il valore è un terzo più basso e si ferma a 629.406 euro.

A saltare agli occhi sono i redditi dichiarati dai gioiellieri: la provincia con la media più alta è la Lombardia, dove gli orefici dichiarano 21.533 euro l' anno, come un maestro elementare. In tutte le altre regioni si scende, fino agli 11.990 euro della Calabria e passando per i 14.652 euro (meno di un metalmeccanico) del Lazio.

Al confronto appaiono più ricchi gli imbianchini che dichiarano 21.241 euro nel veneto e 28.455 euro a Bolzano. I gioiellieri toscani dichiarano 19.716 euro, un valore poco distante dai falegnami della vicina Liguria (19170 euro).

Analizzando i dati delle tabelle si scopre che i pasticceri dichiarano in media 6.561 euro l' anno in Calabria e quattro volte di più (23.202 euro) in Valle d' Aosta. La Campania, tra pastiere e zeppole, consente ai pasticceri un reddito medio di 10.825 euro, la metà di quello dei colleghi liguri (20.274
euro) e il 50% in meno dei siciliani, alle prese con cannoli e cassate.

Tra le categorie al centro delle cronache ci sono stati i tassisti. Il loro reddito varia dai 6.145 euro dichiarati in Molise ai 14.411 del Trentino. Nel Lazio, centro della protesta contro il decreto Bersani, il reddito dichiarato è di 12.033 euro, in Lombardia a 11.894. Alla fine per il fisco valgono meno di un imbianchino calabro (12.519 euro).

Una lettura trasversale alle categorie di una stessa regione offre altri spunti. In Lombardia i ristoratori (14.818 euro) e i titolari di Bar (14.830 euro) dichiarano circa 13.000 euro in meno di un meccanico (27.000 euro) e meno della metà di un idraulico (31.224 euro). Il commercianti di auto (16.166 euro) è sotto di 10.000 euro rispetto ad un falegname (26.245 euro).

Il Lazio, tranne che per i tassisti e per i commercianti di ricambi auto perde sempre il confronto con la Lombardia. Gli agenti immobiliari, nonostante i prezzi delle case nella capitale, hanno dichiarato 17.497 euro in media, poco più di un operaio e molto sotto ai 27.614 euro dei colleghi lombardi. A battere gli agenti immobiliari sono comunque i ristoratori laziali che con 11.903 euro sono sotto un pescivendolo veneto.
Attenendosi freddamente ai dati delle dichiarazioni dei redditi, quale mestiere conviene scegliere? Certamente il notaio (redditi tra 216.000 e 864.700 euro) o il farmacista (tra 97.000 e 165.000 euro). Da evitare i sarti (tra 2.200 e 20.000 euro, ma genericamente sotto i 10.000), i fotografi (tra 5259-19.000 euro) o i tassisti (6.175-14.411 euro).

OPPURE CREDETE ANCORA CHE L'IDRAULICO NON DICHIARI UN TUBO?


· 1 commenti
Read More......

Questa finta lotta all' evasione...


Un vecchio detto recita "Di buoni propositi è lastricato l'inferno".

Parto da qui per descrivere l'ennesimo voltafaccia del governo in carica; tra tutte le novità della Finanziaria 2007, una della poche proposte che avevo apprezzato era sicuramente quella relativa alla chiusura temporanea di un esercizio alla prima infrazione fiscale accertata.

Pensavo che nell'ambito di una dichiarata lotta all'evasione fiscale, questo provvedimento fosse la base di partenza per evitare che il dentista, il ristoratore o il gioielliere di fronte a casa continuassero a fare i furbi come negli anni passati, dichiarando somme ridicole nel proprio 730.

Invece oggi leggo che "cambia invece la norma che prevedeva la chiusura da 15 giorni a due mesi per gli esercizi che non fornivano la scontrino fiscale: serviranno tre infrazioni nell'arco di cinque anni per far scattare la chiusura che sarà modulata a seconda dell'importo dello scontrino e ridotta ad un periodo da tre giorni ad un mese se lo scontrino (o la fattura) è inferiore a 50 mila euro."

Quindi ricapitolando:
1) le infrazioni necessarie per far chiudere temporaneamente passano da UNA a TRE.
2) Il periodo di chiusura passa da un minimo di 15 gg a 3 gg e da un massimo di 2 mesi ad 1 mese.
3) La percentuale di scontrini o fatture sotto i 50.000 Euro è del 99%.

Complimenti davvero! Come al solito gli unici che pagheranno le tasse fino all'ultimo centesimo saranno i dipendenti pubblici, quelli privati e gli autonomi onesti....

Se è vero che "il buongiorno si vede dal mattino"... poveri noi!


· 0 commenti
Read More......

12 ottobre 2006

Le Iene e i politici ignoranti - Video divertente


Ha suscitato molto scalpore il servizio de "Le Iene" nel quale Sabina Nobile intervistava alcuni politici italiani fuori dal Parlamento ponendo loro alcune domande di cultura generale spicciola.

Il video è esilarante ma allo stesso tempo lascia nello spettatore un senso di tristezza, in quanto la considerazione drammatica da fare è che questi personaggi dovrebbero rappresentare, quale espressione del voto popolare, noi italiani.
E se noi italiani siamo davvero così ignoranti... beh, c'è da preoccuparsi!!!

Ad ogni modo... VIVA L' A-FA-GHNI-STAN e il DAR-FUR!!!

Per rimanere in tema, guardatevi anche l'onorevole Marantelli a Le Iene.




· 2 commenti
Read More......

8 ottobre 2006

Il piu' grande mago di tutti i tempi


Guardate questo divertente video! E' indubbiamente il più grande mago di tutti i tempi... un vero fenomeno!




· 0 commenti
Read More......

6 ottobre 2006

Icaro Doria: semplicemente un genio!


Forse pochi di voi conoscono Icaro Doria. Francamente non lo conoscevo neppure io, prima che mi inviassero per e-mail alcune creazioni di questo artista brasiliano.
Le immagini, per chi sa un po' di inglese, si commentano da sole... ma voglio aggiungere che secondo me l'idea è originalissima e geniale!

Oltre a quella sottostante, relativa al Brasile, potete trovare altre bandiere (che denunciano le tragiche e amare realtà di certe nazioni) a questo indirizzo:

http://www.brazilianartists.net/home/flags/


· 0 commenti
Read More......

Questo lo facevo anch'io...


Quante volte abbiamo ripetuto la frase "Questo goal lo facevo anch'io" dopo aver visto un calciatore mangiarsi letteralmente una rete davanti al portiere.
Ci sono dei casi, però, in cui i calciatori se ne approfittano... ecco a voi il video con "la sagra dell'errore sotto porta".




· 0 commenti
Read More......

4 ottobre 2006

Gli uomini "Servi della Gleba" - Il video di Elio


Che l'uomo non possa vivere senza la donna è uno dei classici luoghi comuni, ma è anche una tremenda verità.
Che l'uomo, invece, molto spesso diventi uno zerbino della donna è una tragica realtà.

Al giorno d'oggi ci sono un sacco di uomini che dipendono in toto dalla propria partner, eseguendo come dei robot tutti gli ordini che vengono impartiti, senza mai avere il coraggio di dire la propria opinione. La cosa drammatica è che il numero è in costante aumento!

A tutti questi signori, voglio dedicare il divertente video di questa famosa canzone di Elio e le Storie Tese, dal titolo "Servi della Gleba".
E ricordatevi: NON ABBIATE PAURA DI DIRE CIO' CHE PENSATE!




· 0 commenti
Read More......

3 ottobre 2006

Berlusconi come il mago Otelma !


Mi sono imbattuto, girovagando in rete, nel discorso finale di Berlusconi durante l'ultimo duello televisivo con Prodi. A parte il fatto che erano entrambi ingessati come due manichini e pure un po' dislessici, bisogna che faccia una considerazione che va al di là dello schieramento politico: Berlusconi ci aveva quasi azzeccato in toto ed era stato profetico!

A questo punto, propongo che le sue doti divinatorie e di sensitivo vengano riconosciute in tutto il mondo! :)
Guardate il video, ascoltate bene i 3 punti principali che elenca e poi leggetevi sotto i provvedimenti presenti nella Finanziaria 2007:





Punto 1) Da oggi - riferisce il Corriere della Sera - cambia la tassazione per il passaggio di beni con donazioni a titolo gratuito o per successione. Non viene reintrodotta la tassa di successione ma arriva un nuovo trattamento fiscale con aumenti delle imposte ipotecarie, catastali e di registro, anche se non in tutti i casi. VIENE INTRODOTTA LA COSIDDETTA "TASSA SUL MORTO". Leggete QUI per i dettagli.

Punto 2) Fino ad oggi i rendimenti dei titoli di Stato e dei capital gain erano tassati al 12,5% e gli interessi sui conti correnti bancari al 27%.
"In Finanziaria ci sarà l'armonizzazione delle rendite al 20% che dovrebbe portare 2,5 miliardi".
Peccato che il 99% degli italiani tenga un massimo di 5000 euro sul conto corrente ed i pochi risparmi siano investiti in Bot, Cct, ecc.

Punto 3) Il valore catastale di un immobile (anche abitativo) non si misurera' piu' in vani ma in metri quadrati. E' la novita' piu' importante contenuta in un disegno legge delega collegato alla legge finanziaria. La riforma degli estimi dovra' partire entro dodici mesi dall'entrata in vigore della legge, secondo alcuni principi base. In pratica, si passera' all'utilizzo del parametro metro quadrato di superficie, quale "unita' di consistenza cui riferire gli estimi catastali".
Inoltre, ci sara' un aumento del valore degli estimi del 40% per quanto riguarda gli immobili di categoria B, dai collegi ai convitti, dalle scuole ai musei.


· 1 commenti
Read More......

Il Messaggio SMS per i comunisti


Tratto da Repubblica.it:

Era solo questione di tempo. I supporter della Casa delle Libertà ora si scatenano e portano i loro affondi ai sostenitori del centrosinistra con tutti i mezzi possibili. Anche quelli telematici. Sul filo non tanto sottile dell'ironia. L'ultimo messaggio che circola via sms sui telefonini e, naturalmente, via email, prende spunto dal quel famoso "coglioni" rivolto, senza tanti giri di parole, dall'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a quegli italiani che alla vigilia delle elezioni avevano scelto di votare per il centrosinistra.



Che dire... è il minimo dopo tutti gli SMS che sono girati per 5 anni su Berlusconi (alcuni a dire il vero facevano davvero ridere).
Per i nostalgici, ecco qua sotto una raccolta completa:

http://www.sms-pronti.com/cerca_berlusconi.htm


· 0 commenti
Read More......

Arriva LULU - Avanti novelli scrittori !


Chissà quanti di voi amano scrivere per diletto... più di quanto si pensi!
E chissà quanti hanno provato almeno una volta a farsi pubblicare un proprio manoscritto, vedendosi sbattere una o più porte in faccia.
Ma da oggi tutti possono avere la loro opportunità!

E' arrivato anche in Italia LULU, il primo sito internet che permette di pubblicare e di vendere le proprie opere.

Fondata nel 2002 da Bob Young (il Fondatore di Red Hat azienda famosissima nell'open source), Lulu rappresenta il principale mercato editoriale indipendente nel web per il fai da te digitale. È l'unico posto nel web dove puoi pubblicare, vendere e comprare qualsiasi cosa e tutto ciò che è digitale ( libri, musica, fumetti, fotografie, film).
La cosa bella è che i diritti d'autore rimangono... all'autore. Lulu si occupa solo del servizio, quindi visibilità, stampa e vendita, ed ogni 3 mesi invia un assegno con gli eventuali soldi maturati.

Ovviamente, come succede con Ebay o altri servizi simili, il guadagno di Lulu è dato da una percentuale (20%) sul valore del venduto.

Adesso non ci sono più scuse! Carta, penna e calamaio... oh pardon!
Tastiera e monitor e si comincia a scrivere!

In alternativa a Lulu, provate questo altro metodo per Pubblicare e vendere un libro con internet.


· 0 commenti
Read More......

2 ottobre 2006

Il video rap su Prodi per il caso Telecom


Ma la sinistra in Italia non era quella parte politica da sempre e "per definizione" contraria alla censura?
O forse la libertà di stampa ed espressione esiste solo quando la "vittima designata" si chiama Silvio Berlusconi?
Sembra che il video rap su Romano Prodi in Parlamento per il caso Telecom, mandato in onda su Raidue, abbia scatenato un putiferio.
Addirittura alcuni deputati di sinistra hanno scritto al Cda della Rai per far verificare se sia ravvisabile il reato di "vilipendio alle istituzioni"! Roba da matti!

Beh, che dire... un po' di autoironia non farebbe male a questi signori.
Ma in fondo non è nemmeno colpa loro se per 5 anni nessuno li ha presi bene bene in giro!
Si erano semplicemente disabituati!

Ad ogni modo qui sotto potete trovare il video rap su Prodi:




· 25 commenti
Read More......

Finanziaria: Aliquote Irpef per single senza detrazioni


Il Sole 24 Ore smentisce la mia tesi (per una volta sono contento di essermi sbagliato) e pubblica questo "specchietto" per orientarsi tra coloro che non hanno detrazioni a loro carico.

Ad ogni modo, non c'è da essere allegri: infatti per i redditi da lavoro dipendente compresi tra 20.000 euro e 30.000 euro, la busta paga salirà di una cifra compresa tra 25 e 83 euro annui.

Come dire che ci ritroveremo tra i 2 e 7 euro in più al mese! Nemmeno il biglietto del cinema ci paghiamo!
Ah no mi sono sbagliato, il mercoledì sì... perchè è ridotto!

Comunque, ecco sotto il dettaglio:



· 0 commenti
Read More......

Cercare le fotografie per colore: Yotophoto


Tratto da: Downloadblog.it:

Ho trovato un articolo interessante su un sito che permette di trovare le foto facendo una ricerca per colore.... innovativo!

Yotophoto è un motore di ricerca per sole foto che consente di ricercare all'interno del suo database per colore e non solo per argomento. E' possibile scegliere fra 16 milioni di colori grazie al picker (per dirla in breve: la tavolozza dei colori) di cui dispone il motore di ricerca. Yotophoto è un servizio utilissimo per webdesigner, blogger, grafici.

Yotophoto ricerca esclusivamente foto di pubblico dominio, rilasciate sotto una licenza Creative Commons oppure GNU FDL o simili. Questo significa che le foto trovate possono essere utilizzate liberamente dall'utente che dovrà solo rispettare i termini di licenza (ad esempio con alcune licenze è necessario citare l'autore).


· 0 commenti
Read More......

1 ottobre 2006

Irpef 2007: che paghino solo i giovani !


Mi rivolgo a tutti quei giovani come me che hanno meno di 33 anni, non hanno moglie nè figli a carico e guadagnano tra i 18.000 euro lordi e i 33.000 euro lordi. (credo siano, facendo una stima per difetto, l'80% di quelli con meno di 33 anni).

Questa Manovra Finanziaria 2007 del governo Prodi è una vera e propria scure sui giovani !

Infatti, con l'introduzione di 5 aliquote da parte del centro-sinistra, la situazione è la seguente:

23% per i primi 15.000 euro
27% tra 15.000 e 28.000 euro
38% tra 28.000 e 55.000 euro
41% tra 55.000 e 75.000 euro
43% oltre 75.000 euro

mentre prima, con il centro-destra, funzionava così:

23% per i primi 26.000 euro
33% tra 26.000 e 33.500 euro
39% tra 33.500 e 100.000 euro
43% oltre i 100.000 euro

Facciamo degli esempi? Un lavoratore dipendente che non beneficia di detrazioni (o deduzioni, come era l'anno scorso), con uno stipendio di 20.000 euro lordi, prima pagava 2.875 euro di tasse, adesso ne pagherà 2.960 all'anno.

Secondo esempio: stesse condizioni e stipendio di 26.000 euro lordi. Prima pagava 4.255, adesso 4.580 euro.

Terzo esempio: stesse condizioni e stipendio di 33.000 euro lordi. Prima pagava 6.565, adesso 7.020 euro.

Non c'è che fare i complimenti a questa Manovra Finanziaria!
Sembra proprio studiata apposta per aiutare i giovani che vorrebbero mettere su famiglia e magari comprarsi 4 mura per non vivere fino a 40 anni con i genitori!

--------

Aggiornamento: secondo il Sole 24 Ore, ci saranno sgravi fiscali anche per questa categoria di lavoratori. Cliccate QUI per leggere l'articolo.


· 5 commenti
Read More......

30 settembre 2006

Finanziaria: Aliquote fiscali e falsi problemi


I politici italiani sono, fin dalla notte dei tempi, dei fenomeni a vedere la pagliuzza nell'occhio, ma allo stesso modo riescono a non accorgersi della trave che abbiamo conficcata dentro (o meglio: fanno finta di non vedere, e se la trovano fanno di tutto per non levarla).

In questi giorni i nostri politici si stanno scannando sul portare o meno l' aliquota dal 39% al 43% per i redditi sopra i 70.000 euro.

Frasi terrorizzanti sono uscite sia dagli schieramenti di destra che di sinistra... "COLPIRANNO IL CETO MEDIOOOOO!!!"
A parte il fatto che non mi risulta che il ceto medio si assesti sui 70.000 euro lordi annui (ed infatti si sta parlando di meno del 2% dei contribuenti), qualcuno sa di quanto stiamo parlando in soldoni?

Vi semplificherò il calcolo senza considerare deduzioni, ecc.
Prendiamo solo le aliquote nude e crude e facciamo l' esempio di un lavoratore che guadagni 85.000 euro lordi all'anno.
Applicando gli scaglioni dello scorso anno, si troverebbe a pagare:

fino a 26.000 euro --->23% cioè 5.980 euro

fino a 33.500 euro --->33% cioè 2.475 euro (ovviamente il 33% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 26.000, cioè su 7.500 euro).

fino a 100.000 euro --->39% cioè 20.085 euro (ovviamente il 39% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 85.000, cioè su 51.500 euro).

TOTALE= 5.980 + 2.475 + 20.085 = 28.540 euro

Con i nuovi scaglioni, le prime 2 tranches restano invariate.
La differenza sarebbe:

fino a 70.000 euro --->39% cioè 14.235 euro (ovviamente il 39% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 70.000, cioè su 36.500 euro).

oltre 70.000 euro --->43% cioè 6.450 euro (ovviamente il 43% si calcola sulla differenza tra 70.000 e 85.000, cioè su 15.000 euro).

TOTALE= 5.980 + 2.475 + 14.235 + 6.450 = 29.140 euro

Facciamo la differenza ed abbiamo ---> 29.140 - 28.540 = 600 euro
600 euro / 13 mensilità = 46 euro.

Credo che chi guadagni 85.000 euro lordi annui (165 milioni delle vecchie lire) possa pagare (al massimo, senza contare le deduzioni) 46 euro in più di tasse al mese... o no?

Il problema però non è questo!
La maggior parte di queste persone è gente che ha un lavoro dipendente, e che quindi paga le tasse fino all'ultimo centesimo.
Perchè invece non si vuole colpire quelle categorie che hanno sempre evaso le tasse (sappiamo tutti a quali mi riferisco), che magari dichiarano 15.000 euro l'anno ma che poi girano con il SUV, la Mercedes ed hanno la barca ormeggiata in Costa Smeralda?
Cosa ci vorrebbe ad incrociare i dati dei proprietari di questi beni con il loro modello 740?

Caro Prodi (e caro Berlusconi prima), sono queste le cose da correggere!!!


· 1 commenti
Read More......

26 settembre 2006

Il navigatore pazzo che ti da' tranquillita' !


Andare in macchina, specialmente nel caotico traffico cittadino, è una delle cose più stressanti che ci possano essere. Per fortuna la natura umana ci viene incontro!

Con pochi euro al giorno è possibile noleggiare questo splendido esemplare di "navigatore umano", il quale saprà trasmettervi la tranquillità necessaria e vi darà le giuste indicazioni per percorrere migliaia di chilometri nel relax più assoluto.

Non ci credete? Guardate il video e ditemi che non ho ragione!




· 2 commenti
Read More......

Con JAJAH si risparmia anche sui cellulari


Tratto da ITNews:

Jajah sfida Skype. Una nuova net company californiana presenta Mobile Suite, un'applicazione VoIP che permette di effettuare telefonate internazionali dal proprio telefono cellulare a costi contenuti.

Da qualche mese la compagnia offre anche un servizio di Free Global Calling, chiamate gratuite da telefono fisso attivate via Web – oggi. Per la prima volta la telefonia Internet viene messa a disposizione di tutti coloro che utilizzano il cellulare, permettendo finalmente di chiamare all’estero spendendo anche l’87% in meno in media rispetto a Vodafone, TIM, WIND e 3.

Con Jajah Mobile Suite, per esempio, una chiamata di 10 minuti tra Milano e New York costa 1,725 Euro (IVA inclusa e senza addebito di scatto alla risposta), rispetto a 6,5 Euro con Vodafone, TIM o WIND e 4 Euro con 3.

Per poter usufruire di Jajah Mobile Suite è sufficiente scaricare una semplice applicazione dal sito www.jajah.com o inviare un SMS. In questo modo Jajah Mobile Suite è in grado di operare su qualsiasi telefono cellulare, indipendentemente dall’ubicazione geografica, dalla compagnia telefonica o dalla marca del cellulare tesso.

Il costo di ogni chiamata è mostrato in modo chiaro prima dell’inizio della telefonata stessa. Naturalmente Jajah Mobile Suite potrà essere utilizzato anche per le chiamate nazionali da cellulare.

Qui le tariffe (sia nazionali che internazionali) al seguente link: www.jajah.com/info/rates.

Come funziona:

1. Jajah per Symbian OS

E’ sufficiente digitare il numero di telefono internazionale che desidera chiamare e JAJAH dà automaticamente il via alla chiamata attraverso il network JAJAH. L’integrazione avviene direttamente con la rubrica del cellulare.

2. Telefoni cellulari con supporto Java.

Chi possiede un telefono cellulare che supporta applicativi Java deve semplicemente scaricare un’apposita applicazione dal sito www.jajah.com e installarla sul proprio telefono. A questo punto le chiamate JAJAH verranno effettuate proprio come tutte le altre: basterà digitare il numero da chiamare e schiacciare il tasto di invio chiamata.

3. Inviare un SMS a JAJAH Mobile Suite

Con JAJAH gli SMS possono essere utilizzati per dare inizio ad una telefonata JAJAH. Basta inviare un messaggio a JAJAH indicando il proprio numero ed il numero che si desidera chiamare – JAJAH chiama e mette in connessione i due apparecchi.

4. Accedere a JAJAH Mobile Suite attraverso il browser Internet del proprio telefono cellulare.

Con telefoni cellulari è abilitati alla navigazione Internet, la chiamata JAJAH viene effettuata con le stesse modalità con cui si effettuano le chiamate dal sito www.jajah.com.

Basta navigare sul sito www.jajah.com dal proprio cellulare e inserire il numero che si desidera chiamare.


· 0 commenti
Read More......

Ultimo martedì per i minuti gratis di Skype


Oggi finisce la promozione di Skype che regala ogni martedì 20 minuti di telefonate verso i fissi.
Pertanto andate sul sito e prendetevi anche questo bonus!


· 0 commenti
Read More......

25 settembre 2006

Petizione per abrogare l' ammonizione dopo il goal


Il gioco del calcio è sicuramente uno degli sport più belli ed appassionanti del mondo.

Da oltre 100 anni, milioni e milioni di partite sono state disputate seguendo un preciso e completo regolamento che, salvo qualche modifica, è arrivato fino ai nostri giorni.

Come tutti gli sport, anche nel gioco del calcio vi è un obiettivo, che è quello di fare goal.
Il goal pertanto rappresenta forse il momento più intenso di una partita, l'attimo in cui si fondono insieme l'esultanza dei giocatori, il grido e le urla dei tifosi e lo sconforto di chi il goal lo ha subito.

Cosa sarebbe una rete senza l'esultanza dei giocatori?
Si potrebbe paragonare, passatemi la similitudine, ad un rapporto sessuale senza coito.
La corsa del calciatore sotto la propria curva è uno di quei momenti che ti possono rimanere in testa per mesi e rappresenta un breve lasso di tempo in cui tutto è concesso: balli, trenini, ciucci, areoplanini, capriole con salto carpiato, magliette con dediche ai propri cari e chi più ne ha più ne metta tranne... TOGLIERSI LA MAGLIA!

A partire dal 2004, la regola 12 / decisione n°6, all'interno del Regolamento del Gioco del Calcio, cita espressamente così: "Un calciatore che si toglie la maglia dopo aver segnato una rete, sarà sanzionato con un'ammonizione per comportamento antisportivo."

Come uno si leva la maglietta, zac!... Inflessibile arriva l'arbitro con il suo cartellino giallo!
Ma io mi chiedo: cosa diavolo ci sarà di male nel togliersi la maglia dopo aver segnato una rete?
Visto che l'arbitro ha facoltà di recuperare il tempo perduto durante la gara, perchè non comprendere anche quello trascorso ad esultare?

Ma il sig. Blatter (capo della FIFA, ovvero l' ente emittente questa odiosissima regola punitiva) ha mai giocato a calcio?
O forse in gioventù era un mediocre portiere che la notte non riusciva a prendere sonno ripensando a tutti i goals presi e agli attaccanti che puntalmente si toglievano la maglia?

Credo che se conducessimo un sondaggio, il 95% degli amanti del calcio sarebbe a favore dell'abolizione di questa regola.

Allora oggi chiedo l'aiuto di tutti voi per dare la massima diffusione a questa PETIZIONE ON LINE, in cui tutti noi chiediamo alla FIFA di abrogare questa regola assurda.

Inviatela ai vostri amici
, anche stranieri, e fategli firmare questo appello.

Basta cliccare sull'indirizzo sottostante e lasciare il vostro nome, e-mail (che deciderete voi se mostrare o meno) e la vostra squadra del cuore.

http://www.petitiononline.com/yellcard/petition.html

Se raggiungeremo un numero di firme considerevole, invierò il tutto alla FIFA, confidente che la proposta venga seriamente presa in considerazione.

Tutto questo perchè credo che le regole del calcio debbano essere fatte da chi ama e vive questo sport in prima persona e non da burocrati troppo spesso attaccati alle loro poltrone.


· 1 commenti
Read More......

22 settembre 2006

Intramontabili, vecchie foto Polaroid...


Oggi voglio farvi conoscere un sito che permette di rendere le foto nel vecchio e mai dimenticato formato Polaroid.

Basta inserire l' url dell'immagine o fare l'upload, regolare alcuni parametri opzionali (sfondo, angolazione, ecc), inserire una frase ed il gioco è fatto!


Il sito in questione è Photo-notes.net.


Accanto, come potete vedere, c'è il risultato... niente male, vero?


· 1 commenti
Read More......

21 settembre 2006

Il sito dei sosia famosi - I Dentici


Per chi è come me ed ha l'innata inclinazione a trovare somiglianze tra le persone ad ogni angolo di strada, segnalo un blog fantastico gestito da due ragazzi ancora più "pazzi" di me... a dire il vero sono anche un po' invidioso per non averci pensato prima di loro!

Personalmente, voglio contribuire alla loro causa e quindi ho già segnalato loro alcuni sosia che hanno prontamente pubblicato (ovviamente devono essere personaggi conosciuti).
D' ora in avanti, regolarmente, andrò a dare una sbirciatina per godermi gli aggiornamenti.


L'indirizzo è Identici.net.


· 1 commenti
Read More......

20 settembre 2006

Il taglio del cuneo fiscale? Ci andiamo in pizzeria !


E' dall'inizio dell'ultima campagna elettorale che si parla tanto del taglio di 5 punti del cuneo fiscale.
Cavallo di battaglia del centro-sinistra guidato da Prodi ed ipotesi irrealizzabile per il centro-destra, in mesi e mesi di discussioni qualcuno ricorda almeno un politico che si fosse degnato di fare una stima dell'effettivo risparmio in busta paga per il lavoratore?

Ci ha pensato ieri il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, a svelare il mistero: il famoso e traumatico taglio di 5 punti del cuneo fiscale non sarà altro che la misera somma di 20-30 euro in più al mese. Come dire... 2 pizze in più, oppure 4 cinema o mezzo serbatoio di benzina.
Vabbè, meglio di nulla... tutto fa, come disse chi sputò in mare.

Sarebbe tutto apprezzabile, se non fosse però che sempre ieri è stato stimato un aumento annuo medio delle bollette di luce e gas, rispetto al 2005, di circa 150 euro.
La benzina, nello stesso periodo, è rincarata del 10%.

E così, come al solito, lo Stato con una mano ti dà (poco) e con l'altra ti toglie (anche le mutande!).


· 9 commenti
Read More......

19 settembre 2006

"Canon" by Funtwo - Il video più visto su Youtube


E' il video più visto di Youtube e solo per questo lo avrei dovuto già postare.
Però mi sembrava banale, e allora non l'avevo neppure cercato in rete, nonostante ne avessi sentito parlare su molti siti.
Poi oggi casualmente ho ascoltato il pezzo di chitarra, ed è davvero carino! L'autore si chiama Funtwo, il brano si intitola "Canon".

Se volete anche voi imparare a suonare la chitarra in questo modo, provate il video corso on line gratuito.




· 0 commenti
Read More......

Il figlio che tutti noi vorremmo avere...


Giuro che se mai avrò un figlio e un giorno mi dovesse fare gli stessi versi di questo ragazzino tedesco davanti ad un computer, non esiterò a dargli tanti di quegli schiaffoni, ma così forti da farlo arrestare in provincia di Enna per vagabondaggio!




· 1 commenti
Read More......

Il calcio di rigore più ripetuto della storia !


Ci lamentiamo tanto degli arbitri italiani, ma cosa sarebbe successo qui da noi se un direttore di gara avesse fatto ripetere il calcio di rigore per ben 6 volte???
Ebbene sì, è successo davvero !


Il rigore è relativo alla partita di calcio Serbia-Tunisia, svoltasi nel 2004 ad Atene durante le ultime Olimpiadi. Serbia e Tunisia stavano pareggiando per 1-1, quando al 35° minuto del secondo tempo l’arbitro tahitiano Charles Ariiotima assegna un rigore alla Tunisia: l’attaccante Mohamed Jedidi posiziona il pallone sul dischetto e segna, ma il gol è annullato perché, secondo l’arbitro, i suoi compagni di squadra tunisini erano entrati in area prima del tiro. Il rigore viene ripetuto altre due volte ed annullato per lo stesso motivo.

Al quarto tentativo, il portiere serbo Nikola Milojevic blocca la palla, ma il rigore è invalidato perché i suoi compagni di squadra sono entrati prima del previsto in area di rigore. Anche il quinto rigore viene parato e poi annullato per irregolarità, e soltanto al sesto tentativo, andato a buon fine, l’arbitro assegna il gol alla Tunisia. La partita si era poi conclusa 3-2 per la Tunisia. Guardate il video sotto, da non credere!




· 0 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.