21 settembre 2010

Musei Italiani gratis il 25 e 26 Settembre 2010


Musei gratuiti 25 e 26 Settembre 2010 Giornate Europee del PatrimonioForse in pochi sapranno che il 25 e 26 Settembre 2010 si celebrano le Giornate Europee del Patrimonio, ideate nel 1991 dal Consiglio d’Europa per potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei.


Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali partecipa all'evento e organizza sull’intero territorio nazionale iniziative tese a valorizzare e mettere in evidenza i contenuti della cultura e del Patrimonio italiano, con l’obiettivo di condividere con altri Paesi europei le comuni radici continentali.


Per l’occasione saranno aperti al pubblico gratuitamente i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale. Un'ottima occasione per visitare senza pagare moltissimi musei, parchi, siti archeologici, biblioteche, chiese, palazzi, mostre e molto altro sparsi in tutta l'Italia.

L'elenco completo degli eventi, suddiviso per regione e provincia, è consultabile cliccando qua, sul sito del Ministero.

Inoltre, ogni ultimo martedì del mese, dal 28 settembre al 28 dicembre 2010, rimarranno aperti dalle ore 19 alle ore 23 i principali musei nazionali, con ingresso gratuito. La lista completa la trovate a questo indirizzo.


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


1 commenti:

kermitilrospo ha detto...
 

il 25 e 26 settembre a Cesena ci sarà una grande manifestazione del movimento 5 stelle di Beppe Grillo.... neanche a farlo apposta!! ;o)


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.