24 agosto 2009

Viaggio in Spagna: Barcellona e Andalusia


Eccomi di ritorno, dopo aver trascorso un paio di settimane in giro per la caliente Spagna ed aver percorso un totale di 4.300 Km in automobile (e per fortuna all'andata siamo sbarcati a Barcellona con il traghetto!).
Vi ricordate l'articolo su come organizzare un viaggio perfetto?


Beh, devo dire che ho provato personalmente i consigli di quel mio post e a tal proposito vi faccio un breve riassunto della vacanza dal punto di vista economico e del comfort.

Abbiamo soggiornato per 11 notti in Spagna, in pieno Agosto, nelle seguenti città: Barcellona, Valencia, Cordoba, Siviglia, Algeciras, Granada, Castellon de la Plana e 2 notti in Francia, a Martigues, vicino alla Camargue.
Grazie ai consigli di Tripadvisor e ad un'attenta ricerca, ci siamo concessi il lusso di dormire quasi sempre in bellissimi hotel a 4 stelle, spendendo una media di 58 euro a notte per camera (29 euro a testa, per capirci).


In Spagna non è consuetudine includere la colazione nel prezzo della stanza, per cui, ad eccezione di 4 pernottamenti, avremmo dovuto acquistarla a parte, per una cifra di circa 10 euro a persona. Anche il parcheggio auto si paga a parte, circa 12 euro al giorno. Per il resto gli alberghi sono piuttosto economici rispetto all'Italia.
Per i pasti, abbiamo cercato di uniformarci agli orari e ai piatti spagnoli, dunque pranzo alle 15 e cena alle 22, con tapas e paella a farla da padrone e i famosi "menu del dia" che con 10 euro permettono di consumare un pasto più che dignitoso.


Data l'esperienza, non posso che consigliare a tutti questo tipo di viaggio: città come Barcellona e Valencia meritano una visita per la loro vivacità e modernità, i monumenti ed il loro stile unico nell'edilizia, mentre le città dell'Andalusia annoverano alcuni tra i palazzi antichi più belli del mondo (Alhambra di Granada, Mezquita di Cordoba, Alcazar di Siviglia, solo per citarne alcuni) con il loro inconfondibile stile arabo moresco e i loro grandiosi giardini.
Una puntatina sull'Oceano Atlantico è d'obbligo (per spezzare il ritmo di certe giornate passate nelle città a camminare con 40 gradi) sulla ventosa e selvaggia spiaggia di Tarifa, mentre le ultime due sistemazioni ci hanno permesso di suddividere il percorso di ritorno in tappe di 6-7 ore e di riposarci un po' sulla sabbia ascoltando il rumore delle onde.

P.S. Se avete problemi con le lingue non disperate, per imparare c'è sempre pronto il corso di spagnolo gratis online.


Per altri consigli di viaggio, leggetevi quello fatto a Kos in Grecia.


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


3 commenti:

Hapi ha detto...
 

hello... hapi blogging... have a nice day! just visiting here....

Anonimo ha detto...
 

Per il soggiorno a Barcellona vi consiglio di visitare la pagina www.visit-bcn.com perchè per questo tipo di vacanze "fai da te" è perfetto...ti offrono appartamenti economici e nel pieno centro delle città!
Ottimo per sentirsi in casa e risparmiare in vacanza!
Un saluto

hotel Roma ha detto...
 

Post molto interessante!


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.