11 dicembre 2008

Si puo' fare, un film che vi fara' riflettere


L'altro giorno sono andato al cinema a vedere "Si può fare", un film di Giulio Manfredonia con protagonista, tra gli altri, Claudio Bisio.
Il titolo di primo acchito non mi aveva entusiasmato, forse per l'assonanza con lo slogan elettorale di Walter Veltroni, ma leggendo le recensioni estremamente positive degli spettatori abbiamo optato per andare a vederlo.


Mai scelta fu più azzeccata: un film veramente bello, tutto italiano, capace di commuoverti, farti ridere e riflettere, facendoti uscire dalla sala con un groppo alla gola e gli occhi lucidi.
L'interpretazione di Claudio Bisio è quasi da Oscar, così come quella degli attori che impersonano i disabili mentali, o presunti tali.
La pellicola scorre che è un piacere, senza forzature eccessive; da sottolineare inoltre che la storia è basata su fatti realmente accaduti. Non sarà uno dei migliori film della storia, ma sicuramente un bel voto non glielo leva nessuno.

Ecco la trama:
Il film racconta la storia di Nello, un imprenditore sui generis nella Milano degli anni Ottanta impersonato da Claudio Bisio. La generosità e l'iniziativa di Nello, con un passato da sindacalista, si manifestano con tutte le difficoltà e le ilarità del caso al contatto con un gruppo di partner e collaboratori diversamente abili e tuttavia incoraggiati ad un processo di integrazione civile e libertà affettive.

E qua sotto il trailer del film "Si può fare":




In fondo, chi più chi meno, siamo tutti un po' matti... dopo aver visto questo film, consiglio caldamente di approfondire l'argomento degli effetti collaterali degli psicofarmaci.


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.