27 novembre 2006

La Legionella viaggia sul treno


Le Ferrovie dello Stato non finiscono mai di stupire... in negativo!


Dopo i numerosi casi, finiti sulle prime pagine di tutti i giornali, riguardo alla presenza di zecche all'interno degli scompartimenti, adesso è la volta della legionella.
Pare infatti che sui vagoni dei treni nostrani siano state trovate tracce di questo bacillo, che provoca una grave malattia dell'apparato respiratorio, in quantità superiori rispetto alla soglia minima di rischio. In casi estremi, questa infezione può persino portare alla morte.

La Procura di Torino (nella persona del già noto pm Raffaele Guariniello) ha aperto un' inchiesta dopo che i carabinieri del Nas hanno prelevato campioni di acqua nei bagni dei treni, e i tecnici dell' Arpa di Novara hanno svolto le analisi. La scoperta riguarda convogli che hanno percorso le tratte torinesi della rete ferroviaria e preoccupa non poco gli inquirenti, i quali, ora, procederanno a test sugli impianti dei vagoni letto: la legionella, che si annida nelle tubature e nei sistemi di condizionamento dell'aria, diventa pericolosa dopo il passaggio nei nebulizzatori delle docce.
La domanda che mi pongo è: da dove arrivano queste infezioni? Non potrebbe essere correlata con l' aumento smisurato dell' immigrazione?

Ad ogni modo, un grande ed ennesimo applauso alle Ferrovie dello Stato: hanno avuto pure la faccia tosta di aumentare le tariffe su Eurostar ed Intercity, ma dato il servizio sempre più scadente... che coraggio!!!


· 0 commenti
Read More......

24 novembre 2006

Quattro allegri neonati, fantastici !


Guardate come sono fantastici questi 4 bambini con la loro mamma! Fanno morire da ridere... e poi dicono che i figli non rendono felici! A proposito, lo sapete quali sono i migliori pannolini per neonati?




· 1 commenti
Read More......

21 novembre 2006

I numeri dell' Indulto nascondono un segreto...


Finalmente il ministro della Giustizia Clemente Mastella si è deciso a "dare i numeri" relativi alla fantastica trovata dell' indulto (che, per dovere di cronaca, è stato votato anche da una parte dell'opposizione).
Dopo le allarmanti stime dei giorni scorsi (si parlava di circa 24.000 detenuti rimessi in libertà, il doppio di quelli previsti) , il guardasigilli ha così riferito in Senato: "Grazie all'indulto sono stati scarcerati 17.455 detenuti; solo il 7% è rientrato in cella per aver commesso nuovi reati".
Il ministro ha poi aggiunto: "Nel trimestre di applicazione dell'indulto, i reati commessi su tutto il territorio nazionale per i quali era stato effettuato l'arresto, hanno subito un calo sensibile rispetto all'anno precedente".

A prima vista potrebbe sembrare che l'indulto sia stata una scelta "dolorosa" ma, per certi versi, vincente, in quanto solo il 7% degli ex-detenuti è rientrato in carcere da Agosto ad ora.

Invece nessuno ha fatto presente al signor Mastella che in Italia, ogni anno, circa l'80% dei reati rimane impunito! (e dunque per 1 solo reato su 5 si riesce a risalire al colpevole)

Cosa significa questo? Se applichiamo la stessa proporzione, per la legge dei grandi numeri, si deduce che, a fronte di un 7% già rientrato dietro le sbarre, almeno un 35% (7% x 5) ha già provveduto a delinquere dopo la scarcerazione.

In merito alla seconda frase del ministro, è piuttosto evidente che i reati siano calati rispetto allo scorso anno: i delinquenti sono, in larga maggioranza, già in carcere, nonostante l'indulto (vi ricordate le varie operazioni "vie libere" del precedente governo?)

Meno male, però, che questa sinistra piano piano tirerà fuori tutti: ladri, assassini, mafiosi, terroristi, truffatori e chi più ne ha più ne metta, per la gioia nostra e di coloro che rischiano la propria vita e spendono anni del proprio lavoro per arrestare e giudicare questi personaggi, vedendo poi vanificato il tutto a causa di questa misera classe politica.


· 0 commenti
Read More......

19 novembre 2006

Bypassare la registrazione ai siti con Bugmenot


Quante volte ci siamo imbattuti in siti internet che richiedono la registrazione obbligatoria per visitare alcune sezioni al loro interno? Uno stress infinito... bisogna compilare nome, cognome, e-mail, età, scrivere quante volte andiamo in bagno e via discorrendo!

Per ovviare a questo problema, ci viene incontro il sito BUGMENOT.

Inserendo nella barra di ricerca l'indirizzo del sito, ci vengono proposti vari "username" e "password" per fare il login attraverso la registrazione fatta precedentemente da qualcun'altro, con relativa percentuale di successo.
Ovviamente ognuno può contribuire alla causa suggerendo un nuovo "login", ma senza che lo stesso sia riconducibile a chi ha fatto la registrazione (in poche parole, non inserite il vostro vero nome quando vi registrate!).

Badate bene, non c'è nulla di illegale perchè BUGMENOT non permette l'inserimento di username e password per quei siti che richiedono carta di credito o comunque delle forme di pagamento.


· 0 commenti
Read More......

17 novembre 2006

Opere letterarie e Musica Classica gratis


Se qualcuno di voi ama la lettura delle grandi opere letterarie oppure l'ascolto della migliore musica classica, segnalo Liberliber.it, un sito che potrà soddisfare questi piaceri.

Potete trovare oltre 1.000 libri e più di 1.400 brani mp3 gratuiti, in quanto su tali opere sono decaduti i diritti d'autore.
Si va da "La Divina Commedia" a "I Promessi Sposi", da Goldoni a Pascoli, da Deledda a De Amicis e via discorrendo. Riguardo alla musica, abbondano le opere di Bach, Chopin, Verdi, Rossini, ecc.
Un sito in continuo sviluppo ed aggiornamento che vi consiglio di visitare!


· 0 commenti
Read More......

15 novembre 2006

Governo Prodi e Ferrovie dello Stato


Un mio collega di lavoro vuol far sentire la sua voce, pertanto mi ha scritto una mail (che io riporto fedelmente) in merito alla situazione finanziaria delle Ferrovie dello Stato Italiane:


Il precedente Governo Prodi ha sostenuto con grande enfasi e si è adoperato per rendere il Paese più competitivo attraverso un massiccio piano di privatizzazioni alienando così il cosiddetto "Patrimonio di famiglia".
A distanza di 10 anni, a fronte della nascita di un monopolio privato in luogo di quello pubblico, Prodi è chiamato dall'AD di Trenitalia per ricapitolarizzare l'Azienda, pena l'apertura di procedura concorsuale.
Le maggiori società del Gruppo Ferrovie dello Stato (RFI, Trenitalia, Italferr, Ferservizi, Tav ecc.) sono partecipate al 100% poichè nessun privato ha rischiato i propri capitali.

Lo Stato privatizzato sta ricapitalizzando se stesso !!!

Prodi, dove sono andati a finire i soldi ???


· 1 commenti
Read More......

12 novembre 2006

Luciano Spalletti Vs Francesco Guidolin - Le Iene


Qualche settimana fa a "Le Iene" mandarono in onda questa simpatica intervista doppia con Luciano Spalletti, mister della Roma, e Francesco Guidolin, allenatore del Palermo.

Guardatevi il video, perché fanno delle considerazioni interessanti!
Grande Luciano!!! (sono di parte, lo so...)


· 0 commenti
Read More......

Creare il proprio logo su Google


Su internet non sanno più cosa inventare ed abbondano quei siti che si divertono a "fare il verso" a qualcun altro ben più famoso. E' il caso di


http://www.funnylogo.net/create.asp

attraverso il quale è possibile creare la pagina iniziale di Google con il proprio logo e scritta preferita.
Provare per credere!

http://funnylogo.net/engines/Google/White/Salmo69.aspx


· 0 commenti
Read More......

9 novembre 2006

Barzelletta anti francesi


Un italiano in Francia sta consumando il suo "petit déjeuner" (caffè,croissant, pane, burro e marmellata), quando un francese, masticando la sua immancabile gomma, si siede accanto a lui.
L'italiano lo ignora vistosamente, ma nonostante tutto, il francese l' apostrofa:
"Voi il pane lo mangiate tutto?"
L'italiano risponde sorpreso: "Certamente."
Il francese fa un bel palloncino con la gomma:
"Noi No. In Francia noi mangiamo solo la mollica. La crosta la raccogliamo in un contenitore, la ricicliamo, la trasformiamo in croissant e la vendiamo in Italia." prosegue con una smorfietta insolente.
L'italiano resta in silenzio.
Il francese insiste: "Ci mette la marmellata, sul pane?"
L'italiano,con un sospiro paziente: "Certamente."
Il francese, rigirando la gomma tra i denti e ridacchiando, fa:
"Noi No!In Francia a colazione noi mangiamo la frutta fresca, mettiamo tutte le bucce e gli scarti in un contenitore, li ricicliamo, ne facciamo marmellata e li vendiamo in Italia..."
L'italiano allora, guardandolo bene in faccia, chiede: "Voi francesi fate sesso?"
Risposta: "Ma certo!anche più di voi", con un gran sorriso.
"E cosa fate coi preservativi usati?" prosegue l'italiano.
"Li gettiamo via, naturalmente."
"Noi no" conclude l'italiano. "In Italia, li mettiamo in un contenitore, li ricicliamo, li trasformiamo in gomma da masticare e li vendiamo in Francia".


· 0 commenti
Read More......

7 novembre 2006

Contro il crimine, ma non adesso


Se le istituzioni di Napoli volevano inviare un forte segnale contro il degrado e la criminalità che imperversano nella città, beh... hanno fallito completamente.

Ieri sera, 6/11/2006, era in programma la seduta del consiglio comunale per discutere della drammatica situazione napoletana e per trovare le necessarie contromisure agli eventi che stanno devastando questa città.
Peccato che ieri sera si giocasse al San Paolo l'atteso match di serie B Napoli-Juventus: l'aula si è iniziata a svuotare lentamente in prossimità del calcio di inizio della partita, fino al punto che su 60 consiglieri non ne sono rimasti solo 22, soglia al di sotto del numero legale. Pertanto, si è reso necessario sospendere la seduta.

Se questo è il senso civico di certi politici eletti e pagati dal popolo italiano, c'è da preoccuparsi!!!

Con tutto il rumore che c'è stato in questi giorni su Napoli, sarebbero dovuti essere presenti 61 consiglieri su 60!

E' anche vero che ognuno ha la classe politica che si merita e che spesso rispecchia direttamente il popolo che l'ha eletta.

Evidentemente omicidi, rapine e scippi per molta gente contano meno dei palleggi di Calaiò o dei dribbling di Del Piero.


· 0 commenti
Read More......

2 novembre 2006

Emma Bonino come Massimo Ceccherini


Ebbene sì! Sulle orme di Massimo Ceccherini, Francesco Baccini, Roberto Da Crema, Guido del GF e Leopoldo Mastelloni, anche la parlamentare, nonché ministro del Commercio Internazionale, Emma Bonino sembra che si sia lasciata scappare una bestemmia durante un'accesa discussione tra compagni di partito... complimenti! Voi che ne dite? Per caso ha detto "Porcodindino" ? Ecco il filmato video :





Peccato che, a differenza di quanto accaduto ai suddetti personaggi della televisione, il popolo italiano non abbia la facoltà di buttarla fuori dal Parlamento.

Io un rimedio comunque ce lo avrei: perché, invece di rincoglionire la gente con Isole dei Famosi, Grandi Fratelli, Pupe e Secchioni e affini, non viene fatto un bel reality show, in diretta da Camera e Senato, con protagonisti i nostri parlamentari e con la possibilità di buttarli fuori grazie al televoto?


· 44 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.