Related Posts with Thumbnails

12 ottobre 2006

Le Iene e i politici ignoranti - Video divertente


Ha suscitato molto scalpore il servizio de "Le Iene" nel quale Sabina Nobile intervistava alcuni politici italiani fuori dal Parlamento ponendo loro alcune domande di cultura generale spicciola.

Il video è esilarante ma allo stesso tempo lascia nello spettatore un senso di tristezza, in quanto la considerazione drammatica da fare è che questi personaggi dovrebbero rappresentare, quale espressione del voto popolare, noi italiani.
E se noi italiani siamo davvero così ignoranti... beh, c'è da preoccuparsi!!!

Ad ogni modo... VIVA L' A-FA-GHNI-STAN e il DAR-FUR!!!

Per rimanere in tema, guardatevi anche l'onorevole Marantelli a Le Iene.




Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


2 commenti:

Giacomo Montana ha detto...
 

Con i parlamentari che abbiamo oggi in Italia, il prossimo futuro, per violentatori, ladri, truffatori, e bancarottieri di sottobosco, si presenta sempre più sotto fulgidi auspici e pertanto con un grosso filo da torcere per le persone oneste.

Chi volesse sapere come siamo ridotti oggi e come è caduta in basso la decenza, la civiltà e la giustizia, basta visitare il sito web http://www.mobbing-sisu.com e con prove inconfutabili ne verrà a sapere delle belle!

Se volete potete anche leggere questo articolo dal Centro di Psicologia Umanistica:

http://www.script-pisa.it/rivista/script_riflessioni_12/arcobaleno_politico_italiano.php

Basta col con le spregiudicatezze e bestialità del crimine vile e selvaggio protetto nella tenebra, da ora in avanti per il bene del popolo, deve essere fatto tutto en plein air (all’aperto).

Confido in un vero risveglio morale della gente, negli urgenti provvedimenti e in una organizzazione cristallina che dia una vita dignitosa, pace e salute a tutti, con libertà nell’ordine di progresso nella continuità. Pensiero, discussione, confronto e AZIONE.

Troppo spesso manca l’ultima parte e così dopo i danni alle persone su salute, economia e dignità, subentra anche la vile derisione!!!

Giacomo Montana ha detto...
 

SUICIDIO PER TIMORE DI UNA MALATTIA O ALTRO?
di Giacomo Montana



Oggi si sente dire che si è rimasti presi da choc per il suicidio compiuto col gesto tragico di un avvocato. Purtroppo se si osserva la questione generale da vicino, di motivi per essere presi da choc ce ne sono a fiumi, solo che si preferisce tacerli, ignorarli, beffarli! Si dice che il suicida forse temeva una malattia, si trova una supposizione per tutto, ma mai che ci sia sempre una lunga sequela di fattori, cause e concause che generalmente si sommano in un essere umano, prima del gesto estremo chiamato suicidio.

Anche un avvocato per il lavoro che svolge vede scandali, politica corrotta e corruttibile, lussuria, avidità, imbrogli, ferocia, efferatezza di giudici tra apparati pittoreschi delle varie correnti politiche, che per ciò che fanno sono tutto e il contrario di tutto al tempo stesso. Sono impulsi che pesano anche sulle spalle di chi li ascolta, viene a conoscere i protagonisti, sa più di quanto può dire per il segreto che lo lega alla professione di avvocato.

Tutti fatti e persone che improvvisamente appaiono sorprendenti, sia nella forma che nella sostanza. Sono pesi che col tempo senti sulle spalle e ti chiedi: dov’è finita l’umanità, la giustizia, la religione. Dov’è finita la vita più naturale, quella fisica, intellettuale e morale?

Quando si vede annientare verità e Giustizia, con una forza del sistema al servizio di fuorilegge con la maschera da persone per bene, si vede lo snaturamento della legge, nonché trasformare l’espropriazione in diritto e la legittima difesa in disturbo, in modo da potere discriminare, denigrare e presto insabbiare quello che fa comodo a qualcuno.

La giustizia oggi è simile a una brezza marina: si solleva, si fa vedere assemblando con sé una frescura e un profumo incredibile, una bellezza estatica, ma poi il fuoco della vergogna te la fa vedere come fosse un miraggio del deserto, mentre improvvisamente ti dolgono le inaspettate “scottature”.

Comprendi molto bene che quando il diritto individuale può essere impunemente violato da qualcuno, sino all’espropriazione legale, le regole dall’esterno non ti saranno mai più di nessun aiuto, devi fingere, nascondere, tacere, fuorviare scottanti verità, per rimanere seduto in quella stessa poltrona che il mondo della politica ti permette di mantenere, senza che tu venga rovinato e distrutto a cominciare dalla professione. Devi soggiacere all’ignominia di dovere sopportare di vedere annientare identici diritti dei nostri fratelli, venendo eluso il Diritto.

Sai che se vuoi ricominciare a vivere non dovresti curarti delle regole ambigue, fatte per imbrogliare le persone oneste, la gente che spera in te, che ti apre il suo cuore, ti sorride con tutta l’anima e la ricchezza interiore, che ti si accende dentro, la comprensione. Eppure devi tuttavia sopprimerla, perché sei uno dei prigionieri del sistema.

Oggi gli schiavi sono ovunque, anche dove non lo immagineresti mai. Molti di essi vivono obbedendo a qualcuno, ma lontani dalla strada maestra dei maestri delle religioni come per esempio Gesù che diceva: sono la via, la verità e la vita, o Buddha che dice: sii una luce per te stesso. Seguendo tali Maestri la libertà ci farà divenire sempre più consapevoli, cambiando la nostra oscurità in luce e la moralità in vita eterna.

Ci sono invece persone che si costruiscono un codice morale che li porta ad essere grandi moralisti, puritani, etc., ma non sanno che pur facendo ciò che è giusto, il loro comportamento è imposto e non spontaneo. E’ una facciata: non nasce dal loro essere ma da un’imposizione.

Sono convinto che fino a quando non ci si toglierà di torno la rogna e la lebbra delle falsità e delle ipocrisie, non potremmo creare una luce dentro il nostro essere, quella luce che avevamo quando eravamo bambini e che ci hanno fatto spegnere, per farci restare sempre degli schiavi da dominare. Condurre un buon tenore di vita e avere un lavoro sicuro non sono tutto per l’uomo, presto ti accorgi che c’è qualcosa che ti manca e che c’è molto è da dovere rifare.
La legge usata per fini perversi e sviata dal suo naturale fine per far piacere a qualcuno del mondo della politica, in cuor tuo non lo accetti, se sei una luce per te stesso. Non può dare pace vedere applicare la legge per perseguire un fine completamente opposto!

Per saperne di più come esempio trasparente di fatti e prove di ingiustizie, di criminalità, di impunità e di conseguenti torture psico-fisiche nascoste addirittura da un ospedale, sino a spingere a gesti estremi una donna nata in Veneto (Auronzo di Cadore), si possono visitare i seguenti Blog:

http://sisu.leonardo.it

http://agimurad.splinder.com

e il sito:

http://www.mobbing-sisu.com


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.