31 dicembre 2011

Chi ha detto che i gatti odiano la neve ?


Ecco un divertente video i cui protagonisti sono gatti alle prese con la neve ed il ghiaccio. Se è vero che questi deliziosi felini odiano l'acqua, lo stesso non si può certo dire per quanto riguarda il loro rapporto con i bianchi fiocchi invernali. Buon 2012 a tutti !

A proposito, lo sapete quanto pesa la neve?




· 2 commenti
Read More......

29 dicembre 2011

Il potere delle banche spiegato con un cartone animato


Tutto quello che avreste voluto sapere su banche, banchieri, affari, denaro e potere è splendidamente raccontato in questo cartone animato made in USA, ma con sottotitoli in italiano.

Dura mezz'ora, ma vale la pena vederlo sia per farsi un'idea di quante cose non conosciamo sull'argomento e sia per capire il motivo per cui tutto questo ci viene tenuto nascosto:





Fonte: Il potere del qui e ora


· 0 commenti
Read More......

27 dicembre 2011

Gli stipendi netti ed il fisco nei paesi Ocse


Il Corriere della Sera ha pubblicato due interessanti grafici con la classifica degli stipendi medi netti in alcuni delle principali nazioni del mondo (paesi Ocse) e l'incidenza del fisco sulle retribuzioni, relativamente all'anno 2010.

L'Italia, rispetto alla situazione del 2008, è rimasta più o meno nella stessa posizione, mentre c'è un balzo della Svizzera che sale al primo posto.

La lista dei paesi Ocse è la seguente: Australia, Austria, Belgio, Canada, Corea del Sud, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi (Olanda e Belgio), Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti, Ungheria e Turchia.


La valuta è espressa in dollari e prende in considerazione un lavoratore single senza figli. Cliccate sull'immagine per ingrandirla.


Stipendio medio netto paesi Ocse, Fisco e tasse
Qua potete trovare una tabella in Excel realtiva al decennio 2000-2010 per tutti i suddetti paesi.


· 0 commenti
Read More......

23 dicembre 2011

Aggiungere la voce al proprio blog o sito web


Testo in audio su blog o sito web, Readspeaker alternativa gratisProbabilmente nessuno l'avrà notato, ma ho aggiunto ad ogni articolo del blog la possibilità di trasformare il testo in audio grazie a Vozme.


Basta cliccare sul link "Ascolta questo post" (presente alla fine sulla barra rossa) e magicamente si aprirà un player che inizierà a riprodurre un mp3 con il testo dell'articolo, grazie ad una voce artificiale in lingua italiana, sicuramente migliorabile, ma accettabile. Praticamente è come l'imitazione di Mario Monti che fa Maurizio Crozza. Volendo, l' mp3 è anche scaricabile sull'hard disk.


Vozme è un servizio molto utile per articoli lunghi che comporterebbero uno sforzo prolungato degli occhi o per utenti con problemi di vista e può essere una valida alternativa gratuita a Readspeaker.


· 0 commenti
Read More......

20 dicembre 2011

Le caprette ti fanno ciao


Questa foto è stata scattata in un'edicola di Livorno, ma purtroppo, come erroneamente si potrebbe pensare, non si tratta di una delle mitiche locandine de "Il Vernacoliere". Cos'altro aggiungere?



Fonte: Non leggerlo


· 0 commenti
Read More......

19 dicembre 2011

Diploma universitario e titolo di Dottore


Titolo dottore e Diploma universitario triennale, equipollenzeEbbene sì, anche il ministro Mariastella Gelmini ha fatto qualcosa di buono: con la legge 240/2010, la cosiddetta "riforma Gelmini" sul sistema universitario, si è finalmente equiparato i vecchi diplomi universitari di durata triennale (non quelli biennali) alle attuali lauree triennali, rendendo giustizia a quanti, me compreso, decisero di intraprendere quel percorso formativo in vigore fino al 1999, quando fu abolito dalla riforma Berlinguer.


Il testo della legge 240/2010, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, all'articolo 17 recita così:

Art. 17. (Equipollenze)

1. I diplomi delle scuole dirette a fini speciali istituite ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, riconosciuti al termine di un corso di durata triennale, e i diplomi universitari istituiti ai sensi della legge 19 novembre 1990, n. 341, purche' della medesima durata, sono equipollenti alle lauree di cui all'articolo 3, comma 1, lettera a), del regolamento di cui al decreto del Ministro dell'università' e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509.

2. Ai diplomati di cui al comma 1 compete la qualifica accademica di «dottore» prevista per i laureati di cui all'articolo 13, comma 7, del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'Università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270.


Pertanto, dopo 12 anni di limbo durante i quali essere chiamato "dottore" ti inorgogliva ma ti metteva anche un po' a disagio data l'anomalia tutta italiana dei diplomi universitari, finalmente anche noi possiamo fregiarci del suddetto titolo senza alcuna vergogna. Ad ogni modo potete continuare a chiamarmi Riccardo.


· 2 commenti
Read More......

16 dicembre 2011

La parabola discendente di Ronaldo


Se si pensa che a 35 anni ed oltre ci sono ancora giocatori che fanno la differenza in serie A come Francesco Totti, Nesta, Zanetti o Del Piero e che campioni come Roberto Baggio abbiano giocato fino a 40 anni deliziandoci il palato fino alla fine, aumenta il rimpianto nel vedere oggi l'ex fenomeno Ronaldo (classe 1976, nome completo Ronaldo Luís Nazário de Lima) in queste penose condizioni fisiche, durante un'amichevole per beneficenza.


Forse è meglio ricordarlo com'era una volta con il secondo video, all'apice della sua carriera, quando veniva giustamente considerato da tutti il miglior calciatore al mondo:






· 0 commenti
Read More......

15 dicembre 2011

Sciacalli ultracattolici senza vergogna


Pur essendo credente in Dio, ho smesso di frequentare la Chiesa da oltre 20 anni ed onestamente non me ne sto pentendo: troppa ipocrisia, troppi interessi economici, troppe verità nascoste. Ritengo che nel corso dei secoli la Chiesa abbia accantonato il vero spirito cattolico-cristiano in favore di una brama di potere e di ricchezza paragonabile a quella delle moderne banche d'affari, arrivando a compiere azioni inimmaginabili contro l'essere umano.
Quando poi mi trovo a leggere certi editoriali fondamentalisti in rete, mi convinco ancora di più della mia scelta. E' il caso del sito Pontifex, in cui, per farla breve, si vuole leggere la tragedia di Trieste (nella quale ha perso la vita Francesco Pinna, un giovane di 20 anni addetto al montaggio del palco) come un ammonimento di Dio a Jovanotti, reo quest'ultimo di aver sponsorizzato in televisione, assieme a Fiorello, l'utilizzo del preservativo tra i giovani.


Cito testualmente dal sito:"... Ricorderete che una settimana fa, Fiorello si esibì con il suo penoso "salvalavita Pischelli", alludendo e facendosi apostolo del profilattico, dunque incoraggiando via etere il libertinaggio sessuale, quindi il peccato mortale? Bene, in quella circostanza, Fiorello ebbe come partner proprio Jovanotti, colui il quale avrebbe dovuto esibirsi a Trieste. Dio non manda certamente il male che non vuole. Dio non chiede sofferenze agli umani, ma si ribella e acconsente ..." e anche "Una positiva conseguenza del crollo è stata la sospensione del concerto di questo menestrello del vietato vietare, del tutto è permesso, della vita sregolata e dell'incitamento ad ogni scompostezza esistenziale."

Non credo ci sia altro da aggiungere.


· 3 commenti
Read More......

14 dicembre 2011

Franco Baresi, miglior libero del mondo


Quando penso a Franco Baresi immediatamente scatta nella mia mente l'associazione con mio padre, il quale ha sempre sostenuto che l'ex numero 6, nonché capitano, del Milan potesse essere considerato il miglior difensore centrale al mondo o, per dirlo all'antica, il più forte libero mai esistito.


Da romanista quale sono, quindi senza alcuna faziosità, non posso che confermare questa tesi, alla luce di quanto mi ricordo e dopo aver rivisto su Youtube un video con le migliori giocate di Baresi durante i mondiali di calcio in Italia nel 1990. E' impressionante notare il senso della posizione, la capacità di anticipare e di far ripartire l'azione, la grinta ed il carisma di quest'uomo.

Io non so se Franz Beckenbauer fosse più forte del nostro Franco nazionale, ma rivivere queste immagini, con il grande commento di Bruno Pizzul, mi ha emozionato, fatto venire i brividi dietro la schiena e quasi commosso:




· 2 commenti
Read More......

12 dicembre 2011

Come risparmiare sui prodotti tecnologici


Risparmio tecnologia, cellulari, televisori, notebook, spendere menoAnche quest'anno, nonostante la crisi economica (o forse proprio per questo), siamo incessantemente bombardati dalla pubblicità di prodotti tecnologici: televisori 3D, smartphone, notebook, iPod, iPad, fotocamere e chi più ne ha più ne metta.


Sappiamo che la tecnologia si evolve alla velocità della luce, rendendo obsoleti prodotti usciti appena 5 anni fa (vi rimando a proposito all'obsolescenza programmata), e dunque il voler stare al passo con i tempi richiede uno sforzo economico considerevole.
Ad esempio, un cellulare di ultima generazione costa anche 500 euro, un tv in 3D viene intorno ai 1500 euro e un notebook appena uscito arriva a 1000 euro.


Chi segue un po' l'evoluzione di questi prodotti sa bene che, trascorsi 6 mesi, lo stesso oggetto sarà sul mercato ad un prezzo diminuito del 30%, mentre dopo 12 mesi dalla sua uscita si potrà portare a casa pagando circa il 50% del prezzo originario.
Ovviamente c'è chi, per motivi professionali, ha bisogno di avere quanto di meglio la tecnologia possa offrire in quel momento, ma la stragrande maggioranza delle persone quasi non percepisce nemmeno le differenze tra due modelli usciti a distanza di 6 mesi l'uno dall'altro. In compenso, però, si ritrova a pagare molto di più del necessario.


Il mio consiglio per risparmiare sull'acquisto di prodotti elettronici è quello di rimanere "tecnologicamente indietro" di 6-12 mesi, lasciando che siano altri a pagare i "costi di sviluppo" dei nuovi prodotti. Già, perché vi siete mai chiesti perché lo stesso prodotto costi il 50% in meno dopo soli 12 mesi? Questo avviene non perché siano scesi i prezzi delle materie prime o della manodopera di produzione, ma perché nei primi mesi di vendita le aziende vogliono recuperare i costi sostenuti in ricerca e sviluppo, maggiorando pertanto i prezzi finali e giustificandoli con la fornitura di prestazioni assai migliori.
Lo stesso dicasi per i negozianti, che approfittano del pollo di turno, pronto a vantarsi con gli amici del suo ultimo acquisto, facendogli pagare la novità a caro prezzo.


Ed ecco che comprare un tris composto da tv, cellulare e notebook di ultima generazione oggi vi costerà ben 3000 euro, ma tra soli 6 mesi il loro prezzo scenderà a 2000 euro e ad "appena" 1500 euro tra un anno. Io dico che conviene sempre aspettare, voi che ne pensate?


· 0 commenti
Read More......

10 dicembre 2011

Susan Boyle e le magie di Photoshop


Può una donna come Susan Boyle, bravissima cantante ma notoriamente brutta, diventare una piacente ed interessante signora? Certamente, basta ricorrere all'ormai onnipresente Photoshop e alle sue magie:




· 1 commenti
Read More......

8 dicembre 2011

Come si calcola la percentuale di un numero


Come calcolare la percentuale, sconto, calcolatrice, formula percentualeA qualcuno sembrerà strano, ma moltissima gente quando deve calcolare la percentuale di un numero viene presa da una sorta di attacco di panico e inizia a dare risposte a vanvera in stile "Sconvolt Quiz".
In realtà, il calcolo della percentuale è un'operazione molto semplice da fare, soprattutto se avete con voi una calcolatrice. Vediamo come fare.


Primo caso. Supponiamo di voler calcolare il 15% di 80, pari a 12. Con la calcolatrice abbiamo 3 possibilità, anche se la formula di fatto è sempre la stessa:

  • si digita 80, si divide per 100 e si moltiplica per 15
  • si digita 80 e si moltiplica per 0,15
  • si digita 80, si moltiplica per 15 e, prima di premere il tasto =, si preme il tasto %

Ipotizziamo adesso di aver visto in un negozio un capo di abbigliamento che costava 50 euro ma su cui si applica lo sconto del 35% (ovvero si paga il 65% del suo valore iniziale). Quanto ci costerà adesso? Solo 32,5 euro, calcolabile così:
  • si digita 50, si divide per 100 e si moltiplica per 65
  • si digita 50 e si moltiplica per 0,65
  • si calcola il 35% di 50 (vedi primo caso) e si sottrae a 50

Terzo caso è quello in cui si voglia aggiungere una percentuale ad un numero. Il caso tipico è quello dell'Iva al 21%. Se un prodotto costa 40 euro + Iva, dovremmo aggiungere il 21% di 40 euro a 40 euro, ovvero:
  • si calcola il 21% di 40 (vedi primo caso) e si aggiunge a 40
  • si digita 40 e si moltiplica per 1,21
Se invece avessimo voluto aggiungere il 37% a 40, avremmo dovuto moltiplicare quest'ultimo per 1,37. Per incrementare del 100% un numero, basta moltiplicarlo per 2.


· 0 commenti
Read More......

6 dicembre 2011

Luca Mercalli e l' inganno della crescita


Un grandissimo "Passaparola" quello pubblicato ieri su Il Blog di Beppe Grillo.
Protagonista il professor Luca Mercalli, volto noto anche in televisione, che riprende il discorso della decrescita spiegando molto bene quale sia in verità "L'inganno della crescita" e quali siano i limiti fisici ed invalicabili del nostro pianeta, basato su un sistema economico sbagliato ed autodistruttivo.

Ascoltate bene questi 17 minuti di video e se condividete queste parole diffondete il messaggio a più persone possibile:




· 0 commenti
Read More......

5 dicembre 2011

Gratis anteprima film "Emotivi Anonimi" al cinema


Emotivi anonimi anteprima gratuita al cinema, biglietti omaggioHo trovato un'interessante promozione grazie alla quale andare a vedere gratuitamente al cinema, il prossimo 19 dicembre, il film francese "Emotivi anonimi" (qua la scheda su IMBD).


Affrettatevi perché ci sono ancora disponibili biglietti omaggio per due persone, basta collegarsi a questo indirizzo ed iscriversi, ricevendo una mail da stampare e consegnare alla biglietteria.

Le proiezioni si svolgono nei cinema delle città di Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Catania, Firenze, Genova, Milano, Modena, Monza, Napoli, Padova, Palermo, Parma, Pesaro, Roma, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Udine.

Lasciate un commento se siete riusciti ad accaparrarvi un invito gratuito.


· 0 commenti
Read More......

2 dicembre 2011

Il più grande giocatore di biliardo - Video


Dopo aver visto questo video, la prossima volta che qualcuno mi dirà che "gioco come un cane a biliardo" certamente non mi offenderò, anzi lo prenderò come un complimento:




· 0 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.