Related Posts with Thumbnails

15 marzo 2006

Duello Berlusconi-Prodi: commenti post partita


categorie: Italia, Politica

Ieri sera si è consumato il primo atto dello scontro tra Prodi e Berlusconi.
Difficile dire chi abbia vinto o chi abbia perso... mi fa ridere chi dice che abbia stravinto Prodi, ma d'altra parte anche Berlusconi, secondo me, è stato al di sotto delle aspettative. Alla prima inquadratura di Prodi, francamente non ho saputo trattendermi dal fare una frogorosa risata da solo sul divano: appena uscito dal parrucchiere, senza il nido di merlo in testa, con quel suo faccione era davvero ridicolo. Berlusconi invece si presentava come al solito inappuntabile.
Ma veniamo ai contenuti e all'esposizione. All'inizio erano tutti e due tesi come corde di violino, tremolanti e balbuzienti come non mai; successivamente si sono sciolti un po', ma mai troppo. Berlusconi ha sciorinato i soliti numeri, sui quali Prodi ha replicato male in quanto dati reali e non inventati. Per il resto il copione del premier è stato uguale agli ultimi 10 interventi televisivi: ha sempre cercato di rigirare il discorso su quanto di buono è stato fatto dal governo. A volte è stato convincente, altre volte un po' meno.
Quello che non mi è piaciuto di Berlusconi è il fatto di non essersi preparato adeguatamente ai tempi ristretti del dibattito... ok, lui sarà pure logorroico, ma le regole le sapeva e doveva prepararsi dei mini-comizi di 2 minuti e mezzo. Non mi è piaciuto il fatto che avesse spesso lo sguardo abbassato sul foglio, come non mi ha soddisfatto il discorso finale, in cui ha criticato le regole e si è incartato sul finale senza metterci troppa grinta come suo solito. Ecco, il premier era un po' spento, ma con queste regole era immaginabile, anzi credevo peggio. Nel complesso però non è andato male ed ha dimostrato che comunque questo governo ha lavorato molto, a volte sbagliando, ma come si dice.... chi non fa, non sbaglia.
Veniamo a Prodi: io l'ho trovato di un'inconsistenza paurosa. Non è mai stato convincente, non è mai riuscito a far capire cosa intenderebbe fare la sinistra se andasse al governo e come riuscirebbe a mettere in atto quel poco che si è capito dalla loro enciclopedia-programma. Il più delle volte si vedeva che non sapeva come riempire il tempo che aveva a disposizione, arrancava nei discorsi prendendo tempo.
Secondo me il probema di Prodi è che non crede nemmeno lui a ciò che dice... l'ha detto anche lui "Io non ho più nulla da chiedere". Ma che vuol dire??? Non ha grinta, non ha carisma e anche quando fingeva di spronare gli italiani era patetico. Mi ha suscitato un misto tra tenerezza e pena.
Un' ultima critica la voglio fare ai 2 giornalisti: ma che domande hanno fatto? Alcuni temi fondamentali sono stati completamente saltati, per parlare di cose che francamente agli italiani non interessano tanto.


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


1 commenti:

Innovator ha detto...
 

Prodi non ha voluto far capire ciò che farebbe se vincesse per fare un regalo agli italiani che, altrimenti, avrebbero passato una notte insonne. Clandestini a migliaia, Caruso e Bertinotti che danno le direttive su come rovinare l'Italia, un travestito in Parlamento e matrimoni gay, i giornalisti più faziosi che tornano in tv...


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.