29 luglio 2010

Cani abbandonati, dramma estivo


Mi piacerebbe imbattermi un giorno in coloro che vigliaccamente e senza pudore decidono di abbandonare un cane... saprei io cosa fare. Detto questo, spero che quest'estate non si presentino immagini come quella qua sotto, anche se purtroppo ogni anno migliaia di animali, non solo i cani, vengono lasciati sul ciglio di una strada, come fossero spazzatura, con la falsa credenza che siano in grado di sopravvivere da soli.


Piuttosto che abbandonare una povera bestia indifesa, se proprio siete impossibilitati a tenerla, portatela in una struttura attrezzata, ad esempio un canile. Sicuramente troverà un ambiente meno pericoloso della strada e magari anche qualcuno disposto ad adottare un cane.

Per segnalare un animale abbandonato, potete telefonare al numero verde gratuito 800 253 608.



· 3 commenti
Read More......

27 luglio 2010

Come avere denti piu' bianchi


Come avere denti bianchi, rimedio per i denti gialliFumo, caffè, vino, coloranti e una cattiva alimentazione contribuiscono giorno dopo giorno a rovinare i nostri denti, i quali, come molti sanno, sono un'arma di seduzione non indifferente e possono cambiare notevolmente, nel bene o ne male, il giudizio estetico su una persona.


Per avere denti più bianchi ed un sorriso da far invidia, in teoria basterebbe utilizzare il dentifricio e uno spazzolino di media durezza tutti i giorni, almeno mattina e sera. Se però lo smalto si è rovinato, i denti sono gialli o ci sono macchie che non ne vogliono sapere di andarsene, prima di prosciugare il portafoglio dal dentista potreste provare uno o più d'uno di questi metodi:

1) Abituatevi ad avere spesso in bocca una gomma da masticare, specialmente dopo i pasti o il caffè.

2) Una volta alla settimana, inumidite lo spazzolino e ricopritelo con del bicarbonato di sodio, poi spazzolate con forza i denti ingialliti.

3) Una volta alla settimana, inumidite lo spazzolino e ricopritelo con un po' di polvere di dentifricio Vicco, passando il tutto sopra i denti ingialliti.

Il dentifricio Vicco è una pasta composta da erbe e rimedi ayurvedici: radice di liquirizia (antisettico e analgesico), ribes (antisettico), giuggiola (antisettico), noce persiana (antisettico e detergente), barleria prinoitis corteccia (disturbi delle gengive e carie), quercia asiatica frutto (emostatico), frassino spinoso, mandorla indiana (disinfettante), sarsaparilla radice (emolliente), acacia arabica corteccia (stabilità dei denti), brasiletto verzino pianta (emostatico), nespola indiana (disturbi gengive), cannella (rinfrescante), gomma arabica corteccia (astringente), robbia bengalese (cicatrizzante), piretro radice (carie), timolo (disinfettante), rose apple, triphala (frutti di mirabolano chebulo, belerico, emblico), gramigna di maggio (disturbi dei denti).


Spero di esservi stato d'aiuto. Se conoscete altri rimedi o volete dire la vostra, lasciate un commento.


· 5 commenti
Read More......

26 luglio 2010

Il test per Idioti - The idiot Test


Test Idioti, Il testi per idioti - The Idiot TestTutti, almeno una volta, siamo stati definiti "idiota" da qualcuno. Ci abbiamo riso sopra, quasi a voler esorcizzare l'offesa.... ma se invece fosse vero?


Per verificarlo non ti resta altro da fare se non misurarti con THE IDIOT TEST, un test di logica molto semplice ma dannatamente infame.
Io l'ho completato dopo 4 tentativi, ma se tu sei meno idiota di me sicuramente lo risolverai alla prima... o no?

N.B. Se il collegamento di sopra non dovesse funzionare, prova a cliccare QUA.


Bene! Adesso che hai accertato di non essere completamente idiota, perché non ti metti alla prova con il test di Einstein? Si dice che solo 2 persone su cento riescano a risolverlo...


· 17 commenti
Read More......

23 luglio 2010

5 scherzi per spaventare una ragazza


La vostra ragazza questa volta ha davvero esagerato e state meditando una piccola vendetta? Siete semplicemente dei sadici?
Ecco un divertente video con 5 simpatici scherzi per spaventarla e farsi 2 risate, ma senza esagerare:





· 0 commenti
Read More......

21 luglio 2010

SportyPal, allenamento con smartphone e gps


VI avevo già parlato un po' di tempo fa di Endomondo, un'applicazione che sfrutta il gps del cellulare per calcolare distanza percorsa e velocità media durante un percorso.


Un'ottima alternativa è SportyPal, programma gratuito molto simile ad Endomondo, ma forse con una marcia in più.
SportyPal, infatti, oltre a calcolare distanza percorsa e velocità, visualizza le calorie consumate, basandosi sui nostri parametri personali quali peso ed altezza e sul tipo di sport o allenamento praticato (corsa, bicicletta, pattinaggio, trekking, passeggiata, ecc.).
Inoltre, genera un grafico su scala temporale per verificare le differenze di velocità durante il tragitto.
L'ho installato sul mio Nokia 5800 xpressmusic XM e funziona molto bene.


Funziona su quasi tutti i sistemi operativi per smartphone: Android, BlackBerry, iPhone, Java, Symbian and Windows Mobile.


· 0 commenti
Read More......

19 luglio 2010

I migliori goal del 2009 / 2010 nel mondo - Video


Ecco una bellissima selezione dei migliori goal della stagione 2009/10, realizzati in ogni parte del mondo. Il video dura 10 minuti, ma per ammirare una compilation di reti così belle vale davvero la pena guardarlo fino in fondo:





· 0 commenti
Read More......

16 luglio 2010

Toon Crisis, spara ai cartoni animati - Gioco online


Concludiamo il fine settimana con un simpatico gioco in stile "sparatutto", in cui l'obiettivo è quello di colpire alcuni personaggi dei cartoni animati.


Il gioco si chiama Toon Crisis e la sua particolarità è quella di mescolare un video reale (il filmato di un percorso lungo una strada) con delle animazioni computerizzate, mentre la vostra pistola sarà... una mano!
Per i nostalgici di quei giochi arcade alla "Operation Wolf"...buon divertimento!


· 0 commenti
Read More......

14 luglio 2010

Come passa il tempo: 17 anni in 2 minuti


Alcuni anni fa ebbe un discreto successo una canzone dei Dik Dik e Maurizio Vandelli che si intitolava "Come passa il tempo"; tuttavia, guardandosi ogni giorno allo specchio, è molto difficile notare su se stessi i segni dello scorrere del tempo, che purtroppo va avanti inesorabilmente. Quando però andiamo a rivedere una nostra foto di 3 anni fa, sicuramente notiamo alcune lievi differenze; non parliamo poi degli scatti risalenti a 10 anni fa, in cui talvolta si stenta a riconoscersi.


A tal proposito, guardate cosa si è inventato un certo Dan Hanna: per 17 anni di fila, dall'età di 31 a 48, si è scattato 2 foto al giorno e con queste ha montato un video di 2 minuti.
Provate a visualizzarlo dall'inizio alla fine senza pause e vedrete che sicuramente farete poco caso all' invecchiamento e alla comparsa dei segni del tempo sul viso; se però scorrete velocemente il cursore del player di Youtube focalizzando prima il fotogramma al minuto 0:12 e poi quello a 1:50, riuscireste ancora a dire che non è cambiato quasi niente?

Concludo allegramente ricordando che ad ognuno di noi succederà la stessa cosa :)




· 0 commenti
Read More......

12 luglio 2010

Il presagio delle mozzarelle blu


Quando è uscita la notizia, il 19 Giugno 2010, forse quasi nessuno l' aveva considerata un presagio, ma con il senno di poi è tutto molto chiaro. Sto parlando del caso riguardante le tristemente famose mozzarelle blu e l'altrettanto deludente eliminazione degli azzurri ai Mondiali di Sudafrica 2010. Avete capito adesso la relazione?


Per fortuna che gli italiani sono maestri dell'ironia e sanno ridere sopra disgrazie ben peggiori, figuriamoci la prematura uscita di scena della Nazionale di calcio. A tal proposito, guardatevi questi 2 video: una divertente parodia dello spot Vigorsol con protagonista Marcello Lippi preso a schiaffi da un tricheco e una rivisitazione del brano di Shakira "Waka Waka", ovvero la canzone ufficiale dei Mondiali.








· 0 commenti
Read More......

9 luglio 2010

Downshifting in Italia


Downshifting Italia, Downshifter e libri sul DownshiftingDa un po' di tempo sta prendendo sempre più piede in alcune aree nel mondo, ma piano piano anche in Italia, il fenomeno del downshifting. Di cosa stiamo parlando?


Downshifting è un termine inglese che letteralmente significa "Scalare marcia" ed è stato anche ribattezzato in italiano come "Semplicità volontaria", ovvero "la scelta da parte di diverse figure di lavoratori - particolarmente professionisti - di giungere ad una libera, volontaria e consapevole autoriduzione del salario bilanciata da un minore impegno in termini di ore dedicate alle attività professionali, in maniera tale da godere di maggiore tempo libero (famiglia, relax, hobby, ecc.)".


Alle spalle di una scelta di questo tipo ci possono essere diverse motivazioni, come ad esempio una maggiore considerazione per i temi dell'ecologia, della salute fisica e psicologica o per abbracciare uno stile di vita che non sia orientato al consumismo, in cui è necessario lavorare 10 ore al giorno per poter comprare cose inutili che non sono purtroppo in grado di migliorare la nostra vita e renderci veramente felici.


Se volete approfondire l'argomento, in Italia uno dei downshifters più importanti è certamente Simone Perotti, scrittore ed autore dei libri "Adesso Basta" e "Avanti Tutta", che personalmente ho letto e vi consiglio vivamente.

In alternativa, potete acquistare "4 ore alla settimana" di Tim Ferris (altro libro tra i miei preferiti), "Quasi quasi mi licenzio" di Roberto D'Incau e Rosa Tessa oppure "Downshifting" di John D. Drake.


· 2 commenti
Read More......

7 luglio 2010

Problemi al computer? Come ottimizzare il pc con Toolbox


Stanchi dei soliti problemi del vostro computer? Il pc è appesantito, rallentato e non risponde più come prima?
Se è vero che un certo degrado nelle prestazioni col passare del tempo è inevitabile, è comunque possibile migliorare e non di poco le performances del computer.


Ecco dunque per voi IObit Toolbox, uno programma gratuito che contiene oltre 20 strumenti per dare nuova vita al pc, attraverso operazioni di pulizia del registro, ottimizzazione della RAM, diagnostica e correzione dei problemi, controllo e sicurezza.

Il vantaggio di questo software è che non necessita di installazione, quindi può essere portato comodamente anche in una chiavetta usb.


· 0 commenti
Read More......

5 luglio 2010

Rivedere filmati storici con CriticalPast


Filmati e video storici seconda guerra mondialePur non avendo mai avuto degli insegnanti, nella mio iter scolastico, che mi abbiano fatto apprezzare la Storia, quando vedo un documentario che ricostruisce fatti avvenuti migliaia o decine di anni fa rimango quasi sempre affascinato.


Per chi ama rivedere filmati risalenti agli ultimi 110 anni, provenienti da ogni parte del mondo, consiglio assolutamente CriticalPast.com, un enorme archivio privato contenente oltre 57.000 video storici e 7 milioni di immagini.
In particolare, ci sono migliaia di filmati della Seconda Guerra Mondiale, molti dei quali provenienti dagli Archivi di Stato degli USA.


E' possibile visualizzare gratuitamente i video all'interno del sito, ma per poterli scaricare è necessario abbonarsi a pagamento.
Andate qua invece se preferite imparare la geografia.


· 1 commenti
Read More......

2 luglio 2010

Consulente aziendale, schiavo al lavoro


Ho trovato in rete questo divertente (e allo stesso tempo tragico) articolo, che fotografa molto bene la realtà di uno dei mestieri più in voga ultimamente, quello del consulente aziendale.
Leggetevelo attentamente e riflettete bene prima di accettare una proposta di lavoro di questo genere, perché questi sono i rischi a cui andrete incontro:


Il “consulente” è uno dei nuovi mestieri che i giovani d’oggi sono costretti a fare. Ci sono decine di tipologie differenti, ma una cosa li accomuna tutti: sono sfruttati.
Fra i consulenti gira spesso questa storiella che rende bene l’idea di che tipologia di lavoro facciamo:

1- Lavori a degli orari bizzarri. (Come le prostitute)
2- Sei pagato per rendere felice il tuo cliente. (Come le prostitute)
3- Il tuo cliente paga tanto, ma è il tuo padrone che intasca. (Come le prostitute)
4- Sei pagato all’ora, ma i tuoi lavori arrivano fino a quando il lavoro è finito. (Come le prostitute)
5- Sei ricompensato se soddisfi le fantasie del cliente. (Come le prostitute)
6- Ti è difficile avere e mantenere una famiglia. (Come le prostitute)
7- I tuoi amici si allontanano da te e resti solo con gente del tuo tipo. (Come le prostitute)
8- E’ il tuo cliente che paga l’hotel e le ore di lavoro. (Come le prostitute)
9- Il tuo padrone ha una gran bella macchina. (Come le prostitute)
10- Il cliente vuole sempre pagare di meno e tu devi fare delle meraviglie. (Come le prostitute)
11- Quando ti alzi dal letto, ti dici: "Non posso fare questo per tutta la vita!". (Come le prostitute)
12- Comunque va, te lo prendi sempre in quel posto.


Finito il momento simpatia passo a raccontarvi questo fantastico mondo.
La consulenza non è un mondo ben definito, esistono decine di tipologie di consulenti, c’è il consulente IT, quello di processo, quello strategico e via dicendo. Una sola cosa accomuna la quasi totalità dei consulenti: sono sfruttati.La mia esperienza personale e la miriade di consulenti con i quali sono venuto a contatto dimostrano e raccontano in parte questa realtà. Molto spesso da fuori siamo visti come “fortunati“, non lavoriamo in miniera, ovvio, molto spesso abbiamo un contratto e parecchi benefit, ma in realtà condividiamo tendenzialmente le stesse problematiche dei precari.Qualche tempo fa leggevo questo post su un blog che seguo spesso e in molte delle cose dette mi sono rivisto, ho rivisto le mie paure e le mie incertezze sul futuro.

DICIAMO LE COSE COME STANNO - Vi racconto come funziona questo fantastico mondo.Esci dall’università, nel mio campo siamo quasi tutti economisti e ingegneri gestionali, e cominci a guardarti intorno, mandi curriculum. Le società di consulenza (le principali: Accenture, Deloitte, Ernst&Young, Price Waterhouse Coopers, KPG e via dicendo) se hai una votazione decente sono le prime a contattarti. Fai i colloqui, se rendi bene e vedono che hai un profilo che si può adattare alle loro esigenze, ti prendono. Inizi come tutti con uno stage (dai 500 agli 800 euro mensili) e ti catapultano nel mondo del lavoro. La consulenza lavora su commesse, ovvero, su progetti presso altre società e vende le sue risorse (ovvero te…) al cliente per cifre iperboliche (dai 150 ai 1000 euro a g/U) per un tot di giornate. Vi faccio un esempio: la società X necessita di un determinato servizio e si rivolge agli esterni perchè al termine dell’erogazione del servizio non vuole altri dipendenti difficilissimi da licenzieare. Contatta un certo numero di società che gareggiano fra loro al ribasso. Vince chi offre il meglio a meno soldi. Preso il progetto la società di consulenza manda i suoi consulenti dal cliente. Tu stagista/apprendista entri in una società esterna, i cui dipendenti godono di tutti i benefici contrattuali, e non conti niente. Al termine del progetto vai via e ricominci da un altro cliente. Sempre così per anni.

Continua a leggere l'articolo originale completo su Giornalettismo.com


· 2 commenti
Read More......

1 luglio 2010

Accesso alle spiagge: come difendersi


L'estate è sinonimo di mare e l'Italia da questo punto di vista non può certo lamentarsi, con i suoi 5.000 Km di costa balneabile ed i 3.500 Km di spiagge. Circa 900 Km di costa sono occupati da stabilimenti balneari, che ovviamente sono sorti nei luoghi di villeggiatura più importanti e laddove è migliore l'accessibilità.


Tuttavia per coloro che non vogliono rinunciare alla spiaggia libera e al mare, per scelta di vita o per motivi economici, ogni anno la situazione si fa sempre più dura: si stanno riducendo sempre di più gli arenili privi di sdraio ed ombrelloni e allo stesso tempo si sta diffondendo lentamente un comportamento alquanto scorretto da parte dei gestori dei bagni, che impediscono l'accesso alla spiaggia attraverso il proprio stabilimento. Ecco dunque un piccolo manuale di sopravvivenza per il turista o la famiglia che vuole passare un giorno o un'intera vacanza al mare, evitando spiacevoli situazioni e difendendosi da prepotenze gratuite.


1) Non vi fanno entrare nello stabilimento per andare al mare, o vogliono farvi pagare il biglietto, oppure vi proibiscono di stazionare temporaneamente per fare un bagno sulla battigia antistante l’area compresa nella concessione, anche se non possedete oggetti strumentali alla balneazione (sdraio, ombrellone), se non il semplice telo da mare.
Avete il diritto di entrare gratuitamente, raggiungere il mare per la via più breve o quella che vi indicheranno, e decidere se fare il bagno posando i vostri indumenti, prendere il sole, purché non intralciate il passaggio dei mezzi di soccorso o il passaggio di altri, o se non desiderate fare un bagno, potete passeggiare lungo la battigia. Ricordate che la battigia è un’area esclusa dalla concessione demaniale su cui il concessionario non ha alcuna titolarità di contestare alcunché.

2) Non vogliono farvi uscire dallo stabilimento?
Come sopra.

3) Volete vedere il mare ma lo stabilimento è chiuso e la spiaggia libera è lontana?
Non c’è alcuna legge che permette a qualcuno di impedire l’accesso al mare fuori della stagione balneare. Pertanto i gestori devono lasciare la possibilità d’accesso, e se trovate chiuso è l’occasione di denunciare l’accaduto ai Vigili Urbani, e alla Capitaneria di Porto.

4) Volete andare in spiaggia a pescare ma non sapete dove entrare?
Come sopra.

5) La spiaggia libera è sporca?
La pulizia delle spiagge libere è a carico del Comune. Se la spiaggia è sporca non esitate a inviare una segnalazione o un esposto circostanziato al comune di appartenenza

6) La spiaggia in concessione ad uno stabilimento è sporca d’inverno?
La pulizia della spiaggia in concessione è un obbligo del concessionario anche d’inverno. Segnalate il fatto al comune di appartenenza o alla Capitaneria di Porto.

7) Quali sono gli standard di sicurezza?

Ogni cento metri d’arenile ci deve essere una postazione di salvataggio con un operatore abilitato, dotato di: maglietta con scritto in maniera ben visibile “salvataggio”; fischietto; pattino o battello rosso con riportata la scritta “salvataggio” e il “nome dello stabilimento”; due salvagente anulari di cui uno munito di una corda di almeno 30 metri; una gaffa.

8) Non viene rilasciata la ricevuta fiscale per la cabina, l’ingresso o altro.
Come ogni altro esercizio, il mancato rilascio della ricevuta è una violazione della legge.

9) Non ci sono accessi per disabili fino alla battigia.
Si tratta di una violazione della legge 104 del 1992, sui diritti delle persone disabili.

10) Sono in corso costruzioni di immobili sul demanio?
Va verificato se c’è un cartello che autorizza la costruzione e inviare un esposto al comune.

11) Ci sono fognature a cielo aperto che scaricano in mare.
Inviare immediatamente un esposto alla Procura della Repubblica, alla Provincia e al Comune.


Questo è solo un riassunto, ma se volete approfondire l'argomento, leggendo anche gli scandalosi profitti che fanno alcuni stabilimenti rispetto al canone corrisposto allo Stato, scaricatevi il libretto PDF dal sito dei Verdi.


· 1 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.