Related Posts with Thumbnails

27 ottobre 2006

Donne al volante, traffico costante...


Donne al volante, pericolo costanteSono anni che lo sostengo a parole, ma adesso un'importante ricerca conferma la mia tesi: l'aumento del traffico nelle città è colpa, soprattutto, delle donne al volante.


Secondo questa indagine, condotta dall' Università Bicocca di Milano e pubblicata sul mensile Quattroruote, ogni giorno le donne prendono l'auto per muoversi in media 3,22 volte, contro i 2,95 spostamenti quotidiani degli uomini. Buona parte del traffico nei centri urbani, quindi, è provocato dalle automobiliste.

"Le nuove forme di impiego flessibile e part-time, che si svolgono in luoghi diversi, le incombenze legate alla gestione della famiglia e dei figli" spiega Francesca Zajckzyc, professore ordinario di Sociologia Urbana e coordinatrice dello studio "uniti a una motorizzazione sempre più intensa hanno determinato un utilizzo degli spazi urbani più intenso da parte delle donne".


Le signore, però, si muovono per tragitti più brevi degli uomini - conclude la ricerca- e hanno una maggiore propensione a utilizzare i mezzi pubblici. Il caos sulle strade cittadine è in crescita e i tragitti diventano più lenti, come conferma la ricerca: in 15 anni il tempo medio passato in auto ogni giorno è aumentato di 20 minuti ed è oggi di circa un'ora. Gli italiani, poi, usano ancora poco i mezzi pubblici: nell'81%dei casi gli spostamenti avvengono con mezzi privati.

Se poi si considera che 7 donne su 10 sono delle imbranate totali al volante, la frittata è fatta!


Quest'articolo appartiene a: Il Blog del Salmo 69


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.