31 ottobre 2006

Telefonare in USA gratis con Skype


Tratto da Speedblog.net:

Con Skype e un servizio di elenchi al telefono americano chiamare da internet gli USA costa zero.

Altro che 892 892 e vari servizi che hanno sostituito il servizio 12 di Telecom Italia. Negli Stati Uniti d’America esiste un servizio che fornisce numeri di telefono a richiesta, mettendo in collegamento il numero trovato senza alcun costo, né per il numero trovato, né per la chiamata connessa.

Skype, da alcuni mesi, permette di connettersi a costo zero anche ai numeri verdi riservato agli utenti americani. L’unione dei due servizi permette quindi di chiamare numeri presenti sugli elenchi telefonici americani senza spendere neanche un centesimo di euro.

Composto il numero 1800FREE411 (cliccando sul link si attiva Skype e parte la chiamata gratuita) si viene connessi con una voce registrata che ci chiede in quale stato americano e in quale città si trova l’abbonato che stiamo cercando e il cognome dello stesso. Una volta trovato l’abbonato, possiamo scegliere la connessione automatica al numero, sempre a costo zero.

Io questo metodo non l'ho ancora testato, se voi l'avete provato, commentate pure!


· 0 commenti
Read More......

29 ottobre 2006

Litifba, video di un gruppo mitico


Tutti i ragazzi o quasi, almeno una volta nella vita, hanno perso la testa per un gruppo musicale.
Io, tra i 16 ed i 20 anni, non avevo altro idolo al di fuori di Piero Pelù e dei suoi Litfiba, gruppo che, indubbiamente, ha fatto la storia del rock in Italia.
E' passata tanta acqua sotto i ponti da allora: nuovi album, lo scioglimento del gruppo, carriere parallele di Pelù (da solista) e Ghigo Renzulli, che ha mantenuto (sbagliando, a mio avviso) il nome di battaglia del gruppo. Ma così è la vita, anche i migliori sodalizi prima o poi si sciolgono.
In omaggio ai vecchi Litfiba, ecco due, secondo me, tra le loro più belle canzoni, "Istambul" e "Il Vento".








· 0 commenti
Read More......

Marco Delvecchio, amore oltre la maglia


In un calcio sempre meno dipendente dalle qualità umane dei giocatori e sempre più dominato dal business e dai soldi, dagli inciuci e dai tribunali, dai mercenari e dagli scarponi, mi piace sottolineare la figura di Marco Delvecchio.
Per il suo ritorno da ex all'Olimpico contro la Roma, la curva Sud gli ha tributato cori e canti da brividi, cosa che capita solo ai grandi giocatori. Ma non è che Delvecchio sia un fenomeno con i piedi... è semplicemente uno che in campo ha sempre dato tutto ciò che aveva dentro e che si è fatto amare per i suoi numerosi gol ai cugini laziali durante i derby.
Un uomo semplice, senza troppi fronzoli, sincero e spontaneo.
Mercoledì sera, nelle fila dell'Ascoli, ha segnato il classico goal dell'ex alla Roma: ma nonostante ciò, quando è stato sostituito tutto lo stadio lo ha omaggiato con un lungo applauso e con un coro... una scena commovente che mi ha fatto venire i brividi!
Grazie Supermarco, grazie per tutto ciò che hai dato al calcio... ho ancora il tuo poster in camera e credo ci rimarrà ancora a lungo!






· 0 commenti
Read More......

27 ottobre 2006

Donne al volante, traffico costante...


Donne al volante, pericolo costanteSono anni che lo sostengo a parole, ma adesso un'importante ricerca conferma la mia tesi: l'aumento del traffico nelle città è colpa, soprattutto, delle donne al volante.


Secondo questa indagine, condotta dall' Università Bicocca di Milano e pubblicata sul mensile Quattroruote, ogni giorno le donne prendono l'auto per muoversi in media 3,22 volte, contro i 2,95 spostamenti quotidiani degli uomini. Buona parte del traffico nei centri urbani, quindi, è provocato dalle automobiliste.

"Le nuove forme di impiego flessibile e part-time, che si svolgono in luoghi diversi, le incombenze legate alla gestione della famiglia e dei figli" spiega Francesca Zajckzyc, professore ordinario di Sociologia Urbana e coordinatrice dello studio "uniti a una motorizzazione sempre più intensa hanno determinato un utilizzo degli spazi urbani più intenso da parte delle donne".


Le signore, però, si muovono per tragitti più brevi degli uomini - conclude la ricerca- e hanno una maggiore propensione a utilizzare i mezzi pubblici. Il caos sulle strade cittadine è in crescita e i tragitti diventano più lenti, come conferma la ricerca: in 15 anni il tempo medio passato in auto ogni giorno è aumentato di 20 minuti ed è oggi di circa un'ora. Gli italiani, poi, usano ancora poco i mezzi pubblici: nell'81%dei casi gli spostamenti avvengono con mezzi privati.

Se poi si considera che 7 donne su 10 sono delle imbranate totali al volante, la frittata è fatta!


Quest'articolo appartiene a: Il Blog del Salmo 69


· 0 commenti
Read More......

24 ottobre 2006

Replica dell' A.M.A.M.I.


Non si fa attendere la replica ai dati riportati da alcuni quotidiani nazionali (che io ho semplicemente riportato):

L' Associazione per i Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente (A.M.A.M.I.) ha denunciato alla Procura della Repubblica chi ha diffuso i dati sulle morti per errore medico: “Apprendiamo con sconcerto ed incredulità che, ancora una volta, testate giornalistiche nazionali riprendono e diffondono cifre false, riguardo il tema della sospetta malasanità italiana. Il dato, infatti, dei 90 morti al giorno per errori sanitari non solo è falso, ma non ha alcuna provenienza scientifica o statisticamente attendibile. E’ per questo motivo che oggi mi recherò presso l’autorita’ giudiziaria per querelare gli autori del procurato allarme ottenuto con la diffusione di notizie false. Questi dati non derivano da un Osservatorio italiano ufficiale del fenomeno, che non esiste, non provengono dai Tribunali o Procure della Repubblica, che non ne dispongono Come medico e come rappresentante di una associazione no profit che oggi conta 35.000 associati ed ha come unica mission quella di contrastare le denuncie infondate di malpractice per recuperare e proteggere il rapporto medico - paziente, sento il dovere di contestare e rettificare quanto sia lesivo per tutta la classe medica, basato su dati esclusivamente frutto di fantasia, chiaramente non accertati e sicuramente allarmistici”. E’ il commento di Maurizio Maggiorotti, presidente dell’Amami, l’Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente in replica alle affermazioni provenienti da un convegno svoltosi a Milano e riprese dai media nazionali. “Prendendo per vero il dato, oggi riportato, dei 90 morti al giorno per errori sanitari dovremmo estendere il calcolo in proiezione annuale ed ottenere la cifra di 32.850 decessi causati da errori medici che rappresenta un bilancio di vittime assimilabile ad un conflitto di media portata. Sicuramente errori umani esistono – aggiunge Maggiorotti - vanno prevenuti e combattuti, ma non si può continuare a fare cattiva informazione con titoli scandalistici e sensazionalisti che arrecano danno sia alla classe medica che ai cittadini. C’è bisogno di chiarezza e serenità nell’informazione sanitaria e certamente queste cifre non ne offrono.”


· 0 commenti
Read More......

Sanita' ed errori medici in Italia


Errare, come tutti ben sappiamo, è umano.

Premesso questo, mi risulta alquanto difficile accettare la notizia di oggi, secondo la quale ogni giorno in Italia morirebbero circa 90 persone a causa di un errore medico o della cattiva organizzazione sanitaria.
Secondo l'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), in un anno sono circa 14.000 decessi e 10 miliardi di euro di costi, pari all' 1% del PIL. Roba da matti!


Dei medici per natura mi sono sempre fidato poco e per recarmi da loro devo essere proprio all'ultima spiaggia. Di certo queste statistiche non aumenteranno la mia fiducia nella categoria.


Intendiamoci, ci sono tantissimi medici che meriterebbero un monumento per la loro bravura, onestà e professionalità.
Purtroppo però ci sono altrettanti personaggi, se non la maggior parte, che brillano per incompetenza e disonestà. Ho visto con i miei occhi visite mediche della durata di 3 minuti (cronometrate personalmente) fatte pagare 50 euro. Diagnosi e cure completamente sballate, fatture mai rilasciate, interventi non necessari fatti solo per spillar quattrini.
C'è da dire che in Italia ci sono anche strutture ospedaliere (poche per la verità) veramente efficienti; però quasi tutte sono sulle prime pagine dei giornali (o su Striscia la Notizia) per episodi di malasanità...
E intanto leggiamo che la spesa sanitaria aumenta ogni anno... ma con quali risultati?
Possiamo davvero fidarci dei medici?

Nel dubbio, cercherò di curarmi sempre da solo.


· 7 commenti
Read More......

20 ottobre 2006

Emilio Fede Vs. Paolini al Tg4 - Video


Un video che ha fatto la storia della tv e che è troppo divertente: Emilio Fede contro Gabriele Paolini al Tg4. Complimenti al giornalista che ha avuto la brillante idea di passare il microfono invece dell'auricolare al disturbatore televisivo per antonomasia:





· 2 commenti
Read More......

16 ottobre 2006

La Juventus contro Moggi e Giraudo?


Lo scandalo di "calciopoli" è stato il tormentone sportivo di quest'estate e dei mesi successivi.
Non voglio entrare nel merito di chi ha ragione o di chi ha sbagliato, però fin dall'inizio mi sono sempre posto una domanda: se la Juventus si continua ad affermare di essere lei stessa "vittima" del cosidetto "sistema", perchè non intraprende un' azione legale nei confronti di coloro che, secondo i giudici, gestivano e controllavano quel "sistema"?

Ed oggi finalmente il presidente della Juventus Cobolli Gigli ha rilasciato un'intervista nella quale ipotizza un' azione legale contro Moggi e Giraudo: "Ce lo dovranno dire i nostri legali al termine delle varie fasi della giustizia sportiva che coinvolgono la nostra società - dice - Siamo un'azienda quotata in borsa e quindi dobbiamo far di tutto per dimostrare a noi stessi e agli azionisti che noi tuteliamo gli interessi della società".

Premesso che della Juventus non ho la minima stima e non me ne può fregar di meno, credo che quanto ipotizzato da Cobolli Gigli sia il minimo debba fare una qualunque società che ha visto andare in fumo milioni di euro per colpa, secondo i giudici, delle attività illecite svolte da due suoi tesserati, tra l'altro profumatamente pagati.
Speriamo che alle parole seguano i fatti, e che questo sia anche la prima di una serie di azioni per tutelarsi contro chi nello sport vede solo soldi e business ed è disposto a tutto per ottenerli.


· 1 commenti
Read More......

Quiz e concorrenti - Viva l'Italia!


Su segnalazione di un amico, godetevi questo esilarante siparietto avvenuto a "Tira & Molla" tra Paolo Bonolis e un ascoltatore che partecipava telefonicamente da casa.
Da morire dal ridere!






· 2 commenti
Read More......

13 ottobre 2006

Redditi da lavoro autonomo, che bufala!


Mi pare che la musica non sia cambiata... i lavoratori autonomi, in generale, rubano!
E a chi rubano? Allo Stato e quindi ai lavoratori dipendenti.

Tratto da Repubblica.it:

I gioiellieri e i titolari di bar dichiarano al fisco meno dei 21.500 euro dei maestri elementari ad inizio carriera I proprietari di saloni per la vendita di autovetture di Piemonte Lazio e Campania, denunciano un reddito inferiore 16.000 euro, cioè a quello del loro concittadino che, con la tuta blu, varca da 15 anni il portone di Mirafiori, Cassino e Pomigliano d' Arco. Sotto i metalmeccanici anche la media dichiarata dai tassisti. Ma i paralleli possono proseguire. Un dentista in Campania dichiara meno dei 25.000 euro di un poliziotto, mentre nel Lazio arriva a malapena a un impiegato di banca (28.000).

I dati sono delle ultime dichiarazioni, presentate all'erario nel 2005 dai contribuenti. Li rende noti l'agenzia Ansa. Mostrano la geografia tributaria del popolo delle partite Iva, che riserva molte sorprese. Gli incroci informatici hanno oggi molte possibilità e i tecnici dell'amministrazione fiscale hanno elaborato uno spaccato dei redditi di 50 categorie del lavoro autonomo, suddividendolo per regioni.

I risultati appaiono chiari e certamente saranno tenuti in conto per l'offensiva che il governo ha già preannunciato sul fronte dell' evasione. E' un fenomeno imponente tanto che lo stesso vice-ministro per l'Economia, Vincenzo Visco ha detto ieri in Parlamento che "vi sono province e settori in cui i tassi di irregolarità superano il 50%, situazioni che chiaramente richiedono un'attenzione particolare e la definizione di un ordine di priorità per le iniziative di verifica".

Dalle statistiche sulle dichiarazioni presentate nel 2005 emergono subito i forti contrasti di un'Italia che si infiamma nella lettura delle nuove aliquote Irpef e che discute di evasione fiscale. E - dal pasticcere al notaio, dal pescivendolo all'avvocato, passando per sarti, odontecnici e parrucchieri, tassisti, lavandai e farmacisti - le statistiche fiscali aprono uno scenario che talvolta sembra sfuggire anche alla logica dei luoghi comuni.

Un pensionato sociale guadagna 500 euro al mese, ma - tirando le somme - a dichiarare un reddito analogo, o inferiore, sono i tassisti del Molise (in media 6.175 euro l'anno), i sarti in Puglia (4.048 euro annui), i parrucchieri in Campania (6.332 euro), i pescivendoli del Trentino (3.742 euro l'anno), i ceramisti dell' Emilia Romagna (2.744 euro), i titolari di autosaloni di Bolzano (1.073), i rivenditori di ricambi auto in Lombardia (5.556 euro).

In Calabria, sulle 50 categorie censite, sono ben 12 (dai pasticceri ai pastai, dai sarti ai lavandai, dai fotografi agli ambulanti dalle mercerie ai tassisti) quelle che denunciano ai fini Irpef guadagni inferiori ai 6.700 euro l'anno, come o meno di pensionato sociale. Ma la Calabria è la regione dove la maggior parte delle categorie dichiara, in media, gli importi più bassi.

I contribuenti autonomi con i redditi più alti sono invece a Bolzano e Trento. Un esempio? Nel Trentino i notai, che sono gli autonomi che dichiarano di più in tutta Italia, denunciano un reddito medio di 922.345 euro. La stessa categoria in Lombardia - dove i prezzi degli immobili sono quel che sono e le operazioni societarie numerose - dichiara sempre un'enormità, ma il valore è un terzo più basso e si ferma a 629.406 euro.

A saltare agli occhi sono i redditi dichiarati dai gioiellieri: la provincia con la media più alta è la Lombardia, dove gli orefici dichiarano 21.533 euro l' anno, come un maestro elementare. In tutte le altre regioni si scende, fino agli 11.990 euro della Calabria e passando per i 14.652 euro (meno di un metalmeccanico) del Lazio.

Al confronto appaiono più ricchi gli imbianchini che dichiarano 21.241 euro nel veneto e 28.455 euro a Bolzano. I gioiellieri toscani dichiarano 19.716 euro, un valore poco distante dai falegnami della vicina Liguria (19170 euro).

Analizzando i dati delle tabelle si scopre che i pasticceri dichiarano in media 6.561 euro l' anno in Calabria e quattro volte di più (23.202 euro) in Valle d' Aosta. La Campania, tra pastiere e zeppole, consente ai pasticceri un reddito medio di 10.825 euro, la metà di quello dei colleghi liguri (20.274
euro) e il 50% in meno dei siciliani, alle prese con cannoli e cassate.

Tra le categorie al centro delle cronache ci sono stati i tassisti. Il loro reddito varia dai 6.145 euro dichiarati in Molise ai 14.411 del Trentino. Nel Lazio, centro della protesta contro il decreto Bersani, il reddito dichiarato è di 12.033 euro, in Lombardia a 11.894. Alla fine per il fisco valgono meno di un imbianchino calabro (12.519 euro).

Una lettura trasversale alle categorie di una stessa regione offre altri spunti. In Lombardia i ristoratori (14.818 euro) e i titolari di Bar (14.830 euro) dichiarano circa 13.000 euro in meno di un meccanico (27.000 euro) e meno della metà di un idraulico (31.224 euro). Il commercianti di auto (16.166 euro) è sotto di 10.000 euro rispetto ad un falegname (26.245 euro).

Il Lazio, tranne che per i tassisti e per i commercianti di ricambi auto perde sempre il confronto con la Lombardia. Gli agenti immobiliari, nonostante i prezzi delle case nella capitale, hanno dichiarato 17.497 euro in media, poco più di un operaio e molto sotto ai 27.614 euro dei colleghi lombardi. A battere gli agenti immobiliari sono comunque i ristoratori laziali che con 11.903 euro sono sotto un pescivendolo veneto.
Attenendosi freddamente ai dati delle dichiarazioni dei redditi, quale mestiere conviene scegliere? Certamente il notaio (redditi tra 216.000 e 864.700 euro) o il farmacista (tra 97.000 e 165.000 euro). Da evitare i sarti (tra 2.200 e 20.000 euro, ma genericamente sotto i 10.000), i fotografi (tra 5259-19.000 euro) o i tassisti (6.175-14.411 euro).

OPPURE CREDETE ANCORA CHE L'IDRAULICO NON DICHIARI UN TUBO?


· 1 commenti
Read More......

Questa finta lotta all' evasione...


Un vecchio detto recita "Di buoni propositi è lastricato l'inferno".

Parto da qui per descrivere l'ennesimo voltafaccia del governo in carica; tra tutte le novità della Finanziaria 2007, una della poche proposte che avevo apprezzato era sicuramente quella relativa alla chiusura temporanea di un esercizio alla prima infrazione fiscale accertata.

Pensavo che nell'ambito di una dichiarata lotta all'evasione fiscale, questo provvedimento fosse la base di partenza per evitare che il dentista, il ristoratore o il gioielliere di fronte a casa continuassero a fare i furbi come negli anni passati, dichiarando somme ridicole nel proprio 730.

Invece oggi leggo che "cambia invece la norma che prevedeva la chiusura da 15 giorni a due mesi per gli esercizi che non fornivano la scontrino fiscale: serviranno tre infrazioni nell'arco di cinque anni per far scattare la chiusura che sarà modulata a seconda dell'importo dello scontrino e ridotta ad un periodo da tre giorni ad un mese se lo scontrino (o la fattura) è inferiore a 50 mila euro."

Quindi ricapitolando:
1) le infrazioni necessarie per far chiudere temporaneamente passano da UNA a TRE.
2) Il periodo di chiusura passa da un minimo di 15 gg a 3 gg e da un massimo di 2 mesi ad 1 mese.
3) La percentuale di scontrini o fatture sotto i 50.000 Euro è del 99%.

Complimenti davvero! Come al solito gli unici che pagheranno le tasse fino all'ultimo centesimo saranno i dipendenti pubblici, quelli privati e gli autonomi onesti....

Se è vero che "il buongiorno si vede dal mattino"... poveri noi!


· 0 commenti
Read More......

12 ottobre 2006

Le Iene e i politici ignoranti - Video divertente


Ha suscitato molto scalpore il servizio de "Le Iene" nel quale Sabina Nobile intervistava alcuni politici italiani fuori dal Parlamento ponendo loro alcune domande di cultura generale spicciola.

Il video è esilarante ma allo stesso tempo lascia nello spettatore un senso di tristezza, in quanto la considerazione drammatica da fare è che questi personaggi dovrebbero rappresentare, quale espressione del voto popolare, noi italiani.
E se noi italiani siamo davvero così ignoranti... beh, c'è da preoccuparsi!!!

Ad ogni modo... VIVA L' A-FA-GHNI-STAN e il DAR-FUR!!!

Per rimanere in tema, guardatevi anche l'onorevole Marantelli a Le Iene.




· 2 commenti
Read More......

8 ottobre 2006

Il piu' grande mago di tutti i tempi


Guardate questo divertente video! E' indubbiamente il più grande mago di tutti i tempi... un vero fenomeno!




· 0 commenti
Read More......

6 ottobre 2006

Icaro Doria: semplicemente un genio!


Forse pochi di voi conoscono Icaro Doria. Francamente non lo conoscevo neppure io, prima che mi inviassero per e-mail alcune creazioni di questo artista brasiliano.
Le immagini, per chi sa un po' di inglese, si commentano da sole... ma voglio aggiungere che secondo me l'idea è originalissima e geniale!

Oltre a quella sottostante, relativa al Brasile, potete trovare altre bandiere (che denunciano le tragiche e amare realtà di certe nazioni) a questo indirizzo:

http://www.brazilianartists.net/home/flags/


· 0 commenti
Read More......

Questo lo facevo anch'io...


Quante volte abbiamo ripetuto la frase "Questo goal lo facevo anch'io" dopo aver visto un calciatore mangiarsi letteralmente una rete davanti al portiere.
Ci sono dei casi, però, in cui i calciatori se ne approfittano... ecco a voi il video con "la sagra dell'errore sotto porta".




· 0 commenti
Read More......

4 ottobre 2006

Gli uomini "Servi della Gleba" - Il video di Elio


Che l'uomo non possa vivere senza la donna è uno dei classici luoghi comuni, ma è anche una tremenda verità.
Che l'uomo, invece, molto spesso diventi uno zerbino della donna è una tragica realtà.

Al giorno d'oggi ci sono un sacco di uomini che dipendono in toto dalla propria partner, eseguendo come dei robot tutti gli ordini che vengono impartiti, senza mai avere il coraggio di dire la propria opinione. La cosa drammatica è che il numero è in costante aumento!

A tutti questi signori, voglio dedicare il divertente video di questa famosa canzone di Elio e le Storie Tese, dal titolo "Servi della Gleba".
E ricordatevi: NON ABBIATE PAURA DI DIRE CIO' CHE PENSATE!




· 0 commenti
Read More......

3 ottobre 2006

Berlusconi come il mago Otelma !


Mi sono imbattuto, girovagando in rete, nel discorso finale di Berlusconi durante l'ultimo duello televisivo con Prodi. A parte il fatto che erano entrambi ingessati come due manichini e pure un po' dislessici, bisogna che faccia una considerazione che va al di là dello schieramento politico: Berlusconi ci aveva quasi azzeccato in toto ed era stato profetico!

A questo punto, propongo che le sue doti divinatorie e di sensitivo vengano riconosciute in tutto il mondo! :)
Guardate il video, ascoltate bene i 3 punti principali che elenca e poi leggetevi sotto i provvedimenti presenti nella Finanziaria 2007:





Punto 1) Da oggi - riferisce il Corriere della Sera - cambia la tassazione per il passaggio di beni con donazioni a titolo gratuito o per successione. Non viene reintrodotta la tassa di successione ma arriva un nuovo trattamento fiscale con aumenti delle imposte ipotecarie, catastali e di registro, anche se non in tutti i casi. VIENE INTRODOTTA LA COSIDDETTA "TASSA SUL MORTO". Leggete QUI per i dettagli.

Punto 2) Fino ad oggi i rendimenti dei titoli di Stato e dei capital gain erano tassati al 12,5% e gli interessi sui conti correnti bancari al 27%.
"In Finanziaria ci sarà l'armonizzazione delle rendite al 20% che dovrebbe portare 2,5 miliardi".
Peccato che il 99% degli italiani tenga un massimo di 5000 euro sul conto corrente ed i pochi risparmi siano investiti in Bot, Cct, ecc.

Punto 3) Il valore catastale di un immobile (anche abitativo) non si misurera' piu' in vani ma in metri quadrati. E' la novita' piu' importante contenuta in un disegno legge delega collegato alla legge finanziaria. La riforma degli estimi dovra' partire entro dodici mesi dall'entrata in vigore della legge, secondo alcuni principi base. In pratica, si passera' all'utilizzo del parametro metro quadrato di superficie, quale "unita' di consistenza cui riferire gli estimi catastali".
Inoltre, ci sara' un aumento del valore degli estimi del 40% per quanto riguarda gli immobili di categoria B, dai collegi ai convitti, dalle scuole ai musei.


· 1 commenti
Read More......

Il Messaggio SMS per i comunisti


Tratto da Repubblica.it:

Era solo questione di tempo. I supporter della Casa delle Libertà ora si scatenano e portano i loro affondi ai sostenitori del centrosinistra con tutti i mezzi possibili. Anche quelli telematici. Sul filo non tanto sottile dell'ironia. L'ultimo messaggio che circola via sms sui telefonini e, naturalmente, via email, prende spunto dal quel famoso "coglioni" rivolto, senza tanti giri di parole, dall'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a quegli italiani che alla vigilia delle elezioni avevano scelto di votare per il centrosinistra.



Che dire... è il minimo dopo tutti gli SMS che sono girati per 5 anni su Berlusconi (alcuni a dire il vero facevano davvero ridere).
Per i nostalgici, ecco qua sotto una raccolta completa:

http://www.sms-pronti.com/cerca_berlusconi.htm


· 0 commenti
Read More......

Arriva LULU - Avanti novelli scrittori !


Chissà quanti di voi amano scrivere per diletto... più di quanto si pensi!
E chissà quanti hanno provato almeno una volta a farsi pubblicare un proprio manoscritto, vedendosi sbattere una o più porte in faccia.
Ma da oggi tutti possono avere la loro opportunità!

E' arrivato anche in Italia LULU, il primo sito internet che permette di pubblicare e di vendere le proprie opere.

Fondata nel 2002 da Bob Young (il Fondatore di Red Hat azienda famosissima nell'open source), Lulu rappresenta il principale mercato editoriale indipendente nel web per il fai da te digitale. È l'unico posto nel web dove puoi pubblicare, vendere e comprare qualsiasi cosa e tutto ciò che è digitale ( libri, musica, fumetti, fotografie, film).
La cosa bella è che i diritti d'autore rimangono... all'autore. Lulu si occupa solo del servizio, quindi visibilità, stampa e vendita, ed ogni 3 mesi invia un assegno con gli eventuali soldi maturati.

Ovviamente, come succede con Ebay o altri servizi simili, il guadagno di Lulu è dato da una percentuale (20%) sul valore del venduto.

Adesso non ci sono più scuse! Carta, penna e calamaio... oh pardon!
Tastiera e monitor e si comincia a scrivere!

In alternativa a Lulu, provate questo altro metodo per Pubblicare e vendere un libro con internet.


· 0 commenti
Read More......

2 ottobre 2006

Il video rap su Prodi per il caso Telecom


Ma la sinistra in Italia non era quella parte politica da sempre e "per definizione" contraria alla censura?
O forse la libertà di stampa ed espressione esiste solo quando la "vittima designata" si chiama Silvio Berlusconi?
Sembra che il video rap su Romano Prodi in Parlamento per il caso Telecom, mandato in onda su Raidue, abbia scatenato un putiferio.
Addirittura alcuni deputati di sinistra hanno scritto al Cda della Rai per far verificare se sia ravvisabile il reato di "vilipendio alle istituzioni"! Roba da matti!

Beh, che dire... un po' di autoironia non farebbe male a questi signori.
Ma in fondo non è nemmeno colpa loro se per 5 anni nessuno li ha presi bene bene in giro!
Si erano semplicemente disabituati!

Ad ogni modo qui sotto potete trovare il video rap su Prodi:




· 25 commenti
Read More......

Finanziaria: Aliquote Irpef per single senza detrazioni


Il Sole 24 Ore smentisce la mia tesi (per una volta sono contento di essermi sbagliato) e pubblica questo "specchietto" per orientarsi tra coloro che non hanno detrazioni a loro carico.

Ad ogni modo, non c'è da essere allegri: infatti per i redditi da lavoro dipendente compresi tra 20.000 euro e 30.000 euro, la busta paga salirà di una cifra compresa tra 25 e 83 euro annui.

Come dire che ci ritroveremo tra i 2 e 7 euro in più al mese! Nemmeno il biglietto del cinema ci paghiamo!
Ah no mi sono sbagliato, il mercoledì sì... perchè è ridotto!

Comunque, ecco sotto il dettaglio:



· 0 commenti
Read More......

Cercare le fotografie per colore: Yotophoto


Tratto da: Downloadblog.it:

Ho trovato un articolo interessante su un sito che permette di trovare le foto facendo una ricerca per colore.... innovativo!

Yotophoto è un motore di ricerca per sole foto che consente di ricercare all'interno del suo database per colore e non solo per argomento. E' possibile scegliere fra 16 milioni di colori grazie al picker (per dirla in breve: la tavolozza dei colori) di cui dispone il motore di ricerca. Yotophoto è un servizio utilissimo per webdesigner, blogger, grafici.

Yotophoto ricerca esclusivamente foto di pubblico dominio, rilasciate sotto una licenza Creative Commons oppure GNU FDL o simili. Questo significa che le foto trovate possono essere utilizzate liberamente dall'utente che dovrà solo rispettare i termini di licenza (ad esempio con alcune licenze è necessario citare l'autore).


· 0 commenti
Read More......

1 ottobre 2006

Irpef 2007: che paghino solo i giovani !


Mi rivolgo a tutti quei giovani come me che hanno meno di 33 anni, non hanno moglie nè figli a carico e guadagnano tra i 18.000 euro lordi e i 33.000 euro lordi. (credo siano, facendo una stima per difetto, l'80% di quelli con meno di 33 anni).

Questa Manovra Finanziaria 2007 del governo Prodi è una vera e propria scure sui giovani !

Infatti, con l'introduzione di 5 aliquote da parte del centro-sinistra, la situazione è la seguente:

23% per i primi 15.000 euro
27% tra 15.000 e 28.000 euro
38% tra 28.000 e 55.000 euro
41% tra 55.000 e 75.000 euro
43% oltre 75.000 euro

mentre prima, con il centro-destra, funzionava così:

23% per i primi 26.000 euro
33% tra 26.000 e 33.500 euro
39% tra 33.500 e 100.000 euro
43% oltre i 100.000 euro

Facciamo degli esempi? Un lavoratore dipendente che non beneficia di detrazioni (o deduzioni, come era l'anno scorso), con uno stipendio di 20.000 euro lordi, prima pagava 2.875 euro di tasse, adesso ne pagherà 2.960 all'anno.

Secondo esempio: stesse condizioni e stipendio di 26.000 euro lordi. Prima pagava 4.255, adesso 4.580 euro.

Terzo esempio: stesse condizioni e stipendio di 33.000 euro lordi. Prima pagava 6.565, adesso 7.020 euro.

Non c'è che fare i complimenti a questa Manovra Finanziaria!
Sembra proprio studiata apposta per aiutare i giovani che vorrebbero mettere su famiglia e magari comprarsi 4 mura per non vivere fino a 40 anni con i genitori!

--------

Aggiornamento: secondo il Sole 24 Ore, ci saranno sgravi fiscali anche per questa categoria di lavoratori. Cliccate QUI per leggere l'articolo.


· 5 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.