Related Posts with Thumbnails

9 marzo 2007

La finta politica per la casa del governo italiano


Ho appena scritto a Beppe Grillo questa lettera, speriamo che la legga e la pubblichi per sensibilizzare i nostri politici:

Ciao Beppe,

chi ti scrive è un ragazzo di 31 anni che da pochi mesi ha deciso di acquistare casa. Nonostante quello che sto per dirti, mi ritengo comunque un privilegiato solo per il fatto di esserci riuscito, anche se il pensare ai sacrifici che mi aspettano di qui ai prossimi 30 anni attenuano la mia gioia per aver raggiunto questo obiettivo.
Non voglio entrare nello specifico su dove e quanto sia grande la casa; le uniche informazione che ritengo giusto fornire (per fare una valutazione e farti tirare delle conclusioni) sono che il mutuo è stato richiesto per una cifra di 130.000 euro con durata 30 anni (con 130.000 euro non acquisti neppure un monolocale in una grande città). Questo comporta una rata di 700 euro per i prossimi 360 mesi della mia vita, fino alla venerabile età di 61 anni (sempre che ci arrivi).
Considerando che percepisco circa 1300 euro netti, mi restano 600 euro per mangiare, spostarmi, vestirmi, visite mediche e tutto il resto.
I governi italiani dicono di voler incentivare i giovani, di voler sostenere una politica per la casa, che la casa deve essere un diritto, ecc., ecc.
Nei fatti, e chi paga un mutuo lo sa, gli interessi passivi sono detraibili, ma solo nella misura del 19% fino ad un massimo di 3.615,20 euro (per i mutui stipulati a partire dal 1993).
Questo vuol dire che dalle mie tasse, ogni anno posso detrarre al massimo 686,89 euro. Di fatto, lo Stato mi "rimborsa" poco più di 50 euro al mese.
Se veramente vogliono fare una politica per il diritto alla casa, non pensi che sarebbe il caso di aumentare questi limiti sulle detrazioni, visto che poi tutto si ripercuote a catena?
Meno case ai giovani--> meno famiglie--> meno figli--> un paese di anziani senza futuro e senza pensione.

Saluti da un ragazzo qualunque.

Riccardo


Ti ringrazio anticipatamente se condividerai l'articolo su Google+, Facebook o Twitter. Se preferisci, puoi anche linkare il post dal tuo blog o sito web.


13 commenti:

Simone ha detto...
 

Ciao...è da molto che seguo il tuo blog...questo post però mi appartiene...o meglio sono nella tua stessa barca...purtroppo devi chiedere aiuto alla tua dolce metà...se aspetti lo stato...muori di fame,non è una battuta sarcastica...ma l'unico modo di affrontare le cose è pensare da soli al proprio culo...a Roma pensano a i propri e al massimo ai propri lecchini(dipendenti pubblici,e tutti quelli che ruotano attorno allo stato)x me lo stato non è mai esistito.esiste l'inail se sto male...l'inps penso che oltre a rubarmi soldi non so se quando andrò in pensione,e se ci andrò,mi darà qualcosa.ho 2 anziani in famiglia faccio conto che li mantengo e mi incaz.. di meno..

Riccardo ha detto...
 

Ti ringrazio per la pazienza con cui leggi il mio blog e la cosa mi fa molto piacere! Speriamo che qualcuno provveda a fare un po' di giustizia, ma, come dici tu, i politici pensano solo ai propri interessi.
Ciao

Anonimo ha detto...
  Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
 

Non c'è solo quello che dici tu..
la situazione nasconde una realtà nera!!!
Nel settore dell'edilizia e immobiliare si specula a tutti i livelli con la complicità di comuni, enti, ed assenza dello stato...Prima sul valore del terreno (che improvvisamente passa da agricolo ad edificabile), poi sui materiali di costruzione (costruiscono "capanne" in mattoni forati e poi le chiamano "ville a schiera")...e poi le banche mettono la ciliegina sulla torta...Le imprese edili fanno largo uso di lavoro irregolare, fatture false, e frodi allo stato...e poi queste persone girano in ferrari alla faccia della gente onesta che deve vivere con uno stipendio dimezzato...L'Italia e' un paese di mafia e in questi ultimi anni e' molto peggiorato!!

liborio ha detto...
 

L'Italia è un Paese pieno di paradossi, la lettera è piena di significati, intanto ringrazia Libero per averla pubblicata, dubito che Grillo farà lo stesso.

La Finanziaria appena approvata penalizza pesantemente chi possiede una casa, bada bene una, non molte. E poi si chiedono perchè le nascite rasentano lo zero...

Anonimo ha detto...
 

come ti capisco.... ti capisco perchè io, all'età di 21 anni già cerco di agire in questi termini... se conti che all'età di 23 anni avrò già il mio studio da libero professionista, magari potrò permettermi un mutuo, chi lo sà, però sicuramente sarà una mattonata....
poi casa devo prenderla perforza, essendo frocio e non potendo vivere tranquillamente data la mia famiglia... ciao

naadirah ha detto...
 

Io senza aiuto dei miei non avrei nemmeno potuto iniziare a pensare ad un mutuo, perchè tra spese notarili, della banca erogatrice, dell'agenzia, iva e utenze, se non hai un minimo di anticipo non vai da nessuna parte; e ora mi ritrovo con 25 anni di mutuo a 600-700 euro al mese (tasso variabile), con uno stipendio netto di 1180 euro (insegnante). In pratica come ho dovuto "campare" a stento pagando un affitto di 500 euro per molti anni, così continuerò a fare, se non peggio, e la vita non me la gòdrò mai se non a 60 anni, sempre se ci arrivo!! I single non vengono aiutati in nessun modo, per questo molti trentenni sono ancora in famiglia, e non hanno tutti i torti!! ma chi fa la scelta di vivere in un altro posto per avere un lavoro e quindi lontano dalla famiglia si ritrova a "sopravvivere" giorno per giorno. Speriamo che almeno ci ascoltino, internet è una grande opportunità di comunicazione. Grazie per il tuo post.

Anonimo ha detto...
 

Se ti puo' tirar su il morale..io ho iniziato a 25 anni..e finiro' a 55 .. 500 euro delle mie 900 al mese volano via per il mutuo..ogni mese...
Ce' poco da fare...se' voluto la bicicletta? PEDALIAMO!

Patrizio..Firenze

Anonimo ha detto...
 

ciao riccardo, mi chiamo riccardo anch'io e ho preso casa facendo un mutuo di 30 anni, mi hanno aiutato anche i miei genitori e adesso ho anche un'aiuto da parte della mia compagna(piccolo ma serve), il bello è che ho cominciato a pagare il mutuo (naturalmente a tasso variabile Per avere la rata un po bassa) a 38 anni, perciò pensa a 68 anni forse arriverò a finire di pagare il mutuo con la pensione????

BIKECITY ha detto...
 

EMERGENZA CASA ANNO ZERO
Cosa fare per risolvere "L'emergenza Casa"



LA POLITICA COSA FA ? il centrosinistra sembra al momento VERGOGNOSAMENTE sottovalutare il problema mentre per il centrodestra il problema sembrerebbe non esistere (viste le dichiarazioni fatte da un esponente di centrodestra nella trasmissione di rai 3 (ballero')affermando che oramai l'80% degli italiani e' propietario di una casa) dimenticando che:
1) nella percentuale almeno il 40% e' indebitato per almeno altri 20/30 anni e di questi una gran fetta non riesce ad onorare le rate del mutuo.
2) nella percentuale delle famiglie sono presenti moltissimi giovani COSTRETTI dagli elevati costi della casa a rimanere nella famiglia (altro che mammoni)......
3) CHE COMUNQUE IL 20 % RESTANTE (che non e' poco) non ha alcuna possibilita' sia di andare in affitto sia che accendere un mutuo per i costi oramai stratosferici delle case.
4) nel futuro prossimo almeno l'80% DEI GIOVANI CHE DOVRANNO formarsi una famiglia e che guadagneranno al massimo 1000 euro al mese (se non sono ancora precari) non sapranno cosa fare se spararsi o espatriare.
Se la politica non considera un emergenza questa sono due le cose o i politici sono dei poveri burattini in mano dei poteri ecomonici ( banche , speculatori, costruttori, ) o io non ho capito un cazzo!!!!!!!!!!!
I nostri politici non fanno nulla???????????? ALLORA fai qualcosa TU :
Non comprare casa !!!!!!!!!!!!!!!I calcoli di tutti gli analisti dicono che i prezzi delle case sono tra un 100% e un 200% al di sopra del loro valore reale. Se scoppia la bolla immobiliaria, ed in questo momento si stanno verificando alcune condizioni idonee perchè ciò succeda, in un periodo che può oscillare tra i 18 e i 24 mesi, potrai comprare la casa dei tuoi sogni alla metà del prezzo attuale. Sei tu a decidere se vuoi spendere ora 250.000,00 EURO (COSTO MINIMO PER UN BUCO DI APPARTAMENTO) per un appartamento "gonfiato" o se preferisci comprarlo per 100.000,00 EURO, tra 24 mesi. Come , sanno tutti la chiave perchè diminuiscano i prezzi degli appartamenti è che si abbassi la domanda. Questo è indiscutibile dal punto di vista dell'economia di mercato (che poi è l’unica). Finché c'è una domanda forte (o semplicemente aspettative di domanda), la speculazione farà affari. In ITALIA ci sono 3 gruppi di acquirenti di case: 1. Le persone che realmente hanno bisogno di una casa, perchè cercano l'autonomia personale o perchè vogliono formare una famiglia o ancora perchè vogliono smettere di pagare un affitto. Di questo gruppo fanno parte quasi esclusivamente giovani tra i 20 e i 35 anni e lavoratori immigrati. 2. Gli investitori/speculatori che, con l'intento di sfruttare i bisogni del gruppo precedente, utilizzano le eccedenze di capitale (accumulato con risparmio, guadagni di impresa, profitti derivanti da affari familiari, speculazione in borsa o reddito proveniente da qualche tipo di criminalità organizzata) per acquistare appartamenti e, con un regime fiscale favorevole, aspettare che il valore cresca abbastanza per restituirli al mercato a prezzi sensibilmente più cari. 3. I nazionali o stranieri (prevalentemente della Comunità Europea) che cercano un secondo appartamento. Dall'altro lato, una serie di gruppi con enormi interessi nel settore alimentano costantemente questo atteggiamento psicologico e fomentano l'ossessione della gente di comprare appartamenti a qualsiasi prezzo: i promotori immobiliari, le entità finanziarie, le agenzie di compravendita di immobili, gli investitori/speculatori (il secondo gruppo della domanda che abbiamo citato prima) e finanche il governo stesso, che si è convinto che il PIL nazionale dipende a tal punto da un rialzo dei prezzi delle case che sarebbe una catastrofe se si abbassasse il prezzo. Perchè le condizioni attuali sono idonee a far scoppiare la bolla? • In primo luogo perché i prezzi hanno raggiunto livelli così spropositati che iniziano già a cadere tutti i tranelli che il mercato ha messo per "dare la caccia" ai nuovi compratori, il più vergognoso dei quali è stato allungare i periodi di ammortamento dei crediti ipotecari, che sono già arrivati a 35/40 anni. La gente purtroppo sembra non comprendere che una ipoteca a 35/40 anni è di fatto un debito intergenerazionale, e che è moralmente inaccettabile segnare il restante futuro di una famiglia con un cambiale a vita che limiterebbe la serenità del vivere quotidiano (preoccupazioni, due o piu' occupazioni per poter onorare le scadenze del mutuo, mancanza di tempo libero ecc.).• In secondo luogo perché i prezzi hanno rallentato l'ascesa ed è più facile che la gente si convinca che vale la pena aspettare per vedere che succede. • In terzo luogo perché siamo entrati in una crisi petrolifera che lancerà l'inflazione e farà alzare il prezzo della moneta (i tipi di interesse) per cui le quote mensili diventeranno quasi proibitive, anche per mutui a 50 anni di ammortamento. 1) Nei primi mesi il mercato a stento mostrerà una reazione. I suoi agenti (immobiliari, organi dell'Amministrazione, banche, ecc.) non mostreranno un grande allarme e si pianteranno con più forza nella loro comoda posizione "comprate ora e diventate ricchi anche voi". E' possibile che all'inizio dell'abbassarsi dei prezzi (le prime a risentirne saranno le case che piu hanno aumentato i prezzi), gli investititori/speculatori approfitteranno per fare alcune acquisizioni in quello che può sembrare un buon affare, per cui forniranno al mercato una piccola boccata di ossigeno.(questo e' quello che sta accadendo in questo momento e cioe' La bolla e' iniziata ma questo non viene detto!!!!!!!!!!!) 2) Una volta passata questa prima apparente fase di stagnazione del mercato, i prezzi inizieranno a cadere, ora ormai in caduta libera. 3) In questo momento, Naturalmente, arriverà il panico delle entità finanziarie e del governo, arriveranno gli appelli alla calma, l'annuncio di aiuti al settore, le misure per riattivare la domanda, disoccupazione edilizia, le difficoltà di questa o quella impresa, lla riduzione del PIL o della stagnazione economica. Tu solo volevi e vuoi comprare una casa al prezzo reale di mercato e non gravata da una "somma gonfiata" che andava a finire nelle mani di alcuni speculatori senza scrupoli. E’ stato il governo che ti ha spinto ad agire per conto tuo, non avendo fatto NULLA !!!!!!per regolare un mercato basato sulla rapina e la corruzione. 4) Nella fase finale del processo persino le agenzie di compravendita, che così dannose sono state nella fase di inflazione dei prezzi, verranno dalla nostra parte. Si pensi che queste imprese sono neutrali riguardo a rialzi o ribassi del mercato (seppure preferiscano la prima alla seconda, comunque guadagnano più soldi per ogni transazione). Quello che non si possono permettere è che il mercato si paralizzi, per cui se prima dicevano ai clienti venditori che potevano guadagnare dai loro immobili molti più milioni di quanto avevano sognato, ora diranno loro di vendere a qualunque prezzo. In questo modo il buco della bolla immobiliaria è un processo che si alimenta da sè. .e che nessuno si allarmi, il Paese non crollerà per questo.
1) Fortunatamente il nostro paese fa affidamento su settori più creativi, più risanati e onesti per crescere economicamente.
2)una volta razionalizzato e equilibrato, il settore edilizio tornerà nelle mani degli imprenditori più specializzati e più capaci e scompariranno felicemente dalla scena i "Roberto Carlino"
3)E in ultimo ricordate che il reddito famigliare finalmente libero da esorbitanti rate trentennali di mutuo invece di rimpilzare il reddito di pochi (banche costruttori speculatori) andrà ad risanare strutturalmente la Sana ecomonia del nostro paese)!!!!!!!!!!!!

Bikecity

Vax ha detto...
 

Io ho il tuo stesso mutuo (135.000 euro), ma ho deciso di pagarlo in meno anni (17) con una rata di 910 euro al mese. Mi mancano ancora 15 anni e mezzo, ma è un sacrificio che vale e che serve, per me e per la mia famiglia.

Io oltre alle detrazioni sul mutuo ho anche quelle sui lavori della casa (il 41%) che a Luglio danno una bella mano.

Anonimo ha detto...
 

Io penso che è uno scandalo, mi unisco alla protesta. E chi ne paga le conseguenze in questo vecchio paese siamo noi giovani per primi. E' assurdo che io debba indebitarmi per 30 anni (come minimo e magari non solo io ma anche la mia famiglia e la famiglia della mia ragazza) per poi , tra 30 anni avere a disposizione un appartamento in un condominio nel quale dovrò scornarmi con riunioni e liti con vicini ... e non avrò nulla perchè il palazzo sarà di 30 anni più vecchio e inizieranno altre spese ... MA VI RENDETE CONTO CHE ALCUNI POCHI FURBONI PER ARRICCHIRSI CI COSTRINGONO A VIVERE IN ASSURDI ALVEARI E CI FANNO PURE CREDERE DI ESSERE FORTUNATI AD AVERE LA CASA DI PROPRIETA'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Stefano ha detto...
 

Qualcuno a questo problema c'ha pensato e ha trovato una soluzione

www.mutuosociale.org

E' una proposta di legge MOLTO interessante.


Ogni tuo commento è gradito, possibilmente lasciando un nome/nickname ed evitando volgarità gratuite:

Informazioni Personali

Articoli piu' letti di recente

Archivio blog

Contatti e varie




Scrivimi

Google

CHIAMAMI CON SKYPE
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.