20 giugno 2007

L' olfatto re nella seduzione


Lo sanno tutti che l'olfatto è al primo posto tra i sensi utilizzati nella seduzione.
A quanto pare sta dilagando la tendenza ad annusare le persone. Scrive Il Messaggero:

Se venite assaliti da un naso pronto ad assaporarvi come una delle bottiglie di profumo più preziose al mondo, non vi stupite. L'ultima moda dell'estate è l'annusamento. In spiaggia come in città la mania dell'odore è già scattata, filmata e scaricata come si rispetta ormai nella migliore tradizione. La moda è nata qualche settimana fa a Milano, dove un gruppo di misteriose sexy-annusatrici seducevano i ragazzi per le strade del centro subissandoli di baci, carezze e conturbanti annusamenti.

La tendenza, documentata anche da numerosi video caricati su You Tube, sta ora dilagando a macchia d'olio, sbarcando sulle spiagge più affollate e calienti d'Italia e nelle località balneari alla moda.

Per gli psicologi non c'è da meravigliarsi. Anzi. Secondo uno studio promosso dall'Associazione "Donne e qualità della vita", presieduta dalla sessuologa Serenella Salomoni, l'olfatto si attesta al primo posto tra i fattori scatenanti la seduzione.

Qualcuno lo chiama «effetto axe (o ascelle)» come è stato chiamato in Inghilterra dove la moda è esplosa, altri lo decodificano come una nuova forma di feticismo dei teen agers. Comunque sia, a pensarla così sono ben il 56% delle 530 donne intervistate dall'associazione, di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Di più. La stragrande maggioranza del campione ammette che un buon odore può farle capitolare molto più velocemente di uno sguardo ammiccante e sensuale, giudicato irresistibile invece dal 33% del campione. Rappresentano una netta minoranza, invece, le donne per le quali la seduzione passa prima di tutto dal tatto (7%), e dal gusto (4%

Un buon odore, inoltre, indice di pulizia, di buona impronta estetica e di rispetto per il proprio corpo, è anche ciò che le donne amano di più nel contatto fisico con il proprio partner. Al riguardo non ha dubbi il 38% del campione.

Capelli e barba a posto rappresentano, poi, un must irrinunciabile per il 26% degli interpellati, mentre una percentuale di poco inferiore, pari al 16%, tradisce un debole per le mani perfettamente in ordine. Il 9%, infine, più che da particolari fisici, si lascia conquistare dalla delicatezza dei modi di fare del partner di turno.

I ricercatori confermano che l'olfatto è senza dubbio il senso che agisce più in profondità sulla psiche umana, perchè più degli altri stimola la fantasia, il desiderio e il sogno.

E senza andare a scomodare Proust con le sue "madaleine" è bello scoprire cosa evoca un buon odore in una donna che lo percepisce. Il 42% associa al profumo dell'altro l'idea della virilità. Per il 38%, invece, un odore irresistibile accresce la prestanza dell'uomo che si ha di fronte. Il 35% ritiene, invece, che un buon profumo faccia rima con il successo professionale. Molto più romantica la visione del 27% del campione, che di fronte a un aroma avvolgente avverte un maggior senso di sicurezza. C'è, infine, chi pensa (25%) che un buon profumo sia sinonimo di freschezza.

E nella classifica delle parti del corpo più desiderate come oggetti da annussare al primo posto c'è il collo, con il 23 per cento delle «maniache». Seguono le appassionate di capelli (18 per cento). Bene anche per chi cura i pettorali, visto che il 14 per cento si diletta a perlustrarne l'odore. Quindi le braccia (11 per cento). Ma ci sono anche le patite delle mani (9 per cento). Meno diffuso fra le donne rispetto agli uomini il feticismo dei piedi. Solo l'8 per cento li indica fra gli obiettivi olfattivi preferiti. Il 5 per cento ama invece annusare le ascelle.

Inoltre, gli effetti di un buon odore durano nel tempo anche al di là del mero contatto fisico. Non è un caso che il 28% del panel, anche a distanza da un appuntamento galante con un ragazzo, sostenga di emozionarsi non solo al ricordo del suo modo di baciare, ma una percentuale di poco inferiore (27%) conferma di serbare bene impresso nella mente proprio il suo profumo rimasto impregnato nei vestiti. Molto di meno sono invece le donne che rimangono stregate dallo sguardo (9%), e dalla voce (3%) del loro partner. Mentre il ricordo più labile è sicuramente quello del tragitto effettuato con lui in macchina.

A questo punto non mi resta che concludere personalmente questo articolo con un memorabile video che ha qualcosa a che fare con l'olfatto: Il mitico Franchino di "Fantozzi"!




Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.