9 aprile 2009

Felici a costo zero, un libro di Antonio Mazza


Ho avuto la fortuna ed il piacere di leggere in anteprima il libro, edito dalla Castelvecchi editore, “Felici a costo zero” di Antonio Mazza, giornalista e direttore della rivista on line "Lavoceditutti.it".

Sottotitolo del libro è "come rendere la semplicità il migliore investimento per il futuro" e proprio su questo concetto si basa l'intera opera: nell'era del consumismo sfrenato e della inevitabile crisi economica che ne è seguita, l'obiettivo di tutti dovrebbe essere un ritorno alla semplicità, ad una vita priva di inutili eccessi e che sia sempre più ecosostenibile.

L'autore si sofferma inizialmente ad analizzare la genesi del malessere dell'uomo in questi anni, che affonda le sue radici, tra le altre cose, nella pubblicità ossessiva, tale da condizionare i consumi, nel culto dell'oggetto e nell'introduzione dell' euro. Tutto questo ha portato inesorabilmente al declino del cosiddetto ceto medio, spaccatosi in nuovi ricchi e, soprattutto, nuovi poveri; una sorta di "popolo del discount", che sta lentamente riscoprendo l'italica arte di arrangiarsi e di risparmiare, maturando una ritrovata consapevolezza ed una nuova coscienza.

Successivamente Mazza, grazie alla sua esperienza personale, ci spiega nel dettaglio come effettivamente sia possibile vivere in maniera semplice dalla A alla Z: per ogni aspetto della vita di tutti i giorni c’è sempre una soluzione a basso costo e certi atteggiamenti quotidiani, apparentemente inutili o desueti, nascondono in realtà un nuovo stile di vita che non solo aiuta il nostro portafoglio, ma ci permette di recuperare rapporti ormai perduti in una società in cui tutto va troppo di fretta.

Abbigliamento, Acqua, Banche, Casa, Cellulare, Cultura, Ecologia, Giornali, Internet, Regali, Rifiuti, Salute, Telefono, Vacanze: sono solo alcuni dei molteplici argomenti sviluppati in questo libro, ciascuno dei quali viene analizzato in maniera critica e propositiva.
Nel complesso, “Felici a costo zero” è un volume che non solo ci darà molti consigli per risparmiare più di qualche euro, ma ci regalerà notevoli spunti di riflessione su dove dovrà indirizzarsi l'uomo, dal punto di vista sociale ed economico, negli anni a venire, per non essere schiacciato dalla sua stessa miopia ed avidità.


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.