Related Posts with Thumbnails

25 agosto 2006

Depenalizzare l'occupazione scolastica?


Dopo la "genialata" dell'indulto, promosso da questo governo, leggo oggi di un' altra proposta di legge da far rizzare i capelli: depenalizzare l'occupazione scolastica (o "okkupazione", per dirla nel modo giusto).

Se dovesse diventare operativa, a breve chiunque sarà legittimato ad interrompere un pubblico servizio come quello scolastico senza incorrere in provvedimenti di tipo penale, purchè non arrechi dei danni alle strutture occupate.
Un'occasione così credo che gli studenti non se la faranno scappare!

Intendiamoci, non voglio fare il moralista perchè l'occupazione scolastica l'ho fatta anche io a suo tempo, ma consapevole che era una cosa fondamentalmente illegale.
Oltretutto finora nessuno studente ha mai avuto conseguenze particolari per un'occupazione, in quanto i procedimenti penali sono sempre stati archiviati.

E allora cos'è questa proposta del verde Paolo Cento?
L'ennesima forma buonista per incoraggiare certe azioni contrarie alla legge?


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


2 commenti:

Rinaldo Sidoli ha detto...
 

Nonostante mi siano piaciute tutte le proposte di Paolo Cento credo che modificare il codice penale sull'interruzione del servizio pubblico sia grave perchè l'istruzione italiana è già tra le ultime d'Europa ci manca solo che gli studenti occupino. Ho fatto occupazione quan'ero al liceo, ma non è servito a nulla è stata unicamente una perdita di tempo e di preparazione.

gez ha detto...
 

depenalizzati per decenni

Il Giornale febbraio 2005, Fallimentopoli fiorentina:
“La condotta degli indagati –scrive il giudice nella sua ordinanza- ha comportato un grave condizionamento della vita economica e sociale della Città di Firenze”

CSM trasferimento del giudice Puliga, 2005:
- “Ella, essendo stato incardinato per anni nella Sezione fallimentare del Tribunale di Firenze …. approfittando del Suo pubblico ruolo, imbastiva fitte trame affaristiche con i professionisti interessati… Per effetto di tale comportamento, perpetratosi nel corso degli anni, Lei comprometteva l’indipendenza ed il prestigio dell’Ordine giudiziario… le vicende in esame abbiano riguardato vari soggetti del mondo giudiziario (personale amministrativo, liberi professionisti, magistrati operanti in Firenze), ma anche l’intera collettività…”

Squadra Mobile Firenze, indagine sul caso Sannino, febbraio 2004:
"...emergono quindi ulteriori elementi probatori a carico dei Giudici Puliga Sebastiano e Pezzuti Valentino i quali hanno potuto avvalersi dell'indispensabile contributo dei cancellieri Rinaldi e Catanese per porre in essere tale strategia, volta a trarre un ingiusto profitto mediante attività illecite dal noto acquisto dei diritti sulla "res litigiosa""

“Poi anche questo nome è regolarmente scomparso da quell’atto come del resto gli altri nomi, quando indebitamente sono stati apposti a causa della superficialità con la quale in quel momento venivano fatte le cose in quegli ambienti, derivata dal fatto che godevano di una posizione dominante e ben sapevano che qualsiasi errore anche quelli più gravi potevano da loro essere sanati unilateralmente senza che nessuno potesse sindacare o addirittura indagare…”

“Questa è la cornice entro la quale hanno operato Rinaldi e Catanese i quali grazie all’indispensabile apporto dei due giudici, hanno potuto agire impunemente e conseguire l’obbiettivo di un lauto risarcimento”

-“Occorre ricordare che all’acquisto dei diritti ha partecipato al 50% con una somma di 40 milioni di lire il giudice Valentino Pezzuti…”

La Nazione – maggio 2006 – Processate il giudice Puliga:
“Al magistrato vengono contestati corruzione, concussione, peculato, falso, abuso di ufficio e concorso in bancarrota”

Far che la gente non sappia è la loro arma più forte

documenti, articoli, foto, video in
www.casosannino.com


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.