11 ottobre 2010

Le Iene: Sclerosi Multipla e correlazione con CCSVI


Rabbia, solamente rabbia. E' questo il sentimento che provo dopo aver visto il servizio de "Le Iene", nel quale si parla della Sclerosi Multipla (malattia che colpisce tre milioni di persone nel mondo, circa 50.000 in Italia) e della sua correlazione con la CCSVI (insufficienza venosa cerebro-spinale cronica).
Pare infatti che nei malati di Sclerosi sia presente anche la CCSVI, ovvero un'ostruzione delle vene che trasportano il sangue dal cervello al cuore. Aprendo chirurgicamente queste vene, non solo si cura la CCSVI ma anche la Sclerosi Multipla subisce un arresto e la situazione tende a ritornare verso la normalità.


La scoperta del nesso tra le due malattie è opera di un medico italiano, il dottor Paolo Zamboni, e della sua equipe; è talmente rivoluzionaria che le è stato dedicato un intero numero della rivista più importante del settore e già in molti paesi viene praticato l'intervento chirurgico. In Italia NO. Laddove è nata l'intuizione, da mesi è stato chiesto al Ministro della Salute Fazio di autorizzare questo trattamento, ma non è ancora stato dato il via libera. Perché?


Anche ammettendo che non ci sia correlazione tra le due malattie (cosa difficile da smentire, visto le testimonianze dei pazienti e dei medici), perché non è possibile operare chi abbia la CCSVI?
Cosa c'è dietro?

Il costo a carico dello Stato Italiano per curare la Sclerosi Multipla è pari a circa un miliardo e 600 milioni di euro, dunque 32.000 euro per ogni malato. Qualcuno vuole forse proteggere il business delle case farmaceutiche?


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


2 commenti:

Anonimo ha detto...
 

...anche a me provocano rabbia i servizi delle iene perchè a mio parere non informano correttamente e portano l'opinione pubblica a pensare che si sia trovata la causa della SM quando in realtà non è così. Inoltre si istigano le persone ad andare all'estero a farsi operare e questa è una cosa pericolosa che nessuno dovrebbe fare ed andrebbe denunciato dalle autorità.
Ho la SM da 7 anni e ti assicuro che un po' me ne intendo, forse la ccsvi è una concausa ma ci sono molti fattori e molte situazioni che discreditano questa teoria.
Guardati anche l'intervista a Zamboni:
http://www.repubblica.it/salute/medicina/2010/10/19/news/sclerosi_multipla_appello_di_zamboni_ai_malati-8219002/
Ciao.

Fabrizio
:)

Riccardo ha detto...
 

Ciao Fabrizio, non mi pare che le Iene abbiano detto questo;l'opinione pubblica distorce spesso ciò che sente.
Hanno semplicemente fatto presente che lo studio del Dr. Zamboni evidenzia questa significativa correlazione tra le due malattie.
Se anche solo il 10% dei malati di SM fosse curabile con l'angioplastica, credo che sarebbe auspicabile poter eseguire l'intervento anche qui in Italia, per evitare le speculazioni all'estero.

Speriamo che la ricerca si concluda velocemente.

In bocca al lupo e grazie per la tua testimonianza ed il link


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.