Related Posts with Thumbnails

3 ottobre 2011

Claudio Gentile Vs Maradona & Zico - Video


Nel 1982 l'Italia allenata da Enzo Bearzot divenne campione del mondo per la terza volta, grazie ai fuoriclasse che aveva in rosa, ad un bel po' di fortuna (che non guasta mai) e per merito di certi giocatori dai piedi ruvidi senza i quali saremmo stati eliminati dal torneo con largo anticipo.


Uno di questi è Claudio Gentile, roccioso difensore passato alla storia per le sue marcature a uomo (direi a francobollo) su campioni del calibro di Maradona e Zico, tanto da far diventare la frase "Gentile su Maradona" un'espressione idiomatica da utilizzare quando qualcuno ti sta con il fiato sul collo.
Altro che i difensori di oggi, con la loro inefficiente copertura a zona; nel calcio di una volta, che ricordo con molta nostalgia, l'allenatore ti affidava il compito di marcare a uomo un certo giocatore avversario e tu lo dovevi seguire per tutto il campo, fin sotto la doccia. Infatti Claudio Gentile prese talmente alla lettera le indicazioni del mister che, come si può vedere dai filmati, seguiva e rimaneva incollato a Maradona e Zico perfino durante le pause di gioco.


Ad onor del vero, c'è da dire che con le regole di oggi Gentile non avrebbe mai finito né Italia-Argentina né Italia-Brasile, perché sarebbe stato espulso al terzo o quarto fallo di gioco, ma erano altri tempi e gli interventi duri erano più tollerati dagli arbitri.

Godetevi i due video con tutti i tackle del leggendario Claudio Gentile e poi rivivetevi la finale Italia-Germania 1982: Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo!





Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.