29 giugno 2006

Sbloccare il telefonino non è un reato


Tratto da Repubblica.it:

"Craccare" un telefonino non è reato penale. Quei 500 mila italiani da un anno nel mirino della magistratura perché hanno sbloccato i "lacci elettronici" che impediscono di utilizzare il loro cellulare "3" con la scheda di un altro gestore possono tirare un sospiro di sollievo. Lo ha deciso il giudice milanese Gianluca Braghò chiedendo l'archiviazione del procedimento aperto nel luglio 2005 in seguito ad una querela presentata da H3G, la società che controlla il marchio "3" e da LG Electronics. Nessun rischio di tipo penale, quindi, né per i possessori dei telefonini né per la miriade di "chioschi" che in passato reclamizzavano apertamente la possibilità di sbloccare i videofonini per 20 o 30 euro.

La storia è semplice. Per consolidare la propria posizione nel mercato "3" ha venduto milioni di sofisticati videofonini a prezzi molto convenienti, anche ad un terzo o a un quarto del loro valore. L'unica condizione era l'impegno a restare fedeli per almeno un anno (più spesso due) alla stessa "3". A difesa di questa promessa faceva buona guardia l'operator lock, un dispositivo elettronico che in teoria avrebbe dovuto bloccare il telefonino qualora si fosse cambiata la Sim con quella di un concorrente. In teoria. Perché secondo la polizia mezzo milione di italiani si sono fatti sbloccare il cellulare grazie ad un software reperibile su Internet. E hanno quindi utilizzato le schede ricaricabili a buon mercato dei gestori concorrenti.

Nel luglio del 2005 la "3" è ricorsa alla magistratura ipotizzando reati come accesso abusivo ad un sistema informatico, frode informatica, detenzione abusiva di sistemi d'accesso. E ha chiesto al giudice di intervenire "per ripristinare la legalità nel mercato dei servizi per la comunicazione mobile". Secondo il giudice, però, le richieste de la "3" sono infondate. Il motivo: il telefonino è di proprietà dell'utente che, per definizione, non può violare qualcosa che è suo.

"Anche il buon senso", è scritto nella sentenza, "suggerisce che il cliente una volta ricevuto il video telefonino si comporta uti dominus potendo utilizzarlo a suo piacimento". Quanto allo sblocco del cellulare "altro non è che una violazione contrattuale". Insomma, niente di penale. Al massimo "3" potrebbe fare una causa civile ai suoi clienti.

Braghò osserva inoltre che "in base ad un'indagine a campione" effettuata fra i rivenditori di "3" gli acquirenti dei videofonini "difficilmente sono posti nella condizione di conoscere le clausole contrattuali poiché al momento dell'acquisto non viene sottoscritto alcun contratto". Anzi, nella richiesta di archiviazione si precisa che nei locali di vendita non sono affisse le condizione generali di contratto. E dunque, anche per questo motivo, va escluso il dolo.


· 1 commenti
Read More......

27 giugno 2006

Italiani "cinesi" dei ticinesi !


Chi di spada perisce, di spada ferisce.
No, non è un errore! Ho invertito volutamente il proverbio perchè ho letto una notizia curiosa ed anche un po' allarmante.

Siamo diventati "I CINESI" dei TICINESI !

Ebbene sì! Noi italiani ci lamentiamo tanto che gli extracomunitari vengono qui a rubarci il lavoro, adeguandosi a stipendi più bassi e praticando a loro volta prezzi inferiori rispetto ai nostri, ma poi facciamo lo stesso.

Infatti ogni giorno migliaia di italiani oltrepassano la frontiera con la Svizzera per recarsi nel Canton Ticino a lavorare, soprattutto nel ramo dell'edilizia, esigendo dei costi di manodopera che sono quantificati in meno della metà di quelli dei coloro colleghi svizzeri.
Tutto questo grazie all'accordo bilaterale sulla libera circolazione della manodopera entrato in vigore l'anno scorso.

Ed ora gli Svizzeri si lamentano, esattamente come facciamo noi con i "nostri" extracomunitari.
Ci sono state addirittura risse tra lavoratori, e le imprese elvetiche hanno avuto un calo di lavoro che oscilla tra il 30% e il 40%.

Ma non sarebbe molto meglio che ognuno lavorasse a casa propria???


· 2 commenti
Read More......

26 giugno 2006

Italia: Avanti TOTTI !


Che Lippi fosse un uomo fortunato è cosa nota, ma che fosse anche un mediocre allenatore è abbastanza pacifico (d'altra parte i suoi grandi risultati sono stati ottenuti solo alla Juventus, e questo dice tutto).
Oggi contro l'Australia del tanto decantato Hidding avrebbe vinto anche una squadra di serie B, ma noi siamo riusciti a passare per il rotto della cuffia con un rigore molto dubbio al 93°...

Innanzi tutto vorrei capire da Lippi che senso ha far giocare a Totti le prime 3 partite "per fargli ritrovare la forma" e poi lasciarlo fuori quando la condizione fisica è in netto miglioramento.

Secondo: vorrei capire cosa ci faccia un giocatore come Iaquinta in un mondiale.
Uno che quest'anno ha fatto pochissimi gol, mentre a casa è rimasto un giocatore come Lucarelli.

Terzo: vorrei capire qual è il gioco dell'Italia, a parte i lanci lunghi di Pirlo e Materazzi.

Ci sono giocatori partiti oggi titolari nell'Italia che sono in delle condizioni disastrose: a parte il già citato Iaquinta (inesistente), Pirlo è più lento di un bradipo, sembra giochi con le ciabatte (lo giustifico solo perchè è alla 61° partita quest'anno) e sta i campo solo per i calci piazzati. Del Piero non ha inciso per nulla, non crea ed è fuori condizione, Toni non ne imbrocca più una.
E meno male che dietro ci sono 2 monumenti come Cannavaro e Zambrotta, senza dimenticare un grande Buffon, altrimenti chissà dove saremmo adesso e di cosa staremmo a parlare.

Ma per fortuna a 20 minuti dalla fine è entrata "la luce".
Pochi palloni giocati, ma tutti utilizzando più il cervello che non i piedi.

E quando il generoso arbitro spagnolo (che sull'espulsione di Materazzi era stato troppo intransigente) ha decretato il rigore al 93°, sono usciti fuori 2 attributi che solo i grandi campioni possiedono.
Rigore battuto perfettamente, nonostante una pressione inimmaginabile.

Grazie Francesco Totti, hai dimostrato che l'Italia non può fare a meno di te.

Credo che gli italiani lo abbiano capito, soprattutto coloro che chiedevano a gran voce la sua esclusione per questa partita.
Speriamo che adesso lo abbia capito anche Lippi.


Qui sotto potete vedere il video col l'azione del rigore su Grosso e il gol di Totti... da notare gli occhi di ghiaccio prima dell'esecuzione!




E questo è il video con tutta l'azione (che parte con un lancio di Totti...) ed il commento del mitico Fabio Caressa:





· 0 commenti
Read More......

25 giugno 2006

Come bypassare un proxy server usando Google


Come bypassare proxy aziendali ed unversitari,  come aggirare proxy aziendaleSpesso ci è capitato di dover bypassare (scavalcare) il proxy server aziendale dell'ufficio, quello della scuola o dell'università per poter visitare siti ai quali non era possibile accedere in quanto inseriti nella cosiddetta "black list" o lista nera degli indirizzi web proibiti, come ad esempio Facebook, Myspace, Youtube ed altro.


Ci potremmo affidare ai proxy anonimi, ma prima di ciò potremmo provare un trucco per utilizzare Google direttamente come fosse un proxy, utilizzando la funzione "translate".

Per i siti in italiano basta copiare ed incollare l'indirizzo:

http://www.google.com/translate?langpair=en|it&u=www.sitobloccato.com

dove www.sitobloccato.com è la pagina web che volete visitare e che non riuscite a visualizzare.

Per i siti in inglese invece l'indirizzo è questo:

http://www.google.com/translate?langpair=it|en&u=www.sitobloccato.com

In questo modo il proxy aziendale/universitario si collegherà a Google e non al sito bloccato, quindi per voi sarà un gioco da ragazzi navigare dove prima non potevate.

Purtroppo il trucco a volte non funziona, e questo avviene nel caso in cui il proxy blocchi gli indirizzi che presentano all'interno una determinata parola presente nella black list (es. Facebook, Myspace).
In questi casi per aggirare il problema potete utilizzare alcuni proxy per navigare anonimi, eccone alcuni e se ne avete altri segnalateli nei commenti:


Lasciate un commento se il metodo vi è stato di aiuto e poi fatevi un giro per il blog, ne scoprirete delle belle.


· 42 commenti
Read More......

23 giugno 2006

Totti e il suo cucchiaio - Il video


Visto che in tanti oggi attaccano Totti ed il suo "cucchiaio" per i tentativi non andati a buon fine durante Italia-Repubblica Ceca, credo sia giusto RINFRESCARE la memoria, grazie a questo bel video con i migliori gol con pallonetto del capitano della Roma:






Quest'articolo appartiene a: Il Blog del Salmo 69


· 1 commenti
Read More......

L' Orso e il Coniglio


Ricordatevi una cosa:

Dobbiamo pensare bene prima di rispondere
anche alla domanda più semplice...




· 0 commenti
Read More......

Calciopoli: chi e come verrà penalizzato?


Tratto da Alice Sport:

Non c'è dubbio: per la Juventus ci sarà una mega stangata con ipotesi, concreta, di revoca di due scudetti, assegnazione all'ultimo posto in classifica nell'ultimo campionato e retrocessione in una Serie inferiore, probabilmente in C.

Fiorentina e Lazio rischiano anche loro la B o la C, il Milan vacilla tra una forte penalizzazione da scontare nella classifica dello scorso anno e in quella di quest'anno e la retrocessione in B.

Ad essere stati violati, secondo il Procuratore Palazzi sono stati gli articoli 1, 2, 6 e 9 del codice sportivo.

L'articolo 1 parla di rispetto della probità e lealtà sportiva: la sua violazione comporta una penalizzazione in punti.

L'articolo 2 parla della responsabilità delle persone fisiche e delle società per le quali, in caso di attività illecita, c'è coinvolgimento fino a prova contraria.

L'articolo 6 parla di illecito sportivo il determinarsi del quale comporta la retrocessione in una serie inferiore.

L'articolo 9 comporta la responsabilità oggettiva delle società in caso di dirigenti o collaboratori esterni protagonisti di illecito.

JUVENTUS
Articoli violati: 2, 6 e 9 (responsabilità diretta)
Dirigenti: Moggi (artt.2 e 6), Giraudo (artt. 2 e 6)
Accusa: Atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato delle partite: Lecce-Juve, Juve-Lazio, Bologna-Juve, Juve-Udinese
Responsabilità: diretta
Sanzione minima: Retrocessione in Serie B
Sanzione massima: Retrocessione in Serie C2
Sanzioni accessorie: Revoca degli scudetti 2004/2005 e 2005/2006

MILAN
Articoli violati: 2 e 6 (responsabilità oggettiva e diretta)
Dirigenti: Galliani (art.1), Meani (artt. 1 e 6)
Accusa: Atti diretti ad alterare il corretto svolgimento o il risultato della partita: Milan-Chievo
Responsabilità: oggettiva
Sanzione minima: penalizzazione di uno o più punti in classifica. Se inefficace la sanzione può essere applicata nella stagione che sta per partire.
Sanzione massima: retrocessione in Serie B

FIORENTINA
Articoli violati: 2 e 6 (responsabilità diretta)
Dirigenti: Andrea Della Valle (art. 6), Diego Della Valle (art. 6), Sandro Mencucci (art. 6)
Accusa: atti diretti ad alterare il corretto svolgimento o il risultato delle partite: Bologna-Fiorentina, Chievo-Fiorentina, Lazio-Fiorentina, Fiorentina-Atalanta, Lecce-Parma
Responsabilità: diretta e oggettiva
Sanzione minima: retrocessione in Serie B
Sanzione massima: retrocessione in Serie C2

LAZIO
Articoli violati: 2, 6 e 9 (responsabilità diretta e presunta)
Dirigenti: Claudio Lotito (art. 6)
Accusa: atti diretti ad alterare il corretto svolgimento o il risultato delle partite: Chievo-Lazio, Lazio-Parma, Bologna-Lazio, Lazio-Brescia
Responsabilità: Diretta e presunta
Sanzione minima: Retrocessione in Serie B
Sanzione massima: retrocessione in Serie C2

I seguenti arbitri rischiano la radiazione per la violazione dell'articolo 6: Bertini, De Santis, Dondarini, Messina, Paparesta, Rocchi, Rodomonti, Tagliaventi. I seguenti guardalinee rischiano la radiazione per la violazione dell'articolo 6: Babini, Puglisi. I seguenti dirigenti federali rischiano la radiazione per la violazione dell'articolo 6: Carraro, Mazzini, Ferri, Lanese, Bergamo, Pairetto. Hanno violato l'articolo 1: Mazzini, Lanese, Bergamo, Pairetto, Mazzei, Ingargiola.


· 0 commenti
Read More......

22 giugno 2006

Roberto Baggio, i video del divin codino


Oggi ho voglia di postare questa clip con i migliori goal di quel fenomeno di Roberto Baggio, un grandissimo campione che tutto il calcio mondiale rimpiange.

"A veder giocare Baggio ci si sente bambini, Baggio è l'impossibile che diventa possibile, una nevicata che scenda giù da una porta dal cielo" Lucio Dalla.





· 3 commenti
Read More......

20 giugno 2006

Pirateria musicale e costi di produzione di un CD


Mi ha scritto oggi una persona per rispondere a un mio post di un po' di tempo fa sulla pirateria musicale, i costi di produzione di un CD e concerti live che potete leggere QUI.

Mi ha autorizzato a pubblicare la sua lettera, ovviamente nel completo anonimato, e io son ben felice di riportarla per chiarirsi tutti un po' le idee:


Carissimo, ti scrivo un email perchè ho letto su LIBERO un estratto da un tuo blog relativo ai Download di musica. Io di proffessione produco e realizzo musica e in questo tuo articolo ed in molte risposte ho letto delle cose allucinanti.

Intanto il lavoro che c'è dietro alla realizzazione di un brano musicale, di un album o di una compilation è veramente notevole, senza parlare dell'aspetto artistico e creativo che andremo a scrivere fino a domani....

Ti assicuro che questo lavoro non è una passeggiata ed il prezzo di vendita della musica è abbastanza giustificato. Poi per quanto riguarda l'affermazione "personalemte credo che il prezzo giusto per una canzone sia quello dei vecchi Juke-box, le 500 lire di una volta"...non la condivido affatto e credo che tu non sappia cos'hai scritto.

I costi sono aumentati in tutto e penso che te ne sarai accorto anche nella tua vita di tutti i giorni... allo stesso modo ce ne siamo accorti noi che facciamo musica: quando acquisto un CD vergine, pago la bolletta ENEL, pago i musicisti, i cantanti, la SIAE, i ricambi per il computer dello studio, il tecnico, la bolleta del telefono, la Pubblicità, il corriere espresso per le spedizioni, la segretaria, il commercialista, le tasse ecc.. ecc.. fidati che con le VECCCHIE 500 Lire come ricavo ci faccio ben poco.

Per esempio prova ad andare a comprare un kilo di pane (che costava 250 lire anni fa ) con 5 centesimi di euro, secondo me il negoziante ti ride in faccia, oppure prova a fare il pieno di benzina con le vecchie 40 mila lire. Giusto per darti un dato, uno dei tanti aspetti relativi ai costi che incidono nel mio lavoro, se vuoi che una canzone funzioni, abbia successo, parlo di "singolo", devi fare promozione, ovvero "pubblicità" cioè radio, tv, giornali ecc..., sai cosa può costare promuovere a esempio una compilation ? dai 10.000 euro stando bassi fino a 200.000 e oltre se vuoi anche fare spot TV nazionali.

I tuoi calcoli sui ricavi sono errati, un supporto CD vergine costa a noi circa 0,20 €, costo di master 250 €, poi aggiungi 0,80 € di SIAE a compilation (motiplica per una prima stampa di 1500 copie), costo di stampa + cellophanatura trasporto ecc arrivi circa a 3,00 € a CD "finito". Aggiungi il grafico per la realizzazione copertina circa 500 / 800 €, eventuale DJ che te la mixa 1000 € se non è molto famoso altrimenti vai anche a 5 / 10.000 €, realizzazione spot radiofonico nazionale 200 €, e non vado oltre... Condidera che il materiale deve essere distribuoti e per questo esistoni i "distributori" che vendono ai negozi e ci devono guadagnare pure loro... Fai due calcoli adesso e vedi quanto rimane.

Ti faccio un esempio tangibile: la Lavazza per il caffè fa pubblicità così come la faccio io per la musica però mi sembra che il caffè al bar si paghi...o lo si scarica gratis ? Quanto costa un caffè adesso e quanto costava anni fa ? Idem per il supermercato, l'autobus, la benzina ecc ecc.. Vedi il telefonino che tutti hanno, usano e si fanno fregare dalle compagnie senza dire niente... spedere 15 € per una compilation è troppo, però l'ultimo Nokia da 350 € cel'hanno tutti...come mai ?

E' bene ricordare che chi fa musica fa un "lavoro" come tutti e per il quale è giusto guadagnare per vivere. CIAO


Io ho risposto così:

Ciao! Intanto ti ringrazio di avermi scritto così almeno mi posso chiarire le idee su alcuni punti.
Ad ogni modo vorrei chiarire quanto ho scritto... diciamo che la mia era un po' una provocazione ed ero consapevole di esagerare, però fino ad un certo punto.
Sicuramente i costi da sostenere sono molteplici (tutti quelli che hai elencato e anche di più), però mi hai scritto che alla fine il costo del CD finito è di circa 3 euro.
Poi ci sono i costi fissi che vanno spalmati sul numero di copie vendute.
Supponiamo che si arrivi a 4 euro a CD.
Quello che dico è che non mi sembra giusto trovare un CD nei negozi in vendita a 18 euro, quindi oltre 4 volte il prezzo di produzione.

Tu mi dirai: "Anche per le zucchine è così!".
E infatti le zucchine a 4 euro al chilo non le compro.

Allora mi chiedo: come ha fatto Biagio Antonacci a mettere in commercio il proprio CD a 10 euro? Sicuramente non ci sarà andato in rimessa.

E questa politica lo ha premiato perchè ha venduto tantissimo e ha fatto il pienone nei palazzetti nell'ultima turnee.

Con questo discorso mi ricollego all'articolo del BLOG, dove sottolineavo che, nonostante la pirateria sia una piaga, per certi versi è un veicolo per le esibizioni live degli artisti, i quali attraverso il download illegale dei brani acquisiscono nuovi potenziali spettatori ai concerti.

Mi risponde lui:

In merito ai costi, ti facevo l'esempio di una "compilation"perchè una delle risposte nel blog di libero era proprio su questo. Il CD "finito" a 3 euro 3,50 circa è quelo che costa a me senza iva se stampo all'estero (cosa da fare se ci vuoi stare dentro) che riguarda la stampa delle canzoni sul supporto fisico + stampa grafica di copertina.
Poi aggiungi le varie iva trasporto ecc.. Considera che le indipendenti, quindi non ti parlo di Biagio Antonacci, vendono intorno alle 800 / 1500 copie se va "benissimo" di una compilation.

Nella catena ci devi mettere come costi:
a) una percentuale sui ricavi da dare ad ogni singolo artista che ti ha dato la sua canzone che hai inserito nel CD (incaso di compilation)
b) il ricarico del distributore
c) il ricarico del negoziante

Facendo i "conti della serva" facciamo esemplificando che ognuno ci ricarica 5 € ...quindi 5 a me, 5 al distributore, 5 al negozio fanno 15 € che è il prezzo di vendita medio di una compilation dance con dei brani decenti.
Ora io di quei 5 € me ne rimangono 2 se sono bravo.
Ci sono anche compilations vendute a 10 ? ma in questo caso chi ci "rimette" o meglio chi ci prende meno è il proprietario dei brani che li "cede" ad una percentuale minore rispetto ai cd venduti a "prezzo pieno".
Mediamente su un mio brano incluso in una compilation fatta da altri io prendo 10 centesimi a copia venduta. fai conto di vendere 800 copie... dopo due pieni di benzina e una cena sei già in passivo.
Ritornando al discorso di Biagio, ha fatto bene a fare la politica che noi indipendenti facciamo da molto tempo ovvero abbassare i prezzi però considera che chi alla fine prende meno in tutta la catena è l'artista ovvero colui che ha pensato, studiato, realizzato, registrato, suonato e cantato il suo pezzo.
E' un lavoro migliore che spaccare le pietre a 35 gradi al sole, ma non è facile comunque. Concludendo, se vuoi mettere la mia risposta sul blog fai pure, spero chiarisca le idee a tanti che scaricano musica illegalmente.


· 5 commenti
Read More......

18 giugno 2006

Numerologia e Coppa del Mondo 2006


Attraverso la numerologia possiamo sapere in anticipo chi vincerà il campionato del mondo 2006:

Il Brasile Ha vinto la coppa del mondo nel 1994. Prima di quella, la vinse nel 1970.
Se sommiamo:
1970 + 1994 = 3964

L' Argentina ha vinto l'ultima volta nel 1986. Prima di quella, solo nel 1978. E:

1978 + 1986 = 3964

La Germania ha vinto nel 1990. Prima di quella, nel 1974. Guarda un po':

1990 + 1974 = 3964

In questo modo avremmo potuto scommettere sul vincitore della coppa del mondo 2002, che sarebbe dovuta essere la stessa squadra che vinse nel 1962. Infatti:

3964 - 2002 = 1962

Il Brasile vinse nel 1962! E infatti nel 2002 ha vinto il Brasile di nuovo.

Quindi la numerologia sembra davvero funzionare!
Chi vincerà allora quest'anno la coppa del mondo 2006???

3964 - 2006 = 1958

E chi ha vinto nel 1958???

IL BRASILE !!!


· 3 commenti
Read More......

16 giugno 2006

Un caffe' al giorno allunga la vita


Gli italiani sono il popolo più longevo del pianeta?
Forse questa caratteristica è dovuta in parte al nostro consumo quotidiano di caffè. Di seguito riporto un articolo tratto da Ansa.it:

Il caffe' protegge il fegato dai danni provocati dall'alcol, primo fra tutti la cirrosi. Emerge dallo studio statunitense pubblicato sugli Archives of Internal Medicine e condotto da Arthur Klatsky, del Kaiser Permanente Medical Care Program. La nuova ricerca conferma quanto gia' avevano di recente evidenziato, dopo la revisione di numerosi studi sull'argomento, scienziati italiani diretti da Carlo La Vecchia, dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano.

Secondo il nuovo studio, che per 20 anni ha seguito 125.580 persone, il consumo di una tazzina di caffe' al giorno e' associato a una riduzione del 22% del rischio di cirrosi, consumare da una a tre tazzine al giorno riduce ulteriormente il rischio del 40% e consumarne quattro riduce il rischio dell'80%.

Poiche' il te' non ha mostrato la stessa capacita' protettiva, i ricercatori ritengano che a difendere il fegato dai danni dell'alcol debba essere una sostanza contenuta unicamente nel caffe', quindi non la caffeina quindi. Del resto gia' i ricercatori italiani avevano lasciato cadere il sospetto su alcuni composti antiossidanti dei quali il caffe' e' particolarmente ricco, soprattutto i diterpeni. Tuttavia il vero segreto del caffe' resta tutto da scoprire.

La ricerca italiana, presentata da Alessandra Tavani, aveva dimostrato che la bevanda piu' amata dagli italiani protegge il fegato da malattie gravi come la cirrosi epatica e il tumore, soprattutto quando la persona e' ad alto rischio perche', per esempio, e' un forte bevitore di alcolici.

Gli studiosi americani hanno concentrato l'attenzione sulla cirrosi provocata dal'alcol, elaborando una vasta mole di dati raccolti tramite visite volontarie dal 1978 al 1985. Delle persone seguite, 330 avevano avuto una diagnosi di cirrosi entro il 2001, e 199 di questi erano stati colpiti da cirrosi alcolica. La riduzione di rischio della cirrosi associata al consumo di caffe' e' provata dalla presenza nel sangue della gamma-glutamil transferasi (GGT) e di altri enzimi epatici che sono indicatori della malattia. Maggiore e' il consumo di caffe', minore risulta la presenza di tali enzimi nel sangue.

Nel frattempo, ha raccomandato Adolfo Francesco Attili, Ordinario di Gastroenterologia presso l'Universita' di Roma La Sapienza, meglio non dimenticare che troppi caffe' possono dare disturbi, come tachicardia e difficolta' ad addormentarsi.

''Questi risultati - ha spiegato Attili - non devono invogliare a un consumo esagerato di caffe', ma sono importanti perche' possono portare alla scoperta delle molecole protettive che esso contiene, probabilmente antiossidanti come i diterpeni''. E un'altra raccomandazione viene anche dagli studiosi Usa: ''anche se il caffe' e' un epatoprotettivo, ridurre il consumo di alcol e' l'unico modo di evitare danni al fegato''.


· 0 commenti
Read More......

Amore, ti regalo la Luna !


Ho letto ieri su Repubblica.it un articolo incredibile.

Quando l'ho letto ho pensato fosse una burla, incece è tragicamente tutto vero.

Stanno vendendo la Luna.
Divisa in lotti di 4 mila metri quandrati, ma la stanno vendendo.

Subito mi sono chiesto: "Ma per avere il diritto di vendere un qualcosa, bisogna esserne il legittimo proprietario, o no?"
"Ma da quando la Luna appartiene a qualcuno?"

Invece è così! Roba da non credere!

Il diritto di vendere terreni nel sistema solare si basa sull'intuizione del californiano Hope, che nel 1980 si accorse di una 'svista' nel Trattato Internazionale Spaziale: il documento infatti stabilisce che "nessun governo può attribuirsi il possesso di territorio spaziale", ma nulla vieta a un cittadino di farlo suo. Così Hope, usando lo stesso potere invocato dai coloni americani del vecchio West, ha stilato una dichiarazione di possesso. E ha dato il via al business.

E così i coniugi inglesi Williams hanno acquistato da Hope enormi quantità di terreno sulla Luna e le hanno rivendute, tramite la loro azienda "MoonEstates", in lotti da 4 mila mq alla modica cifra di 20 sterline cadauno, circa 30 euro. Il tutto nel pieno della legalità.

E chi non spenderebbe 30 euro per un vasto pezzo di terreno sulla Luna?
Io personalmente no, ma in tanti lo hanno fatto e così questa scaltra coppia inglese in 4 anni ha raggranellato la modica cifra di 6 milioni di euro.... 12 miliardi di lire!!!

E Francis Williams, forte dei guadagni fino ad ora ottenuti e a dispetto delle critiche, sembra davvero convinto del suo progetto: "Le persone credono che tutto questo sia bizzarro, ma sarà il fenomeno immobiliare del futuro in tutto il pianeta".

Sono già in vendità pezzi di Marte e di Venere, quindi affrettatevi...

P.S. Tra breve qualcuno si impossesserà anche di ciò che respiriamo, quindi prepariamoci ad acquistare migliaia di metri cubi di aria, potrebbero davvero farci comodo!


· 3 commenti
Read More......

14 giugno 2006

Skype integrato con Ebay


tratto da: Vnunet.it

eBay, dopo aver acquisito Skype lo scorso ottobre, ha annunciato cosa se ne farà dell'azienda VoIP dal valore di 4,2 miliardi di dollari
. L'integrazione prenderà la forma di un bottone Skype Me, da affiancare all'elenco dei prodotti in vendita. La divisione Usa di eBay aggiungerà questa nuova funzionalità a partire da settimana prossima. L'interazione via email tra compratori e rivenditori si arricchirà di chiamate voce e text messaging, per avvicinare acquirenti e venditori online, grazie al Voice over Ip di Skype. eBay infine ha annunciato di aver raggiunto 200 milioni di utenti nel mondo.

Mi sembra un'ottima idea! In questo modo il venditore diventerà ancora più interattivo verso l'acquirente grazie al Voip e questo non potrà che favorire le transazioni. Si potranno dunque risolvere a voce o tramite chat questioni non ben chiarite nel testo degli annunci, quali il prezzo della spedizione, eventuali difetti dell'oggetto, compatibilità, ecc, ecc.


· 0 commenti
Read More......

La parita' tra i sessi ? Solo quando fa comodo !


La parità tra i sessi? Dipende su cosa.

Il problema dell'emancipazione femminile è stato spesso affrontato ma mai risolto del tutto.
Prendo questo articolo tratto da Italia.gov.it:

"Il bel paese ha mantenuto a lungo una visione piuttosto arretrata dei ruoli della donna. Madre, sposa, custode della casa ed educatrice dei figli: a lungo questi sono stati gli unici abiti in cui si è potuta calare la donna italiana. Ma alcune tappe della nostra storia restano degne di nota.
A partire dal 1907 quando entra in vigore la prima legge sulla tutela del lavoro femminile e minorile. Lo stesso anno viene rilasciata per la prima volta la patente di guida a una donna, la torinese Ernestina Prola. L’anno successivo, il 1908, viene fondata l'Unione Donne di Azione Cattolica (UDACI), che cerca di opporsi alla laicizzazione della scuola e di promuovere la cultura femminile. I movimenti cattolici avranno un gran peso nella storia dell’Italia, ma anche sul fronte laico c’è una forte mobilitazione in favore delle donne.
Nel 1931 il Fascismo abolisce tutte le associazioni cattoliche e diverse associazioni laiche. Ma di lì a poco scoppierà la seconda guerra mondiale che, assai più della prima, porterà la donna a occupare anche posti di grande responsabilità civile considerati fino a quel momento soltanto “maschili”. Basti ricordare il grande apporto dato dalle donne nella Resistenza. Finita la guerra, in Italia si tiene il referendum per decidere tra “repubblica” e “monarchia” e finalmente anche in Italia (1946) dopo Svezia (1866), Finlandia (1906), Norvegia (1909), Danimarca (1915), U.R.S.S. (1917), Inghilterra (1918), Stati Uniti (1920) e Francia (1945) viene riconosciuto alle donne il diritto di voto. Altro importante traguardo viene raggiunto nel 1950, anno di emanazione della prima legge che garantisce la conservazione del posto di lavoro per la lavoratrice madre.
Anche in Italia le donne cominciano a ricoprire compiti prima riservati esclusivamente agli uomini: nel 1959 nasce il Corpo di Polizia femminile e nel 1961 le donne possono intraprendere la carriera della magistratura e della diplomazia. Altra legge a favore delle donne è emanata nel 1963, quando alle casalinghe viene riconosciuto il diritto alla pensione di invalidità e vecchiaia. Dopo gli anni ’60, anche nel nostro paese, le donne iniziano ad assumere incarichi politici: nel 1976 per la prima volta una donna, la democristiana Tina Anselmi, assume la carica di Ministro e nel 1979 Leonilde Jotti viene eletta presidente della Camera dei Deputati. Dagli anni ’80 in poi le tappe dell'emancipazione femminile si susseguono una dietro l'altra.
Il ruolo della donna è, ormai, giunto ad avere un pieno riconoscimento in tutte le società occidentali.
Le donne hanno fatto passi da gigante ma forse ci sono distanze che è difficile colmare; se si guarda alla storia si scopre che la festa della donna è molto più di un ramo di mimosa, se si guarda il mondo di oggi si scopre che forse c’è ancora qualche motivo per ricordarsi dell’8 marzo."

Le donne hanno chiesto la parità tra i sessi e, piano piano, l'hanno ottenuta.

Ma allora mi chiedo: visto che l'aspettativa di vita in Italia è di 82 anni per le donne e 76 per gli uomini, per quale motivo la donna può andare in pensione a 60 anni (e quindi godere di, in media, 22 anni di erogazioni da parte dell'Inps), mentre l'uomo deve avere almeno 65 anni, per poi percepire la pensione per un periodo, in media, di 11 anni ? (la metà esatta delle donne).

Credo che forse sarebbe necessario rivedere un po' questi limiti, sicuramente troppo penalizzanti per l'uomo, cercando di assottigliare questa differenza.

O la parità dei sessi esiste solo quando fa comodo?


A proposito di pensione, ecco un tool per il calcolo della pensione on line.


· 4 commenti
Read More......

13 giugno 2006

La foto storica del record di Prodi


Il record STORICO del numero di ministri, viceministri e sottosegretari stabilito dal governo Prodi è stato immortalato in questa foto (fonte: salmo69):


· 1 commenti
Read More......

12 giugno 2006

I risultati del sondaggio calcistico


Forse il campione non sarà statisticamente significativo, però alla fine hanno risposto in oltre 100 persone... ed i risultati sono in linea con le mie attese:


Quasi il 70% del campione dichiara che se la Juventus non andrà almeno in serie B smetterà di seguire del tutto o in parte il calcio italiano... SARA' VERO?


· 0 commenti
Read More......

Coerenza a sinistra (2)


Tratto da Repubblica.it:


"Il centrodestra batte ogni record, con uno spreco di denaro pubblico che non risolve i problemi del Paese'. Lo afferma il coordinatore della segreteria nazionale Ds, Maurizio Migliavacca, commentando la nomina di 72 tra sottosegretari e vice ministri da parte del governo Berlusconi-bis. 'Tra ministri, vice ministri e sottosegretari ci si avvicina a quota 100', nota il coordinatore Ds, aggiungendo: 'Verrebbe da dire: più generali che soldati. E' uno spreco di denaro pubblico, prodotto non per il bene del paese ma solo per mettere una pezza alla crisi in cui imperversa la Cdl. Ma aumentare a dismisura il numero di poltrone da spartire all'interno di una maggioranza (che non è più maggioranza nel paese) e all'interno di un governo in cui non passa giorno senza che un ministro non venga smentito e contraddetto da un altro ministro - conclude Migliavacca - non risolverà certo i problemi veri degli italiani'...".
(Ansa, 26 aprile 2005).

"Sono 102 i componenti del governo Prodi, con la nomina dei tre nuovi sottosegretari (Sartor, Gentile e Mongiello) decisa oggi dal Consiglio dei ministri presieduto da Romano Prodi".
(Ansa, 9 giugno 2006).


· 0 commenti
Read More......

11 giugno 2006

TORINO IN SERIE A... JUVE NON SI SA !


Il Torino ha battuto 3-1 dopo i supplementari (gol al 36'pt Rosina (rig.), 18'st Muzzi, 5' pts Nicola, 10' pts Poggi rig.) il Mantova nel ritorno dei playoff di serie B e ha guadagnato la promozione alla serie A. L'andata era terminata 4-2 per il Mantova.



A QUESTO PUNTO
MANCA SOLO UN'ULTIMA GIOIA:

IL PROSSIMO ANNO,
QUALORA VI CHIEDESSERO
DOVE GIOCA
LA VOSTRA SQUADRA DEL CUORE
LA DOMENICA SUCCESSIVA,
NEL CASO VOI RISPONDIATE "SI GIOCA A TORINO"....

BEH... NON CI DOVRANNO ESSERE
ULTERIORI DOMANDE CHIARIFICATRICI!

CHIARO?


· 0 commenti
Read More......

9 giugno 2006

Il calcio è soprattutto divertimento... e allora ridiamoci sù !


Un grazie a Cagliostro per aver segnalato questo bellissimo video clip in stile "Paperissima" o "Mai dire gol" tutto da ridere sul mondo del calcio!






· 0 commenti
Read More......

8 giugno 2006

Più "buffoni" per tutti !


La quinta sezione penale della Suprema Corte ha annullato la condanna inflitta dal giudice di pace di Milano a Piero Ricca, l'uomo che gridò "buffone" all'allora premier Berlusconi. L'ingiuria, in questo caso, è stata ritenuta dalla Cassazione una utile "critica sociale", in sostanza un invito a rispettare le leggi. Piero Ricca venne allora multato di 500 euro.

Era successo nei corridoi del Palazzo di Giustizia di Milano, il 4 maggio 2003, durante un'udienza del processo Sme. Piero Ricca, figlio di un magistrato, attese il premier fuori dall'aula e poi gli urlò: "Fatti processare, buffone! Rispetta la legge o farai la fine di Ceaucescu e di don Rodrigo...". La frase, secondo la Cassazione, ebbe una "utilità sociale intesa come interesse della collettività alla manifestazione del pensiero" su temi cruciali della vita pubblica.

La suprema corte ha stabilito che la frase di Ricca è una "critica" partendo dal fatto che l'epiteto "buffone" è stato seguito da espressioni "che suonano come forte riprovazione della condotta tenuta dal querelante come homo publicus". "L'esortazione pressante 'fatti processare, rispetta la legge' - spiega la Cassazione - sono una vibrata ed accorata censura, istintivamente suscitata dalla presenza del personaggio che a tante polemiche e contrasti aveva dato origine".

In conclusione dicono i giudici, "non si è trattato di gratuita aggressione alla persona del querelante, ma di forte critica, speculare per intensità al livello di dissenso originato nell'ambito politico e nell'opinione pubblica dalla delicatezza dei problemi posti ed affrontati dalla parte offesa".

A questo punto tutti noi saremmo legittimati la prossima volta a dire:
- a Romano Prodi: "Buffone, prendi una dozzina di caffè prima di parlare!"
- a Luxuria: "Buffone/a, ma quanto rossetto ti sei messo/a oggi?"

e via discorrendo... o la legge non è uguale per tutti?


· 3 commenti
Read More......

7 giugno 2006

La manovra-bis non peserà sulle famiglie... per chi ci crede!


La manovra-bis del governo è ormai cosa inevitabile e si stanno cercando "disperatamente" 10 miliardi di euro.

Il premier Romano Prodi però rassicura: "I nostri interventi non peseranno sulle famiglie".

Ma intanto si fanno le prime ipotesi su dove poter agire per reperire questo denaro.

Una di queste è l'aumento della tassazione sulle rendite finanziarie, contenuta nel programma dell'Unione, e che potrebbe dare 1-2 miliardi anche se adottata nella sola seconda metà dell'anno.
Un'altra strada è quella degli interventi sul bollo auto riservati ai "Suv", i gipponi nel mirino degli ambientalisti.
Sempre nel settore auto c'è la proposta del ministro dei Lavori pubblici Antonio Di Pietro di aumentare i pedaggi per finanziare i cantieri (mi pare giusto, visto il fantastico servizio fornito).

Il piatto forte sul terreno delle entrate sarà però la lotta a chi evade: nel mirino c'è proprio l'Iva dove l'evasione ammonterebbe a 20 miliardi di euro. Nel mirino sarebbero dunque le compravendite di immobili da parte delle società (si vorrebbe estendere l'imposta di registro), le autovetture e i crediti Iva che proliferano soprattutto nelle micro-imprese. Si potrebbe arrivare anche a 2-3 miliardi.

Si danno per scontate alcune strette sulla spesa di ministeri e enti locali, in parte già avanzate nel conclave di San Martino (stretta sulle consulenze, auto blu e scorte).
(e io mi chiedo, il "conclave" di San Martino chi lo ha pagato? Noi contribuenti!)

Faranno da apripista a una sorta di Maastricht interna per imbrigliare la spesa degli enti locali sulla base di nuovi parametri: non più tetti alle spese ma tetti ai deficit di Comuni e Regioni con maggiore autonomia sulle tasse locali.

Se attraverso queste misure non si riuscirà a trovare la quadratura del cerchio allora potrebbe prendere corpo un intervento di cui per ora si vocifera soltanto in sede tecnica.
Si dice che la spesa corrente stia crescendo del 3% e che l'unica strada sarebbe quella di intervenire su pensioni, sanità e pubblico impiego. Voci che hanno già provocato il fuoco di sbarramento dei sindacati.

Da tutto questo si deduce che secondo il sig. Romano Prodi le "famiglie" non fanno uso dell'autostrada, non hanno risparmi investiti in banca, non avranno bisogno in futuro di una pensione e le visite mediche potranno essere considerate un semplice optional.

Ma a quale famiglia si riferisce il "professore"? Alla famiglia Addams?


· 0 commenti
Read More......

Il potere dell' ANO: LUCIANO, ROMANO e COVERCIANO !


Tratto da: Artefatti.it:


· 0 commenti
Read More......

6 giugno 2006

Il mercato del lavoro in Cina... cari italiani non lamentiamoci!


In Italia ci si lamenta quotidianamente della scuola e mercato del lavoro: flessibilità, precarietà, laureati senza impiego, ecc., ecc.

Ma altrove com' è la situazione?
In Cina, divenuta da poco sesta potenza mondiale (superando proprio l'Italia), la situazione è drammatica.
Nonostante il PIL cresca del 10% annuo (contro il nostro 1,5%), il governo cinese ha pubblicato un rapporto in cui si legge che sui neolaureati sfornati dalle facoltà cinesi nel 2006 - 4,13 milioni in tutto - il 60% è destinato a non trovare un lavoro quest'anno, e forse neanche il prossimo. Sul mercato infatti ci sono solo 1,6 milioni di posti che corrispondono alle loro attese, alle loro qualifiche, ai loro titoli di studio. La situazione peggiora a vista d'occhio. Già nel 2005 una maggioranza dei neolaureati non ha trovato un posto e molti di quei disoccupati intellettuali sono ancora sul mercato, a far concorrenza ai nuovi arrivati del 2006.

Inoltre le rette universitarie sono care rispetto ai salari medi: una famiglia deve pagare almeno mille euro all'anno per l'iscrizione ai corsi, e la cifra può lievitare fino al decuplo per chi riesce a essere ammesso nelle superfacoltà di élite di Pechino e Shanghai. I genitori e spesso anche i nonni investono i risparmi di una vita nell'istruzione dei giovani. (consideriamo che il salario medio di un cinese varia tra i 100 e i 400 euro al mese).

I giornali locali dedicano ampio spazio al nuovo fenomeno della disoccupazione intellettuale ed evocano un incubo per il ceto medio urbano: che milioni di giovani laureati finiscano per essere costretti ad accettare mestieri operai, ricadendo nello status sociale inferiore da cui speravano di sfuggire. Anche quei giovani fortunati che riescono a trovare un impiego devono spesso rassegnarsi a stipendi modesti. La busta paga media di un neolaureato contiene appena 198 dollari al mese, poco più dei 194 dollari di due anni fa, mentre nel frattempo il costo della vita è cresciuto ufficialmente del 6%.

Pechino adesso teme l'ira dei giovani istruiti molto più delle rivolte contadine. Non a caso il governo in questi giorni di esami ha diramato nuove direttive alle università perché rendano ancora più selettivi gli accessi. Verrà inasprito il "numero chiuso" per non alimentare aspettative irrealistiche e per non allargare l'esercito della disoccupazione intellettuale.

E noi che ci lamentiamo tanto della nostra scuola... ricordatevi...

TUTTO IL MONDO E' PAESE !


· 1 commenti
Read More......

English Style - Tony Blair e la Ryanair


Tratto da Repubblica.it:


ROMA - Tony Blair non ha utilizzato un volo di Stato per far rientro a Londra da Roma, dopo aver trascorso un periodo di vacanza in Italia: al contrario, il premier britannico si è imbarcato all'aeroporto di Ciampino a bordo di un areo della compagnia aerea irlandese low cost Ryanair. Lo hanno confermato fonti aeroportuali dallo scalo romano, e una portavoce della stessa compagnia aerea.

"Sì, il primo ministro si è servito di un nostro volo di linea. Sabato è salito sull'aereo decollato alle 16,30 dall'aeroporto di Ciampino", ha riferito una portavoce di Ryanair, aggiungendo che "il premier britannico era accompagnato dal suo staff" ed "ha viaggiato insieme agli altri passeggeri".

Più precisamente, Tony e Cherie Blair si sono imbarcati all'aeroporto di Ciampino, insieme ad altre sette persone al seguito, sul volo Ryanair FR 3009 diretto a Londra-Stansted. Costi dei biglietti: 49 sterline a testa, pari a 71 euro. Solo due piccoli privilegi per il primo ministro: gli sono state riservate le prime due file del Boeing 737 e, all'arrivo a Stansted, è stato prelevato direttamente in pista, ai piedi della scaletta, da una limousine.

Bravo Tony Blair, il primo ministro deve essere il primo anche a dare l'esempio!

Ma voi ce li vedreste Prodi e Berlusconi tornare da Londra su un volo low-cost?


· 0 commenti
Read More......

5 giugno 2006

Prodi e "il coraggio di stupire"


"Dobbiamo avere il coraggio di stupire".

Così si è rivolto il presidente del consiglio Romano Prodi ai suoi ministri, esortandoli a prendere "decisioni forti".
E bisogna riconoscere che mai nessun governo italiano ha preso così sul "serio" le parole del premier in carica fin dall'inizio della legislatura.

STUPIRE è la parola d'ordine.

E stupiti siamo rimasti quando abbiamo letto le parole del ministro dell'Economia Padoa Schioppa che annuncia "Sette mesi di passione, bisogna CONTENERE le spese".
Peccato che il quotidiano finanziario "Italia Oggi" abbia calcolato che se durerà tutta la legislatura, il secondo esecutivo guidato da Prodi costerà una cifra mai raggiunta nella storia: 73 milioni e mezzo circa di euro, il 230% in più rispetto al governo guidato da Silvio Berlusconi.

Stupiti nel leggere come primi provvedimenti la grazia ad un condannato per omicidio e la proposta di AMNISTIA per migliaia di delinquenti, solo perchè nessuno ha il coraggio di far notare che in Italia ci sono decine di carceri inutilizzate. Ed il bello è che queste sono le stesse persone che criticavano i condoni del centrodestra.

Stupiti nel vedere una contromanifestazione di Rifondazione Comunista il 2 di Giugno, mentre il loro principale esponente era presente alla Festa della Repubblica in qualità di Presidente della Camera.

Stupiti nel sentire che il governo vuole costruire nuovi CPT, mentre nel programma si indicava una progressiva chiusura di questi centri di accoglienza.

Ed ora mi chiedo: quale sarà la prossima mossa per stupirci?


· 1 commenti
Read More......

4 giugno 2006

I video di Spagna 1982 - Campioni del Mondo !


Datemi pure del nazionalista, ma tutte le volte che rivedo le immagini di Spagna '82, con i dribbling e le cavalcate di Bruno Conti, i gol di rapina di Paolo Rossi, la voce dell'indimenticato Nando Martellini, mi viene un groppo in gola e la pelle d'oca.

Ho trovato in rete i video delle 2 partite più belle ed emozionanti dell'Italia a quel fantastico mondiale del 1982: Italia-Brasile 3-2 e la finale Italia-Germania 3-1.
Li avrete sicuramente rivisti 1000 volte, ma è sempre una goduria per gli occhi ed il cuore:







· 4 commenti
Read More......

Alieni, Ufo, bigfoot, uomo delle nevi... ci credete?


Ho trovato un video in rete con immagini che riguardano presunti alieni, il bigfoot o uomo delle nevi più strane creature schifose non ben identificate... date un'occhiata, soprattutto al finale per stomaci forti!




· 1 commenti
Read More......

1 giugno 2006

I migliori film della storia del cinema - Le classifiche


In rete ci sono diversi siti dove è possibile consultare delle classifiche stilate dagli utenti sui migliori film mai prodotti nella storia del cinema mondiale.
Quando dico "migliori" intendo "i più apprezzati" dal pubblico, che esprime il proprio giudizio disinteressato (spesso non coincidente con quello dei critici).

Ovviamente queste classifiche non sono uguali per ogni sito, ma si basano sulla media dei voti assegnati dai navigatori di internet ad un determinato film.

Di seguito vi riporto alcuni links dove è possibile vedere per intero le graduatorie.

Questa è tratta dal più grande sito mondiale sui film, the Internet Movie DataBase (IMDB.com):

Akas.imdb.com/chart/top


Queste altre invece sono stilate su 2 siti italiani:

Filmscoop.it/html/top25.asp

Filmup.leonardo.it/opinioni/top100.php


Si nota che, facendo una ponderazione tra i siti, al primo posto c'è "The Godfather - Il Padrino", seguito nelle retrovie da "Le ali della libertà", "C'era una volta in America", "Il buono, il brutto e il cattivo".
Ad ogni modo se siete interessati, leggetevele tutte... personalmente mi sono state utilissime per noleggiare quei film che "non potevo non aver visto!".

E per dirla tutta, mi hanno fatto anche evitare di buttare tempo e soldi per vedere delle "cagate pazzesche" tipo "Alex l'Ariete". Agli autori di certi film consiglierei vivamente di leggere come scrivere una sceneggiatura!


· 0 commenti
Read More......

Shevchenko al Chelsea per 17 euro... al minuto !


E' ufficiale: Andriy Shevchenko è passato dal Milan al Chelsea. Dopo sette anni tra le fila rossonere, l'ucraino ha deciso di andare oltremanica per probabilmente concludere la sua strabiliante carriera tra i "Blues" di Londra. La sua è stata una scelta di vita, non economica. Ah si?


Beh, analizziamo un po' le cifre... contratto di 4 anni a 9 milioni di euro l'anno... che tradotti sono:

173.000 euro a settimana
24.000 euro al giorno (stipendio medio ANNUALE di un italiano)
1000 euro all'ora (stipendio medio MENSILE di un operaio)
17 euro al minuto

Ah, mi ero dimenticato un piccolo particolare...

questi soldi li guadagnerà anche mentre DORME !

"L'avidità fa comprare le cose che il denaro può comprare e fa perdere quelle che il denaro non può comprare" Laurence J. Peter


· 5 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.