Related Posts with Thumbnails

7 ottobre 2008

Capire la qualita' del vino in bottiglia


Un po' di mesi fa trovai un interessante articolo su Lifehacks che spiegava come distinguere un vino buono e di qualità da uno mediocre; uno studio perfetto per chi, come me, non ha mai fatto un corso per sommelier, non conosce molto i grandi nomi dell'enoteca italiana e non sente tanta differenza tra un buon Chianti e una bottiglia di chinotto.


Da quel giorno, scegliere una bottiglia di vino per una cena è diventata una pura formalità e non ho più sbagliato un colpo. Qual'è il trucco per avere sempre vino di qualità sulla tavola?
Se ci fate caso, ogni bottiglia che si rispetti ha il fondo più o meno incavato. Un ragazzo inglese ha calcolato la correlazione che esiste tra la profondità di questa cavità ed il prezzo della bottiglia, scoprendo che le due cose sono abbastanza proporzionali tra loro.
Mi sono permesso di trasformare la sua formula per adattarla agli euro e questo è il risultato:

costo della bottiglia di vino = (profondità della cavità in mm + 3) diviso 3

Ad esempio, una bottiglia col fondo piatto dovrà costare al massimo un euro; se la cavità raggiunge i 10 mm, il prezzo sale a 4,3 euro e così via.
Per farla breve, quando trovate una bottiglia in offerta al supermercato, infilate un dito nel fondo della stessa: maggiore sarà la profondità, migliore sarà la qualità del vino che avete in mano.

A proposito, sapete come decantare il vino in 2 minuti?


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


7 commenti:

Filo ha detto...
 

L'ultima frase mi risulta quantomeno ambigua...

Mauro P. ha detto...
 

Essendo un discreto conoscitore di vino e di bottiglie, ti dirò, non è proprio così! Riconoscere un buon vino non è come controllare se una gallina deve fare l'uovo! eheheh...

Riccardo ha detto...
 

@Filo: beh, ci vuole molta fantasia...

@Mauro: diciamo che quantomeno si riesce a distinguere un Tavernello da un Morellino di Scansano.

Ciao! :)

Anonimo ha detto...
 

se tutto questo che dici e vero, basta guardare il fondo e sai se il vino e buono o meno mi domando e i sommelier che ci stanno a fare?

Riccardo ha detto...
 

Beh, diciamo che è un buon indicatore della qualità del vino, anche se le sorprese posso sempre esserci.

Ciao

Anonimo ha detto...
 

potrebbe funzionare anche con le persone..... magari piu' lo avranno lungo e piu' avranno un quoziente intellettivo alto....ma per favore non si puo' generalizzare a tal punto, addirittura da impostarci una formula matematica...

Anonimo ha detto...
 

...ecco, continua pure con il chinotto!!


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.