30 settembre 2006

Finanziaria: Aliquote fiscali e falsi problemi


I politici italiani sono, fin dalla notte dei tempi, dei fenomeni a vedere la pagliuzza nell'occhio, ma allo stesso modo riescono a non accorgersi della trave che abbiamo conficcata dentro (o meglio: fanno finta di non vedere, e se la trovano fanno di tutto per non levarla).

In questi giorni i nostri politici si stanno scannando sul portare o meno l' aliquota dal 39% al 43% per i redditi sopra i 70.000 euro.

Frasi terrorizzanti sono uscite sia dagli schieramenti di destra che di sinistra... "COLPIRANNO IL CETO MEDIOOOOO!!!"
A parte il fatto che non mi risulta che il ceto medio si assesti sui 70.000 euro lordi annui (ed infatti si sta parlando di meno del 2% dei contribuenti), qualcuno sa di quanto stiamo parlando in soldoni?

Vi semplificherò il calcolo senza considerare deduzioni, ecc.
Prendiamo solo le aliquote nude e crude e facciamo l' esempio di un lavoratore che guadagni 85.000 euro lordi all'anno.
Applicando gli scaglioni dello scorso anno, si troverebbe a pagare:

fino a 26.000 euro --->23% cioè 5.980 euro

fino a 33.500 euro --->33% cioè 2.475 euro (ovviamente il 33% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 26.000, cioè su 7.500 euro).

fino a 100.000 euro --->39% cioè 20.085 euro (ovviamente il 39% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 85.000, cioè su 51.500 euro).

TOTALE= 5.980 + 2.475 + 20.085 = 28.540 euro

Con i nuovi scaglioni, le prime 2 tranches restano invariate.
La differenza sarebbe:

fino a 70.000 euro --->39% cioè 14.235 euro (ovviamente il 39% si calcola sulla differenza tra 33.500 e 70.000, cioè su 36.500 euro).

oltre 70.000 euro --->43% cioè 6.450 euro (ovviamente il 43% si calcola sulla differenza tra 70.000 e 85.000, cioè su 15.000 euro).

TOTALE= 5.980 + 2.475 + 14.235 + 6.450 = 29.140 euro

Facciamo la differenza ed abbiamo ---> 29.140 - 28.540 = 600 euro
600 euro / 13 mensilità = 46 euro.

Credo che chi guadagni 85.000 euro lordi annui (165 milioni delle vecchie lire) possa pagare (al massimo, senza contare le deduzioni) 46 euro in più di tasse al mese... o no?

Il problema però non è questo!
La maggior parte di queste persone è gente che ha un lavoro dipendente, e che quindi paga le tasse fino all'ultimo centesimo.
Perchè invece non si vuole colpire quelle categorie che hanno sempre evaso le tasse (sappiamo tutti a quali mi riferisco), che magari dichiarano 15.000 euro l'anno ma che poi girano con il SUV, la Mercedes ed hanno la barca ormeggiata in Costa Smeralda?
Cosa ci vorrebbe ad incrociare i dati dei proprietari di questi beni con il loro modello 740?

Caro Prodi (e caro Berlusconi prima), sono queste le cose da correggere!!!


· 1 commenti
Read More......

26 settembre 2006

Il navigatore pazzo che ti da' tranquillita' !


Andare in macchina, specialmente nel caotico traffico cittadino, è una delle cose più stressanti che ci possano essere. Per fortuna la natura umana ci viene incontro!

Con pochi euro al giorno è possibile noleggiare questo splendido esemplare di "navigatore umano", il quale saprà trasmettervi la tranquillità necessaria e vi darà le giuste indicazioni per percorrere migliaia di chilometri nel relax più assoluto.

Non ci credete? Guardate il video e ditemi che non ho ragione!




· 2 commenti
Read More......

Con JAJAH si risparmia anche sui cellulari


Tratto da ITNews:

Jajah sfida Skype. Una nuova net company californiana presenta Mobile Suite, un'applicazione VoIP che permette di effettuare telefonate internazionali dal proprio telefono cellulare a costi contenuti.

Da qualche mese la compagnia offre anche un servizio di Free Global Calling, chiamate gratuite da telefono fisso attivate via Web – oggi. Per la prima volta la telefonia Internet viene messa a disposizione di tutti coloro che utilizzano il cellulare, permettendo finalmente di chiamare all’estero spendendo anche l’87% in meno in media rispetto a Vodafone, TIM, WIND e 3.

Con Jajah Mobile Suite, per esempio, una chiamata di 10 minuti tra Milano e New York costa 1,725 Euro (IVA inclusa e senza addebito di scatto alla risposta), rispetto a 6,5 Euro con Vodafone, TIM o WIND e 4 Euro con 3.

Per poter usufruire di Jajah Mobile Suite è sufficiente scaricare una semplice applicazione dal sito www.jajah.com o inviare un SMS. In questo modo Jajah Mobile Suite è in grado di operare su qualsiasi telefono cellulare, indipendentemente dall’ubicazione geografica, dalla compagnia telefonica o dalla marca del cellulare tesso.

Il costo di ogni chiamata è mostrato in modo chiaro prima dell’inizio della telefonata stessa. Naturalmente Jajah Mobile Suite potrà essere utilizzato anche per le chiamate nazionali da cellulare.

Qui le tariffe (sia nazionali che internazionali) al seguente link: www.jajah.com/info/rates.

Come funziona:

1. Jajah per Symbian OS

E’ sufficiente digitare il numero di telefono internazionale che desidera chiamare e JAJAH dà automaticamente il via alla chiamata attraverso il network JAJAH. L’integrazione avviene direttamente con la rubrica del cellulare.

2. Telefoni cellulari con supporto Java.

Chi possiede un telefono cellulare che supporta applicativi Java deve semplicemente scaricare un’apposita applicazione dal sito www.jajah.com e installarla sul proprio telefono. A questo punto le chiamate JAJAH verranno effettuate proprio come tutte le altre: basterà digitare il numero da chiamare e schiacciare il tasto di invio chiamata.

3. Inviare un SMS a JAJAH Mobile Suite

Con JAJAH gli SMS possono essere utilizzati per dare inizio ad una telefonata JAJAH. Basta inviare un messaggio a JAJAH indicando il proprio numero ed il numero che si desidera chiamare – JAJAH chiama e mette in connessione i due apparecchi.

4. Accedere a JAJAH Mobile Suite attraverso il browser Internet del proprio telefono cellulare.

Con telefoni cellulari è abilitati alla navigazione Internet, la chiamata JAJAH viene effettuata con le stesse modalità con cui si effettuano le chiamate dal sito www.jajah.com.

Basta navigare sul sito www.jajah.com dal proprio cellulare e inserire il numero che si desidera chiamare.


· 0 commenti
Read More......

Ultimo martedì per i minuti gratis di Skype


Oggi finisce la promozione di Skype che regala ogni martedì 20 minuti di telefonate verso i fissi.
Pertanto andate sul sito e prendetevi anche questo bonus!


· 0 commenti
Read More......

25 settembre 2006

Petizione per abrogare l' ammonizione dopo il goal


Il gioco del calcio è sicuramente uno degli sport più belli ed appassionanti del mondo.

Da oltre 100 anni, milioni e milioni di partite sono state disputate seguendo un preciso e completo regolamento che, salvo qualche modifica, è arrivato fino ai nostri giorni.

Come tutti gli sport, anche nel gioco del calcio vi è un obiettivo, che è quello di fare goal.
Il goal pertanto rappresenta forse il momento più intenso di una partita, l'attimo in cui si fondono insieme l'esultanza dei giocatori, il grido e le urla dei tifosi e lo sconforto di chi il goal lo ha subito.

Cosa sarebbe una rete senza l'esultanza dei giocatori?
Si potrebbe paragonare, passatemi la similitudine, ad un rapporto sessuale senza coito.
La corsa del calciatore sotto la propria curva è uno di quei momenti che ti possono rimanere in testa per mesi e rappresenta un breve lasso di tempo in cui tutto è concesso: balli, trenini, ciucci, areoplanini, capriole con salto carpiato, magliette con dediche ai propri cari e chi più ne ha più ne metta tranne... TOGLIERSI LA MAGLIA!

A partire dal 2004, la regola 12 / decisione n°6, all'interno del Regolamento del Gioco del Calcio, cita espressamente così: "Un calciatore che si toglie la maglia dopo aver segnato una rete, sarà sanzionato con un'ammonizione per comportamento antisportivo."

Come uno si leva la maglietta, zac!... Inflessibile arriva l'arbitro con il suo cartellino giallo!
Ma io mi chiedo: cosa diavolo ci sarà di male nel togliersi la maglia dopo aver segnato una rete?
Visto che l'arbitro ha facoltà di recuperare il tempo perduto durante la gara, perchè non comprendere anche quello trascorso ad esultare?

Ma il sig. Blatter (capo della FIFA, ovvero l' ente emittente questa odiosissima regola punitiva) ha mai giocato a calcio?
O forse in gioventù era un mediocre portiere che la notte non riusciva a prendere sonno ripensando a tutti i goals presi e agli attaccanti che puntalmente si toglievano la maglia?

Credo che se conducessimo un sondaggio, il 95% degli amanti del calcio sarebbe a favore dell'abolizione di questa regola.

Allora oggi chiedo l'aiuto di tutti voi per dare la massima diffusione a questa PETIZIONE ON LINE, in cui tutti noi chiediamo alla FIFA di abrogare questa regola assurda.

Inviatela ai vostri amici
, anche stranieri, e fategli firmare questo appello.

Basta cliccare sull'indirizzo sottostante e lasciare il vostro nome, e-mail (che deciderete voi se mostrare o meno) e la vostra squadra del cuore.

http://www.petitiononline.com/yellcard/petition.html

Se raggiungeremo un numero di firme considerevole, invierò il tutto alla FIFA, confidente che la proposta venga seriamente presa in considerazione.

Tutto questo perchè credo che le regole del calcio debbano essere fatte da chi ama e vive questo sport in prima persona e non da burocrati troppo spesso attaccati alle loro poltrone.


· 1 commenti
Read More......

22 settembre 2006

Intramontabili, vecchie foto Polaroid...


Oggi voglio farvi conoscere un sito che permette di rendere le foto nel vecchio e mai dimenticato formato Polaroid.

Basta inserire l' url dell'immagine o fare l'upload, regolare alcuni parametri opzionali (sfondo, angolazione, ecc), inserire una frase ed il gioco è fatto!


Il sito in questione è Photo-notes.net.


Accanto, come potete vedere, c'è il risultato... niente male, vero?


· 1 commenti
Read More......

21 settembre 2006

Il sito dei sosia famosi - I Dentici


Per chi è come me ed ha l'innata inclinazione a trovare somiglianze tra le persone ad ogni angolo di strada, segnalo un blog fantastico gestito da due ragazzi ancora più "pazzi" di me... a dire il vero sono anche un po' invidioso per non averci pensato prima di loro!

Personalmente, voglio contribuire alla loro causa e quindi ho già segnalato loro alcuni sosia che hanno prontamente pubblicato (ovviamente devono essere personaggi conosciuti).
D' ora in avanti, regolarmente, andrò a dare una sbirciatina per godermi gli aggiornamenti.


L'indirizzo è Identici.net.


· 1 commenti
Read More......

20 settembre 2006

Il taglio del cuneo fiscale? Ci andiamo in pizzeria !


E' dall'inizio dell'ultima campagna elettorale che si parla tanto del taglio di 5 punti del cuneo fiscale.
Cavallo di battaglia del centro-sinistra guidato da Prodi ed ipotesi irrealizzabile per il centro-destra, in mesi e mesi di discussioni qualcuno ricorda almeno un politico che si fosse degnato di fare una stima dell'effettivo risparmio in busta paga per il lavoratore?

Ci ha pensato ieri il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, a svelare il mistero: il famoso e traumatico taglio di 5 punti del cuneo fiscale non sarà altro che la misera somma di 20-30 euro in più al mese. Come dire... 2 pizze in più, oppure 4 cinema o mezzo serbatoio di benzina.
Vabbè, meglio di nulla... tutto fa, come disse chi sputò in mare.

Sarebbe tutto apprezzabile, se non fosse però che sempre ieri è stato stimato un aumento annuo medio delle bollette di luce e gas, rispetto al 2005, di circa 150 euro.
La benzina, nello stesso periodo, è rincarata del 10%.

E così, come al solito, lo Stato con una mano ti dà (poco) e con l'altra ti toglie (anche le mutande!).


· 9 commenti
Read More......

19 settembre 2006

"Canon" by Funtwo - Il video più visto su Youtube


E' il video più visto di Youtube e solo per questo lo avrei dovuto già postare.
Però mi sembrava banale, e allora non l'avevo neppure cercato in rete, nonostante ne avessi sentito parlare su molti siti.
Poi oggi casualmente ho ascoltato il pezzo di chitarra, ed è davvero carino! L'autore si chiama Funtwo, il brano si intitola "Canon".

Se volete anche voi imparare a suonare la chitarra in questo modo, provate il video corso on line gratuito.




· 0 commenti
Read More......

Il figlio che tutti noi vorremmo avere...


Giuro che se mai avrò un figlio e un giorno mi dovesse fare gli stessi versi di questo ragazzino tedesco davanti ad un computer, non esiterò a dargli tanti di quegli schiaffoni, ma così forti da farlo arrestare in provincia di Enna per vagabondaggio!




· 1 commenti
Read More......

Il calcio di rigore più ripetuto della storia !


Ci lamentiamo tanto degli arbitri italiani, ma cosa sarebbe successo qui da noi se un direttore di gara avesse fatto ripetere il calcio di rigore per ben 6 volte???
Ebbene sì, è successo davvero !


Il rigore è relativo alla partita di calcio Serbia-Tunisia, svoltasi nel 2004 ad Atene durante le ultime Olimpiadi. Serbia e Tunisia stavano pareggiando per 1-1, quando al 35° minuto del secondo tempo l’arbitro tahitiano Charles Ariiotima assegna un rigore alla Tunisia: l’attaccante Mohamed Jedidi posiziona il pallone sul dischetto e segna, ma il gol è annullato perché, secondo l’arbitro, i suoi compagni di squadra tunisini erano entrati in area prima del tiro. Il rigore viene ripetuto altre due volte ed annullato per lo stesso motivo.

Al quarto tentativo, il portiere serbo Nikola Milojevic blocca la palla, ma il rigore è invalidato perché i suoi compagni di squadra sono entrati prima del previsto in area di rigore. Anche il quinto rigore viene parato e poi annullato per irregolarità, e soltanto al sesto tentativo, andato a buon fine, l’arbitro assegna il gol alla Tunisia. La partita si era poi conclusa 3-2 per la Tunisia. Guardate il video sotto, da non credere!




· 0 commenti
Read More......

18 settembre 2006

La Cassazione da' ragione ai clandestini


Per la Cassazione è "giustificato" il comportamento dell'immigrato extracomunitario clandestino che, per mancanza di soldi, non rientra in patria dopo aver ricevuto dal questore l'ordine di allontanamento dal territorio italiano in quanto trovato senza i documenti di soggiorno in regola. In particolare questa tesi è sostenuta dalla prima sezione penale della Suprema Corte con la sentenza 30774 depositata oggi.

Con questa decisione i magistrati di piazza Cavour hanno respinto il ricorso presentato dalla Procura della Corte di Appello di Roma, contro la sentenza con la quale il tribunale della capitale, lo scorso 10 gennaio, aveva assolto con la formula "perché il fatto non sussiste" una cittadina romena, Malina A.N., dall'accusa di non aver ottemperato all'ordine di allontanamento dal territorio dello Stato, in quanto la donna - così hanno argomentato i giudici di merito - era "sprovvista del denaro occorrente al rimpatrio, circostanza plausibile essendo emerso che alloggiava presso uno scalo ferroviario".

"La sentenza con la quale la Corte di Cassazione conferma l'assoluzione del clandestino che non ottempera all'intimazione ad allontanarsi dall'Italia, se non si dimostra che ha il denaro per tornare nello Stato di origine, si aggiungerà, quale messaggio negativo, agli annunci di abolizione della legge Fini Bossi, lanciati da vari esponenti del governo Prodi". E' quanto afferma Alfredo Mantovano, dell'esecutivo di An.

Devo dire che questa decisione della Cassazione trova anche me assolutamente in disaccordo.
Da che mondo e mondo, nessun clandestino in Italia (proprio per lo stato di clandestinità in cui si trova) può possedere un'abitazione, un conto in banca o comunque un qualcosa che sia registrato in un ufficio pubblico o privato.
Inoltre, i soldi che ha sono esclusivamente in contanti e quindi facilmente occultabili in qualsiasi momento. In ogni momento, dunque, si potrebbe dimostrare l'assoluto stato di nullatenenza dell'imputato.

Pertanto, a seguito di questa sentenza, da ora in avanti tutti gli extracomunitari clandestini potranno legittimamente e tranquillamente rimanere nel territorio italiano anche dopo l'ordine di allontanamento, in quanto "giustificati" dalla mancanza del denaro utile a ritornare in patria.

Che dire? Un'altra grande vittoria della giustizia italiana!

P.S. Ma non sarebbe più facile caricarli su un mezzo e riportarli a casa, piuttosto che lasciare loro in mano un fogliettino con cui soffiarsi il naso?
O non sarebbe meglio cercare di aiutare i loro paesi a svilupparsi, insegnando loro "a pescare" e non "regalando pesci", piuttosto che ritrovarseli disperati qui in Italia con l'unica possibilità di delinquere per sopravvivere?


· 13 commenti
Read More......

Viva la Pubblica Amministrazione Italiana !


So che è brutto dirlo, ma la Pubblica Amministrazione Italiana è spesso una vera barzelletta, con situazioni che sfociano addirittura nel paradossale.

E' il caso della Regione Calabria, dove l'assessore regionale Doris Lo Moro ha avuto "l'intuizione" (finalmente!) di verificare gli elenchi dell'assistenza sanitaria.

La scoperta è davvero imbarazzante: in Calabria ci sono più assistiti che abitanti, 400.000 persone in più per la precisione (il 20% della reale popolazione). Questo è dovuto al fatto che gli elenchi sono gli stessi dal 1982, quindi non sarebbero state apportate tutte le modifiche dovute ai decessi, ai trasferimenti o al cambio di medico.
Questo numeroso gruppo di "persone fantasma" sarebbe finora costato allo Stato (e quindi a noi cittadini) la bellezza di 30 milioni di euro all'anno. Mica male!

Spiega l'assessore Lo Moro: "I professionisti, per quanto ne sappiamo, non c'entrano nulla. Altri hanno fatto l'errore di non aggiornare gli elenchi. Ora abbiamo il dovere di avviare le procedure per recuperare almeno cinque anni di crediti versati ingiustamente, è una questione di legalità. Lo faremo assieme alle associazioni dei medici di base, facendo attenzione a non creare problemi. Il dato più importante è che, da subito, la Regione risparmierà alcune decine di milioni di euro".

Ma a questo punto le domande sorgono spontanee: bisogna attendere "solo" 24 anni per mettere a posto le cose? E non è che il problema esiste in quasi tutte le regioni italiane?


· 0 commenti
Read More......

14 settembre 2006

La canzone su Ebay - The Ebay song


Di Ebay si è detto quasi tutto, ma una canzone su questo sito di aste ancora mancava (a proposito, provate anche le aste nascoste Ebay).

A comporre il brano hanno provveduto 2 ragazzi con gli occhi a mandorla... ecco qua sotto il testo (in inglese) con il relativo video tratto da Youtube:

Com'on everybody!:

A used ... pink bathrobe / A rare ... mint snowglobe
A Smurf ... TV tray / I bought on eBay

My house ... is filled with this crap / Shows up in bubble wrap
Most every day / What I bought on eBay

Tell me why (I need another pet rock) / Tell me why (I got that Alf alarm clock)
Tell me why (I bid on Shatner's old toupee) / They had it on eBay

I'll buy ... your knick-knack / Just check ... my feedback
"A++!" they all say
/ They love me on eBay

Gonna buy (a slightly-damaged golf bag)
/ Gonna buy (some Beanie Babies, new with tag)
(From some guy) I've never met in Norway
/ Found him on eBay

I am the type who is liable to snipe you
/ With two seconds left to go, whoa
Got Paypal or Visa, what ever'll please
/ As long as I've got the dough

I'll buy ... your tchotchkes
/ Sell me ... your watch, please
I'll buy (I'll buy, I'll buy, I'll buy ...)
/ I'm highest bidder now

(Junk keeps arriving in the mail)
/ (From that worldwide garage sale) (Dukes Of Hazzard ashtray)
(Hey! A Dukes Of Hazzard ashtray)
/ Oh yeah ... (I bought it on eBay)

Wanna buy (a PacMan Fever lunchbox)
/ Wanna buy (a case of vintage tube socks)
Wanna buy (a Kleenex used by Dr. Dre, Dr. Dre)
/ (Found it on eBay)

Wanna buy (that Farrah Fawcett poster)
/ (Pez dispensers and a toaster)
(Don't know why ... the kind of stuff you'd throw away)
/ (I'll buy on eBay)

What I bought on eBay-y-y-y-y-y-y-y-y-y





· 1 commenti
Read More......

13 settembre 2006

Democracy, internet-tv open source


Tratto da Punto-Informatico.it:

La Partecipatory Culture Foundation, un ente non profit che ha l'obiettivo di rivoluzionare la fruizione online dei contenuti multimediali autoprodotti, ha presentato la versione 0.9 del celebre Democracy Player. La piattaforma open source per la TV via Internet è adesso disponibile in oltre 30 idiomi e supporta la lettura di animazioni in formato Macromedia Flash.

Democracy Player, che gli entusiasti chiamano più semplicemente Democracy, permette a chiunque di aggregare e diffondere produzioni audiovisive, registrazioni o animazioni digitali. Basato su VLC Player, Democracy sfrutta le tecnologie BitTorrent e RSS per dar vita ad una comunità virtuale dotata di tutti gli strumenti per il broadcast many-to-many.

L'uso di BitTorrent permette di ridurre l'impiego delle risorse di rete, mentre attraverso RSS gli utenti possono creare video podcast personali ed inserirli all'interno della grande "guida televisiva" di Democracy: un'interfaccia gradevole per effettuare ricerche tra tutti i video condivisi dai membri della comunità Videobomb. Il sistema di ricerca interno si basa su tag testuali, in maniera simile a YouTube.

Il software, secondo Cory Doctorow di BoingBoing, avrebbe tutte le caratteristiche per scalare la vetta del successo: "Democracy Player 0.9 è l'ultima fermata verso una versione 1.0, che sarà veramente eccezionale", scrive Doctorow, membro del consiglio amministrativo della Partecipatory Culture Foundation. "Finalmente non bisogna essere degli smanettoni per utilizzare e contribuire ad un medium televisivo partecipativo", ha concluso il giovane scrittore di fantascienza.

L'intero pacchetto, comprensivo di tutti gli strumenti necessari a far parte della "rivoluzione mediale" auspicata da Doctorow, è disponibile per tutte le piattaforme più diffuse: Windows XP, MacOSX e Linux. Distribuito con licenza GPL, Democracy è sviluppato da volontari.

Attraverso Democracy è possibile accedere a circa 600 canali gratuiti: dalla controinformazione ai cortometraggi prodotti da registi indipendenti. La "scena" IPTV internazionale comincia a decollare. Nel frattempo la controparte europea dell'americanissimo Democracy, Tribler, è arrivato alla versione 3.5. Purtroppo, il progetto olandese non gode della stessa popolarità di Democracy ed è ancora poco diffuso.


· 0 commenti
Read More......

12 settembre 2006

Continua la promozione di Skype


Anche per tutto settembre Skype continua con la sua offerta: ogni martedì 20 minuti di telefonate gratis. Basta andare sul sito, fare il login e prendersi il regalo.

Beh, meglio di un cazzotto in un occhio...


· 0 commenti
Read More......

11 settembre 2006

Tutti i quotidiani italiani - Giornali on line


Ho inserito nel blog un piccolo banner (lo trovate nella barra laterale destra) attraverso il quale poter consultare velocemente i siti dei principali quotidiani nazionali.
Tra questi segnalo "Il Corriere della Sera", "La Repubblica", "Il Giornale", "Il Foglio" e tanti altri.

Una piccola "edicola virtuale" ed un motivo in più per tornare ogni tanto qui...

Altrimenti, provate Funize, le prime pagine dei giornali in edicola.





· 0 commenti
Read More......

Cercare Auto Usate: i migliori siti specializzati


Auto Scont, i migliori siti di auto usate, I migliori siti di macchine usateNegli ultimi anni la vendita di auto usate ha avuto un incremento costante, sia per una questione di prezzo finale (il risparmio può essere notevole), sia perché le macchine sono sempre più affidabili e riescono a percorrere anche 200.000 km prima di dover essere rottamate.


Il concessionario, oltretutto, molte volte fornisce all'acquirente una garanzia sulla vettura usata che mette al riparo da brutte sorprese.
Oggi in Italia circa 3 auto vendute su 4 sono usate, quindi il 75%.
Chiaramente sono spuntati come funghi siti specializzati nella vendita, che hanno nel loro database migliaia di macchine usate o a Km zero. Tutti gli annunci rimandano ad un concessionario o ad un privato, ovvero a colui che vende direttamente l'automobile.

Tra questi servizi di "Auto Scont", i migliori siti di auto usate sono sicuramente:

  • Autoscout24.it
  • Autosupermarket.it
  • Quattroruote.it
  • Mondomotori.com
  • Automobili.com

All'interno di questi siti è possibile fare una ricerca attraverso vari parametri quali marca, modello, km percorsi, anno di immatricolazione, alimentazione, regione del venditore, ecc.


Se invece volete vendere la vostra automobile, provate la quotazione gratuita di auto usate.


· 3 commenti
Read More......

7 settembre 2006

Cosa vuol dire "avere fame"...



Tratto da Repubblica.it:


Malaysia, un pitone siede sulla strada dopo aver inghiottito una pecora incinta nel villaggio di Kampung Jabor, circa 200 km a est di Kuala Lumpur. Il rettile di sei metri, che pesa 90 chili, era troppo gonfio per muoversi e si è reso facile preda per la cattura da parte di un pompiere.


· 0 commenti
Read More......

6 settembre 2006

Guide turistiche delle città gratis


Ho trovato in rete un sito che fornisce gratuitamente delle guide turistiche in formato PDF di varie città del mondo.
Ce ne sono tantissime e nella lingua che volete.

Il sito è Arrivalguides.com.

Adesso non avete più scuse per rimanere a casa!


· 0 commenti
Read More......

4 settembre 2006

Il video dell' addio al tennis di Agassi - Da lacrime!


Accusatemi pure di avere la cipolla in tasca, però ci sono degli eventi che ti fanno commuovere e che ti riconciliano con lo sport.
Di seguito trovate il filmato dell'addio al tennis di Andrè Agassi, dopo 21 anni giocati a grandi livelli, avvenuto durante lo US Open 2006.

Ecco cosa significa essere uno sportivo amato veramente dal pubblico!





· 1 commenti
Read More......

Il costo delle case in Italia - Prezzi da pazzi


Costo delle case in Italia, prezzi e costi immobili in ItaliaVisto che l'argomento mi sta molto a cuore in questo periodo (peccato che la mia città, Firenze, sia la seconda più cara d'Italia, in quanto ad immobili...), riporto pari pari un articolo tratto da Repubblica.it:



Sono le case dette '7 stelle', situate nei comuni turistici più ambiti, le più care in Italia. Secondo la classifica stilata dall'Agenzia del Territorio, infatti, i record dei prezzi a metro quadro è detenuto da Capri (7.967 euro/mq), Cortina D'Ampezzo (7.523), Anacapri (6.858), Portofino (6.750), Alassio (5.080), Forte dei Marmi (4.688), Loano (4.506). poi anche Courmayer in Valle d'Aosta (4.245), Pieve Ligure (4.207), Camogli (4.021). Mentre nei piccoli centri periferici i prezzi si abbassano fino a 40 volte: comprare casa a Salaparuta o Poggioreale, in provincia di Trapani, costa 220 euro per metro quadrato, il prezzo più basso in Italia.

La mappa dei prezzi disegnata dall'Osservatorio (che pubblica annualmente un rapporto incentrato soprattutto su una analisi dei volumi delle compravendite), divide i comuni Italiani in sei fasce di prezzo degli immobili.


I comuni più economici. In 2.138 comuni i prezzi delle case rientrano nella fascia più economica: da 220 euro/mq a 3 volte di più. L'80% di questi comuni è al Sud: e soprattutto in Calabria, in Sicilia, ed all'interno della Sardegna.


I capoluoghi di provincia. Tra i capoluoghi di provincia, le case costano di più a Siena (3.480), e a Firenze (3.100): superano i costi di Milano (2.837), Bologna (2.802), e Roma (2.800). Venezia è al sesto posto per un solo euro di differenza (2.779), poi Como (2.513), Rimini (2.337), Genova (2.313). Al Sud, tra i capoluoghi, le case più costose sono quelle di Salerno: al decimo posto (2.248).


La 'fascia' più numerosa. La fascia dei prezzi da 660 a 1.100 euro al metro quadro è quella più numerosa: 3.490 comuni, il 65% al Nord, il 16% al Centro, il 19% al Sud. Comprende molti comuni di zone montane e collinari, lontani dalle città più grandi, e "scarsamente appetibili anche turisticamente".


Al Nord i prezzi medi. In 1.420 comuni le case costano da 5 a 7 volte di più (1.100-1.540): sono per la maggior parte al Nord, in aree industriali, turistiche ed intorno alle grandi città. Il 10% è al Centro, in particolare Toscana e Umbria. Solo 87 comuni al Sud, capoluoghi o turistici sul mare. In questa fascia cade la quotazione media nazionale: 1.380 euro/mq.


I centri industriali e l'hinterland delle metropoli. In 497 comuni il prezzo sale tra 7 e 10 volte di più (1.540-2.200): soprattutto al Nord, con 28 capoluoghi di provincia come Torino, Verona, Brescia, Modena, e molti comuni che fanno parte dell'hinterland delle città principali o sono grandi centri industriali, Cantù, Abbiategrasso, Cologno Monzese, e Legnano in provincia di Milano; Collegno, Moncalieri e Stresa in provincia di Torino; Imola, Collecchio e Faenza in Emilia Romagna: San Donà di Piave e Conegliano nel Veneto.


I comuni turistici 'medi'. In questa fascia di prezzo comprende anche anche molti comuni più prettamente turistici, dalla Valle d'Aosta ai comuni turistici sui grandi laghi: Salò, Peschiera, Torri sul Benaco, e altri sul mare, Sarzana, Carole e Lignano Sabbiadoro. Al Centro 9 capoluoghi di provincia, tra cui Livorno, Ancona e Latina, quasi tutti i comuni dei Castelli in provincia di Roma, molti dei comuni turistici della provincia di Siena, con Pienza, San Quirico d'Orcia, Montepulciano, Cetona e Sinalunga, e diverse località turistiche sul mare. Al Sud, in questa classe troviamo solamente 37 comuni, di cui due capoluoghi, Caserta ed Alghero.


La fascia da 2.200 a 4.400. Salendo ancora di prezzo, da 10 a 20 volte di più (2.200-4.400), si arriva a una fascia di 159 comuni: comprende 12 capoluoghi di provincia, dal record di Siena (15 volte più cari), a Parma (10 volte di più). Comprende tutti gli undici capoluoghi più cari. Poi soprattutto località turistiche, e alcuni comuni dove i prezzi salgono perchè siamo nell'hinterland di grandi città: Segrate e Sesto San Giovanni per Milano, Ciampino per Roma, Casalecchio e Sasso Marconi per Bologna, San Casciano e Sesto Fiorentino per Firenze.


P.S. Volete risparmiare un po' di soldi? Andate su Guadagnare Risparmiando, ci sono decine di trucchi e consigli per evitare sprechi di denaro e ritrovarsi con in tasca qualche migliaia di euro in più all'anno.


· 0 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.