27 novembre 2013

Come creare legna da ardere dalla carta di giornale


Bruciare la carta nel caminetto, fare legna con la carta dei quotidiani
Visto e considerato che la maggior parte dei quotidiani italiani o sono tendenzialmente inutili o non fanno altro che cattiva informazione, perché non riutilizzare almeno la loro carta per creare dei tocchi di legno da bruciare dentro al camino o nella stufa? In fin dei conti, si tratta sempre di alberi tagliati.


Il procedimento è piuttosto semplice, anche se è necessario un po' di tempo. Prendete almeno 3-4 giornali piegati e buttateli dentro un secchio, aggiungete acqua fino a sommergerli del tutto e teneteli a mollo per almeno una giornata. Trascorso questo tempo, utilizzando dei guanti, prendete uno dei giornali, distendetelo su una superficie dura e battetelo con un martello di gomma da ambo i lati, ma senza esagerare. A questo punto prendete una sbarra che sia più lunga del giornale ed avvolgetelo intorno ad essa, pressandolo e strizzandolo con le mani per fare uscire l'acqua residua.


I cilindri così formati devono essere messi ad asciugare ed a seconda della fonte di calore impiegheranno da 1 a 10 giorni per essere pronti. Per dare alla carta un aspetto più simile alla legna, è possibile versare fondi di caffè dentro l'acqua per renderla più scura. Gli stessi fondi di caffè possono essere mescolati alla carta per aumentare il potere calorico. Ciascun cilindro ha una durata di combustione di circa 30 minuti.
Sicuramente il metodo non potrà garantirvi legna per tutto l'inverno, ma magari regalarvi qualche serata al calduccio con la soddisfazione di aver finalmente riciclato in maniera utile la pila di giornali accatastata da mesi in cantina.

Per capire meglio tutto il processo, vi rimando alla versione originale in inglese in pdf.


· 0 commenti
Read More......

19 novembre 2013

La canzone su Sandro Piccinini, telecronista 'ccezionale


Solo quattro mesi fa dedicai un articolo del blog al mitico Sandro Piccinini e alle sue telcronache, adesso invece c'è chi va oltre dedicando addirittura una canzone alla voce di punta del calcio su Mediaset.
Infatti Daniele Brogna ha creato un brano parodia che esalta il personaggio Piccinini ma allo stesso tempo ne prende in giro i contenuti dialettici ed i refrain, perché il buon Sandro è veramente un telecronista 'ccezionale:


· 0 commenti
Read More......

16 novembre 2013

La sobrietà rende liberi


"La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli.
E il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. Bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. Questo tempo per se stessi io lo chiamo libertà. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L’alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere".


Sapete chi ha pronunciato questo fantastico discorso, che personalmente condivido al 100%? José “Pepe” Mujica, presidente dell’Uruguay, 78 anni. Per chi se lo fosse perso, ascoltatevi il meraviglioso intervento che il presidente Mujica fece in occasione del G20 di Rio de Janeiro nel giugno 2012, lasciando tutti a bocca aperta.


· 2 commenti
Read More......

14 novembre 2013

Come fare le pere cotte al vino rosso


Come fare la pera cotta, dolce di pera cotta al vino, ricettaDopo aver assaggiato in un ristorante, come dolce di fine pasto, la pera cotta caramellata su tortino speziato con gelato alla crema e sciroppo, ho deciso di provare a replicare questa ricetta a casa e devo dire che, come prima volta, non è venuta per niente male.


Il procedimento è molto semplice: si prendono delle pere (meglio se di varietà "kaiser" o "william"), si sbucciano lasciando intatto torsolo e picciolo e si mettono in un pentolino dai bordi alti. Si versa poi all'interno acqua e vino rosso in pari quantità, in modo che le pere siano ricoperte dal liquido fino a metà della loro altezza da sdraiate, si aggiunge zucchero a piacimento e volendo anche del miele, aromi vari (si suggerisce cannella e/o chiodi di garofano, io ho messo lo zenzero e la cioccolata in mancanza di altro). Infine
si mette tutto a bollire per una buona mezz'ora, ricordandosi di girare le pere sull'altro lato a metà cottura, fino a quando non saranno diventate morbidissime ed il liquido si sarà ritirato diventando una dolce crema rossastra.


A questo punto si servono le pere calde in un piattino, versandoci sopra il liquido di cottura (e volendo anche un po' di zucchero vanigliato) con accanto due palle fredde di gelato.


· 0 commenti
Read More......

4 novembre 2013

I goal più belli di Zlatan Ibrahimovic


Sarà pure un calciatore rissoso ed antipatico, giocherà anche poco per la squadra, ma per me Zlatan Ibrahimović è uno dei più forti attaccanti di tutti i tempi, capace di segnare goal al limite dell'incredibile, nonostante i suoi 195 cm di altezza ed il 46 di piede.

Guardate questa bellissima compilation con le sue 10 reti più belle:


· 0 commenti
Read More......

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.