6 novembre 2007

Addio a Nils Liedholm e Bortoluzzi, signori di un calcio che non c'e' piu'


Ieri è stata una giornata di lutto per il calcio italiano: si sono spenti il Barone Nils Liedholm e il radiocronista Roberto Bortoluzzi.
Con loro se ne va un altro pezzo di storia, due rappresentanti di quel calcio che oggi non esiste più.

Grande uomo il Barone: svedese, da giovane fu un calciatore forte ed elegante (insieme a Nordahl e Gren formò il meraviglioso trio Gre-No-Li), vincendo con il Milan (359 presenze ed 81 goal) 4 scudetti.

Diventato allenatore, continuò a mietere successi nel Milan e nella Roma, con la quale vinse il memorabile scudetto nel 1982/83, grazie alla sua famosa "ragnatela".

Con lui hanno esordito in serie A campioni del calibro di Franco Baresi, Carlo Ancelotti, Paolo Maldini; i suoi calciatori ricordano di non averlo mai sentito alzare la voce perchè Liedholm era un gran signore ed aveva il suo stile inimitabile (vi ricordate Oronzo Canà che tenta di imitare l'espressione del Barone, ne "L'allenatore nel Pallone"?)

E' necessario poi ricordare Roberto Bortoluzzi, la cui voce ci ha accompagnato per tanti anni attraverso le radio ed i transistor e ci ha fatto viaggiare con la mente tra i campi principali durante ogni domenica calcistica. Erano i tempi in cui il calcio si viveva allo stadio o sulle onde medie AM, lasciando tanto spazio alla fantasia e nulla alle televisioni, se non dopo le ore 18.

Ad entrambi va il mio ringraziamento per quanto hanno fatto e per le emozioni che ci hanno regalato. Due veri signori del calcio che non c'è più.




Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


0 commenti:


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Related Posts with Thumbnails

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.